Insegnare ai bambini a masticare con l'aiuto di alcuni utili esercizi

Scoprite questi esercizi per insegnare ai bambini a masticare. Vi torneranno utili soprattutto in caso di difficoltà.
Insegnare ai bambini a masticare con l'aiuto di alcuni utili esercizi

Ultimo aggiornamento: 20 aprile, 2022

Quando i piccoli di casa iniziano a mangiare cibi solidi, molti genitori si chiedono se sapranno farlo bene. La verità è che i bambini imparano a masticare a poco a poco e con la pratica, anche se ci sono alcuni esercizi che possono insegnare ai bambini a masticare correttamente.

Masticare correttamente il cibo porta molti benefici ai bambini. Pertanto, è importante non ritardare l’introduzione di cibi solidi e dare loro l’opportunità di scoprire presto nuovi sapori e consistenze.

In questo articolo vi parleremo dell’importanza di stimolare la masticazione nei più piccoli e condivideremo alcuni esercizi per favorire l’acquisizione del processo. Non perdetevelo!

L’importanza della masticazione nel bambino

A partire dai 6 mesi è opportuno offrire al bambino alimenti morbidi, semisolidi e solidi progressivamente.

Il consiglio è lasciare che il bambino esplori le diverse consistenze sin dalle prime fasi, perché prima viene a contatto con la durezza e la consistenza del cibo, più facile sarà il processo.

Imparare a masticare correttamente porta al bambino molteplici benefici. Questi sono i più importanti:

  • Riduce le possibilità di soffocamento: sapendo come masticare, macinare e ingoiare il cibo, è meno probabile che tu soffra di questi incidenti.
  • Favorisce il corretto sviluppo delle ossa e il rafforzamento dei muscoli del viso.
  • Protegge la salute orale: alimenti con consistenze diverse consentono ai denti di autopulirsi. La pappa e il latte, invece, aderiscono maggiormente ai denti e favoriscono la carie.
  • Facilita la digestione: si ha una maggiore secrezione di saliva, si favorisce l’assorbimento dei nutrienti, si aumenta la sensazione di sazietà e si riducono reflusso e gastrite.
  • Riduce l’ansia e lo stress nei bambini, soprattutto durante i pasti.
Bambino che mangia frutta mentre impara a masticare.
La masticazione è un’abilità che si sviluppa al proprio ritmo, ma richiede la stimolazione e l’esercizio necessari per prendere piede.

Insegnare ai bambini a masticare, passo dopo passo

I bambini non imparano a masticare da un giorno all’altro, ma è un processo di acquisizione di una nuova abilità.

Anche l’incorporazione degli alimenti dovrebbe essere graduale, ma non è consigliabile aspettare troppo a lungo per dare ai più piccoli pezzetti e consistenze variegate. Ciò potrebbe causare un’abitudine al porridge e un maggiore rischio di rifiuto verso nuovi cibi. Soprattutto se il cambio è prossimo ai 2 anni e il tempo del “no” ripetuto.

Un’evoluzione va seguita nelle tipologie di alimenti che si offrono ai più piccoli: consistenze morbide dapprima, poi semisolide, solide e poi più dure. Questo stimolerà i diversi recettori sensibili nella bocca, aiuterà a rafforzare i muscoli e a praticare i movimenti necessari a questo scopo.

Idealmente, offri inizialmente piccoli pezzi e poi passa a porzioni più grandi e trame più complesse.

Inoltre, schiacciare il cibo con una forchetta invece di elaborarlo consente ai bambini di trovare pezzetti di cibo nelle loro puree e iniziare a masticare spontaneamente.

Insegnare ai bambini a masticare: alcuni consigli pratici

Mettere in pratica alcuni di questi suggerimenti può aiutare a rendere l’apprendimento della masticazione un’esperienza piacevole per tutta la famiglia, in particolare per il bambino.

  • Evitate le distrazioni: è una buona idea non accendere la televisione durante i pasti. Così tutta la famiglia potrà condividere il momento e il bambino si concentrerà sul mangiare.
  • Variate l’offerta di alimenti: dare sapori e consistenze diverse da provare ogni settimana può attrarre e motivare il bambino. Consultare il pediatra su come e quali alimenti integrare.
  • Offrite al bambino ciò che mangiano tutti gli altri: a meno che il menu di famiglia non contenga qualcosa che il bambino non può mangiare o sia molto duro o pericoloso, è meglio che riceva ciò che mangiano tutti. Questo lo incoraggerà a masticare come tutti gli altri.
  • Condividete il momento: che il bambino condivida il tempo del pasto seduto a tavola con gli adulti favorisce il loro esercizio. Esagerare i movimenti quando mastichi ti aiuterà anche a imitarli.
  • Lasciate che mangi da solo: esplorare il cibo con le mani e portarlo alla bocca da solo lo aiuta a esercitare le sue capacità, a migliorare la coordinazione e le capacità motorie. Inoltre, promuove la loro autonomia.
  • Siate pazienti: ogni apprendimento richiede tempo, perseveranza, pazienza e comprensione. È fondamentale evitare momenti di tensione, sfide e imposizioni. E se il bambino si rifiuta di mangiare cibi solidi, non dovreste insistere. Potrebbe non essere il momento giusto e puoi riprovare qualche settimana dopo.
  • Evitate cibi pericolosi: al bambino non verranno somministrati cibi che, a causa delle loro dimensioni o durezza, possono provocare soffocamento. Inoltre, evita gli alimenti ultra-lavorati e l’aggiunta di sale e zucchero ai pasti.

