Cacca bianca nei neonati e nei bambini: cause e trattamento

La cacca dei piccoli non passa inosservata e molte volte suscitano enorme preoccupazione nei genitori. Perché in alcuni casi compaiono le feci bianche?
Cacca bianca nei neonati e nei bambini: cause e trattamento

Ultimo aggiornamento: 29 marzo, 2022

Notare dei cambiamenti nel colore della cacca è molto comune durante l’infanzia. Tuttavia, non tutti sono normali ed è importante sapere quando è bene consultare il pediatra. Le feci bianche sono un campanello d’allarme e vi spieghiamo perché. Prendete nota!

Cosa indicano le feci bianche?

Questo tipo di cacca è chiamato acolia e indica l’assenza della solita pigmentazione della cacca, chiamato stercobilinogeno. Questa sostanza è normalmente prodotta dal fegato e deriva dalla bile.

Perché si verifica l’acolia?

Quando per qualche motivo la bile non riesce a raggiungere il tratto digestivo, le feci diventano più chiare o totalmente bianche. Ci sono molte condizioni in grado di generare questa situazione e sono classificate in base al luogo in cui si verificano:

  • Cause intraepatiche : sono malattie che si manifestano all’interno del fegato e che colpiscono principalmente la produzione della bile. Tra questi spicca l’epatite.
  • Cause extraepatiche : comprendono quelle condizioni che causano un’ostruzione nei dotti biliari (dotto biliare), ad un certo punto del percorso che unisce il fegato con l’intestino. Ad esempio, atresia biliare.

In un modo o nell’altro, il risultato è lo stesso: la bile non raggiunge la sua destinazione finale e la cacca è scolorita.

Quando il flusso nel dotto biliare si interrompe, la bile viene intrappolata all’interno delle cellule epatiche (epatociti), causando danni alla funzione e alla struttura del fegato. Questa condizione è nota come colestasi.

Malattie legate alle feci bianche

  • Infezioni perinatali.
  • Atresia biliare
  • Malformazioni del dotto biliare, come le cisti del dotto biliare comune.
  • Epatite (virale, tossica o farmacologica).
  • Malattie genetiche, come la sindrome di Alagille.
  • Errori congeniti del metabolismo, come la fibrosi cistica.
  • Difetti ereditari, come la colestasi intraepatica progressiva familiare (CIFP).
  • Tumori del dotto biliare.
  • Colangite sclerosante primitiva.
  • Disturbi autoimmuni

Tutte queste condizioni di salute possono causare colestasi e di conseguenza cacca bianca. È importante sapere che non tutti si manifestano nelle stesse fasi della vita e che per arrivare alla diagnosi finale è necessario il consulto con uno specialista in epatologia pediatrica.

Quali altri sintomi accompagnano la cacca bianca?

Feci bianche o acolia.

Come accennato in precedenza, quando la bile non raggiunge l’intestino, viene trattenuta nel fegato. Ciò provoca vari danni che causano segni e sintomi evidenti nel bambino.

Di seguito, dettagliamo quelli che più frequentemente accompagnano la cacca bianca :

  1. Ingrossamento del fegato (epatomegalia): l’accumulo di bile provoca l’espansione dell’organo e, a sua volta, l’indurimento. Può essere sentito dall’esterno dell’addome e, nei casi più gravi, può essere visto ad occhio nudo.
  2. Colore giallastro della pelle e delle mucose (ittero): quando la bile non può fuoriuscire attraverso il dotto biliare, viene rilasciata nel sangue e viaggia in tutto il corpo. I suoi pigmenti (bilirubina) si depositano sulla pelle e sulle mucose e causano loro una colorazione giallastra molto caratteristica.
  3. Oscuramento delle urine (choluria): come con l’ittero, la bile che viaggia attraverso il sangue viene eliminata attraverso l’urina. Questo fa sì che il liquido assuma un colore più scuro del solito, simile a quello delle bevande a base di cola.
  4. Dolore o pesantezza addominale: si verifica in conseguenza dell’ingrossamento del fegato e dell’accumulo di liquidi nell’addome.
  5. Nausea e vomito
  6. Prurito della pelle – I depositi di bilirubina provocano prurito alla pelle.
  7. Ingrossamento della milza: dovuto alla congestione dei vasi sanguigni addominali.
  8. Malnutrizione: si verifica in conseguenza delle difficoltà nell’assorbimento dei nutrienti che si verificano quando la bile non raggiunge l’intestino.

Feci bianche e altre colorazioni: quando consultare il pediatra?

Mentre la cacca di neonati e bambini tende a variare nel tempo, è importante sapere quali cambiamenti sono previsti e quali no.