Quando mettere in pratica gli esercizi per insegnare ai bambini a masticare?

Nella maggior parte dei casi, i bambini imparano a masticare da soli, per curiosità e dopo molta pratica. Sedersi a mangiare con loro, offrire loro consistenze e sapori diversi e seguire i consigli che vi diciamo di solito sono strategie sufficienti.

Ma altre volte, i bambini potrebbero rifiutarsi di mangiare cibi solidi o potrebbero non essere in grado di attenersi ad esso. Alcune alterazioni anatomiche o funzionali o alcune abitudini familiari possono ostacolare la corretta masticazione.

Se i genitori notano che ci sono problemi con l’alimentazione del loro piccolo, è meglio consultare il pediatra e togliere ogni dubbio. A volte può essere necessario il rinvio a un logopedista, poiché questo professionista valuta e interviene nelle funzioni masticatorie affinché siano praticate correttamente.

Campanelli d’allarme per la masticazione

Osservare i bambini durante i pasti aiuta a rilevare o sospettare se hanno problemi con l’alimentazione e se richiedono esercizi specifici per imparare a masticare. Ecco alcuni dei segnali a cui prestare attenzione:

  • Quando si cerca di mangiare, il cibo cade dalla loro bocca.
  • Muovono troppo la bocca quando masticano, come se facessero facce.
  • Usano le loro lingue per macinare il cibo.
  • Succhiano il cibo invece di masticarlo.
  • Mantengono il cibo in bocca per lunghi periodi di tempo, anche diverse ore.
  • Si sentono nauseati quando vedono il cibo.
  • Hanno la bocca sempre aperta e la lingua fuori dalla bocca.
  • Hanno difficoltà a tirare fuori la lingua.
  • Mostrano le preferenze per determinate consistenze alimentari.
  • Mostrano difficoltà a bere con le cannucce dopo 2 anni.

Che un bambino presenti queste caratteristiche non implica necessariamente un disturbo, ma è un campanello d’allarme per i genitori per discuterne con il pediatra.

Bambino dal logopedista per migliorare la pronuncia errata.
Il logopedista è il professionista ideale per valutare le difficoltà del bambino e per elaborare un piano di trattamento adeguato alle sue esigenze.

Esercizi per insegnare ai bambini a masticare

Quando si tratta di fare esercizi per far imparare a masticare i bambini, l’ideale è farlo sotto la supervisione di un logopedista. Tuttavia, alcune semplici pratiche a casa possono aiutare il tuo piccolo ad allenare questa abilità con la bocca.

L’ideale è che questi esercizi diventino momenti di gioco e non diventino un compito o un peso. In caso contrario, aumenteranno il rifiuto nei confronti dell’attività.

È una buona idea trovare il tempo per condividere coscienziosamente questa attività. Ripeterli un paio di minuti ogni giorno o un paio di volte alla settimana può avere un grande impatto sull’apprendimento di tuo figlio.

Si consiglia inoltre di dimostrare e fornire loro uno specchio per aiutarli a capire cosa devono fare.

Ecco alcuni esercizi per far imparare ai bambini a masticare a casa.

1. Esercizi di masticazione

Idealmente, i bambini dovrebbero masticare il cibo più volte prima di ingoiarlo e farlo con la bocca chiusa. Questo aiuta a macinare correttamente il cibo e ad aumentare la sensazione di sazietà.

Giocare a contare il numero di volte che mastichiamo e arrivare a 30 aiuterà il piccolo a farlo automaticamente nel tempo. Farlo con loro serve da esempio e li motiva a incorporare l’abitudine più velocemente.

Inoltre, durante la masticazione, potrebbe essere chiesto loro di concentrarsi sul posizionare la lingua sull’area rugosa del palato, che si trova dietro gli incisivi centrali. E in questo modo mastica 10 volte solo con il lato sinistro della bocca e poi 10 volte con il destro.

Infine, si può proporre di modificare l’intensità della forza come gioco ea turno. Un’altra opzione è giocare a schiacciare un biscotto con la bocca chiusa e con la lingua appoggiata sulla zona ruvida del palato.

2. Esercizi per la lingua

Per masticare correttamente, la lingua deve avere la giusta tonicità ed essere posizionata correttamente. Le seguenti pratiche possono aiutare a esercitare questo muscolo:

  • Lavati i denti con uno spazzolino elettrico.
  • Lecca il gelato o lecca lecca dalla bocca.
  • Sporca gli angoli della bocca del bambino con del cibo e chiedigli di pulirlo leccandolo.
  • Canta la la la e fai chiocciare la tua bocca.
  • Prova a toccare il naso con la lingua.