Come regola generale, la cacca bianca non è mai normale e merita una consultazione con il tuo pediatra. Inoltre, se si riscontrano alcuni dei sintomi che di solito lo accompagnano.

Altri colori di cacca che possono suggerire una malattia

Oltre alla cacca bianca, ci sono altri toni che possono indicare la presenza di una condizione di salute a cui prestare attenzione. Tuttavia, prima di tutto è necessario corroborare l’assunzione dei giorni precedenti, poiché i pigmenti di alcuni alimenti possono anche colorare le feci dei bambini.

Nero

Dopo lo stadio di meconio , la cacca di questo colore può portare al sospetto di sanguinamento digestivo. Questa condizione è nota come melena e comporta emorragie intestinali elevate, poiché il sangue è stato degradato dall’acido gastrico. In genere sono spessi e maleodoranti e le condizioni generali del bambino sono solitamente compromesse.

In altri casi, possono verificarsi feci nere transitorie e in un bambino senza sintomi di malattia a causa dell’assunzione di determinati farmaci. Ad esempio, crema di bismuto o integratori di ferro.

Rosso

Il colore rosso nelle feci dovrebbe sempre avvisarci. Sebbene alcuni alimenti possano macchiare la cacca di questo colore (come le barbabietole), quando non c’è una storia di tale ingestione e soprattutto, se il bambino manifesta dolore addominale o vomito, è necessario escludere un’emorragia digestiva inferiore. Altre malattie che possono essere associate a questo tipo di sanguinamento sono le allergie alimentari, alcune infezioni e le ostruzioni intestinali.

Arancione

In generale, è un cambiamento di colore che risponde ai pigmenti presenti negli alimenti o nell’intestino stesso. Tuttavia, potrebbe anche indicare la presenza di sangue misto a feci. Per questo motivo, vale la pena consultare un pediatra.

Grigio

Come con la cacca bianca, le feci grigie possono suggerire uno scarso assorbimento dei nutrienti. Per questo motivo, è consigliabile valutare il bambino se si verificano ripetutamente.

Vale la pena notare che le diverse tonalità di marrone, giallo e verde sono solitamente normali nella maggior parte dei casi.

Come si interviene, in caso di feci bianche?

Ciò dipenderà dalla causa sottostante, poiché come abbiamo visto, sono molte le malattie che possono provocarlo. La diagnosi precoce e la conoscenza medica delle cause più frequenti ad ogni età giocano qui un ruolo fondamentale.

Ogni volta che ci sono cause reversibili, l’obiettivo sarà quello di correggerle e consentire al fegato di tornare al suo normale stato di salute.

Ad esempio, se il bambino sta sviluppando un’epatite a causa di farmaci (come il paracetamolo) o secondaria a intossicazione (come l’alcol), la cosa corretta da fare è sospendere l’assunzione di queste sostanze e offrire le misure appropriate per accelerare il recupero. Tra questi, farmaci “antidoto” e un buon supporto nutrizionale e di idratazione.

Ma quando le cause dell’acolia non sono reversibili, il trattamento cercherà di fornire il supporto necessario per garantire la sopravvivenza fino al trapianto di fegato e dotto biliare.

Questo “reggiseno” del bambino sarà portato avanti in molti modi:

  • Interventi palliativi, per ristabilire il flusso biliare attraverso circuiti alternativi.
  • Medicinali che stimolano il flusso biliare, come l’acido ursodesossicolico.
  • Adeguato trattamento nutrizionale, con rigoroso controllo della crescita.
  • Controllo delle infezioni.
  • Monitoraggio periodico multidisciplinare.

A proposito di feci bianche nei neonati e nei bambini

Feci bianche e malattia.

I cambiamenti nella cacca sono motivo di consulenza pediatrica e spesso causano molta preoccupazione nei genitori.

Da un lato, questi cambiamenti possono essere del tutto normali e prevedibili durante il processo di maturazione dell’apparato digerente. D’altra parte, possono avvertire dell’esistenza di alcune condizioni di salute che richiedono maggiore attenzione. Proprio come succede quando appare la cacca bianca.

Infine, è importante chiedere al pediatra cosa aspettarsi in ogni momento della crescita e riconoscere quei segnali di allarme che non dovrebbero essere ignorati.

Potrebbe interessarti ...
La paura di fare la cacca nei bambini
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
La paura di fare la cacca nei bambini

La paura di fare la cacca nei bambini non è un evento così insolito. Ecco perché può presentarsi e in che modo possiamo aiutare i nostri piccoli a ...




Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.