3. Esercizi per labbra e guance

Come la lingua, esercitare le labbra e le guance favorisce il processo di masticazione. Per rafforzare queste strutture, al bambino può essere chiesto di soffiare baci in aria, fare facce e aprire le labbra il più lontano possibile.

Dopo 9 mesi, il tuo bambino può imparare a bere con le cannucce o a tenere saldamente un bastoncino tra le labbra, senza usare i denti.

Soffiare bolle, canticchiare canzoni e fischiare sono attività divertenti che rafforzano anche queste strutture.

4. Esercizi per insegnare ai bambini a masticare: la mascella

Per rafforzare i muscoli masticatori e la mascella, ai bambini può essere offerta l’esperienza di mordere oggetti diversi con trame diverse. Ad esempio, inizia con i massaggiagengive e poi passa a consistenze leggermente più dure.

Masticare oggetti vibranti è utile per alcuni bambini che si sentono a proprio agio con questa sensazione. In ogni caso, per loro non è conveniente farlo per più di 5 secondi.

Le reti alimentari vendute tra i prodotti per l’infanzia sono utili per mantenere il cibo sui molari e utilizzate per masticare. Devi solo riempirli con un po’ di frutta o cibo e offrirli.

Insegnare ai bambini a masticare.
È necessario esercitare tutte le strutture della bocca del bambino per favorire il lavoro coordinato necessario alla masticazione degli alimenti.

Godersi il processo è la chiave per un buon apprendimento

La masticazione può essere più facile o più difficile a seconda del bambino. Molti muscoli e strutture della bocca partecipano al processo, che deve funzionare in modo coordinato. E questo si ottiene con molta pratica e pazienza.

La cosa più importante per il tuo piccolo che sia interessato a masticare cibi diversi è non rendere l’ora dei pasti un dramma. Essere costante e paziente ti aiuterà a superare questo processo di apprendimento con gioia e curiosità.

Gli esercizi che ti raccontiamo qui possono essere di aiuto in base alle esigenze del tuo bambino. Tieni presente che ogni bambino ha i propri tempi di apprendimento. Godere e accompagnare il tuo processo con amore e rispetto sarà ciò che ti aiuterà di più.

This might interest you...
Nessuno ci dice quant’è difficile lo svezzamento: scoprite tutto
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Nessuno ci dice quant’è difficile lo svezzamento: scoprite tutto

Lo svezzamento del nostro bebè è un processo delicato che deve essere realizzato progressivamente con molta pazienza e amore.



  • López Diez, M. (2017). La importancia de las texturas de los alimentos y la masticación: Revisión sistemática.
  • Le Révérend, B., Saucy, F., Moser, M., & Loret, C. (2016). Adaptation of mastication mechanics and eating behaviour to small differences in food texture. Physiology & behavior165, 136-145.
  • Cuadros-Mendoza, C. A., Vichido-Luna, M. A., Montijo-Barrios, E., Zárate-Mondragón, F., Cadena-León, J. F., Cervantes-Bustamante, R., … & Ramírez-Mayans, J. A. (2017). Actualidades en alimentación complementaria. Acta pediátrica de México38(3), 182-201.
  • Laura, M. M. LA RESPIRACIÓN Y LA DEGLUCIÓN COMO ELEMENTOS FUNDAMENTALES EN LA CONFORMACIÓN DE LAS ARCADAS DENTARIAS.
  • DE, C. E. A. TEXTURAS EVOLUTIVAS EN LA INTRODUCCIÓN DE NUEVOS ALIMENTOS.
  • Morejón Barrueto, Y., & Acea Vanega, S. (2015). La terapia de alimentación en los problemas del lenguaje en los niños. Medisur13(4), 472-474.
  • Faigenbaum, A. D., & Bruno, L. E. (2017). A fundamental approach for treating pediatric dynapenia in kids. ACSM’s Health & Fitness Journal21(4), 18-24.
  • Lazarte, G. C. A., Castro, I. D. R. A., Cántaro, N. Y. M., & Quispe, W. W. C. (2019). PREVALENCIA DE HÁBITOS BUCALES NO FISIOLÓGICOS Y SU RELACION CON LAS MALOCLUSIONES DENTARIAS EN NIÑOS DE 3 A 5 AÑOS DE LA IE INICIAL NUESTROS HÉROES DE LA GUERRA DEL PACÍFICO TACNA-2016. Revista Odontológica Basadrina3(1), 20-24.
  • LÓPEZ LANDÁZURI, J. Y., & PARRALES PEÑAFIEL, A. J. (2018). MASTICACIÓN Y SU INFLUENCIA EN EL DESARROLLO DE MOVIMIENTOS FONOARTICULATORIOS EN NIÑOS CON INSUFICIENCIA MOTRIZ DE ORIGEN CEREBRAL DE 5 A 7 AÑOS (Doctoral dissertation).
  • Kim Kung, R. D. H., & Kelly Hall, R. D. H. Healthy Kids Need Healthy Airways!.
  • JIMÉNEZ, V. A., & LENGUAJE, A. Y. TERAPIA MIOFUNCIONAL EN NIÑOS CON DEGLUCIÓN ATÍPICA.