9 frasi da non dire ai bambini quando non vogliono mangiare

Quando i bambini non vogliono mangiare, i genitori finiscono per disperarsi e non sanno cosa fare. Molte volte ricorriamo a frasi che non aiutano affatto. Ti diciamo cosa dovresti evitare di dire se vuoi migliorare l'ora dei pasti.
9 frasi da non dire ai bambini quando non vogliono mangiare

Scritto da Mara Amor López

Ultimo aggiornamento: 23 novembre, 2022

Quando i bambini non vogliono mangiare o sono continuamente poco appetibili, i genitori si preoccupano e cercano di fare tutto il possibile per ribaltare la situazione. Ora, a volte prendono la strada sbagliata, a causa della disperazione che provano. È allora che usano frasi che, invece di aiutare ad avvicinare i bambini al cibo, non fanno altro che peggiorare la situazione.

Bisogna tener conto che è necessario evitare di usare frasi, azioni o paragoni che trasformino il momento del pasto in un momento traumatico per bambini e genitori. Per questo motivo, in questo articolo abbiamo realizzato una raccolta di frasi da non dire ai minorenni quando non vogliono mangiare. In questo modo potrete vedere se queste frasi sono nel vostro repertorio o meno e iniziare a evitarle. Pronti?

Queste sono le frasi da non dire ai bambini quando non vogliono mangiare

Ci sono bambini che hanno difficoltà a mangiare o che dicono costantemente che non gli piace il cibo. Questo trasforma l’ora del pranzo o della cena in un incubo per loro e per i loro genitori. Ci preoccupiamo tutti per i nostri figli e che siano ben nutriti è una delle nostre missioni, da qui la disperazione. Così, a molti di noi è capitato di usare frasi che pensiamo possano aiutare, ma che non funzionano.

Qui vi offriamo una raccolta di frasi che non dovremmo usare se vogliamo che i nostri figli mangino bene e si relazionino positivamente con il cibo.

1. “Non crescerai se non mangi”

Con questo tipo di frasi, l’unica cosa che otterremo è far sentire i bambini in colpa. È una forma di ricatto emotivo che li ferisce. Quello che possiamo spiegare loro è che mangiare di tutto ci fa crescere forti e sani e ci fa sviluppare correttamente. Pertanto, è importante che mangino bene.

Minacciare i bambini con la punizione per non mangiare è inutile e non utile. Può anche influenzare la relazione genitore-figlio.

2. “Mangia tutto se non vuoi essere in punizione tutto il pomeriggio!”

La punizione minacciosa non ha alcun senso e non aiuterà nulla. Come vi sentireste a essere puniti perché non mangiate qualcosa che non vi piace? Inoltre, non c’è motivo per questo. Se usiamo questa frase e la eseguiamo, l’unica cosa che otterremo è che associno il cibo a un momento negativo, che continuino senza mangiare o che lo facciano sentendosi infelici. Inoltre, con questo spezzeremo anche la fiducia nella nostra relazione.

3. Mai dire “se non mangi il tuo cibo, non c’è dessert!” ai bambini che non vogliono mangiare

Questa frase è un’altra minaccia con la quale non faremo mangiare il bambino, ma al contrario. Pertanto, finiranno per relazionarsi negativamente con il cibo. Ci sono altre forme di minaccia nascoste in frasi come le seguenti: “mangia tutto per andare al parco” o “se mangi tutto andiamo al cinema”.

4. “Guarda come mangia bene tuo fratello”

I confronti non sono mai buoni, e nemmeno durante i pasti. Non dovremmo confrontare nostro figlio con un altro, poiché ogni bambino è unico ed è così com’è.

5. “Apri la bocca, l’aereo sta arrivando”

Questa frase può sembrare innocua, ma quando la usiamo lo facciamo per distrarre la sua attenzione e mettergli il cucchiaio in bocca. È vero che non è il più dannoso di tutti. Anche così, non dovremmo insegnare ai nostri figli a mangiare mentre sono distratti, con la televisione accesa o in altri modi, poiché ciò li distoglierà dalla consapevolezza dell’esperienza. Se mangiano sempre con distrazioni, allora non vorranno farlo se non le hanno.

6. “La nonna sarà triste se non mangi il cibo che ha preparato con amore.”

Questa è un’altra frase che nasconde un ricatto emotivo. Facciamo sentire il bambino responsabile che se non mangia qualcuno si sentirà male, quando in realtà lo stato emotivo di un’altra persona non dipende da lui.

Frasi con paragoni o squalifiche condizionano le emozioni del bambino e non risolvono il problema alimentare.

7. Mai dire “Mangi come un bambino” ai bambini che non vogliono mangiare

Questa frase, ovvero dire “quanto sei delicato, non sembri tuo nonno!”, è molto negativa, poiché i bambini le percepiscono come squalifiche o confronti che hanno un’alta carica emotiva. Non dobbiamo dimenticare che i piccoli vanno rispettati, anche se si rifiutano di mangiare.

8. “Tanti bambini soffrono la fame e tu lasci così tanto cibo nel piatto”.

Se i bambini non sono responsabili del nostro benessere, lo sono molto meno di quello del resto dei bambini del mondo. Non crediamo che, dicendo questo tipo di frasi, rendiamo consapevole nostro figlio della grave situazione di molti piccoli sul pianeta. Al contrario, l’unica cosa che otteniamo è farli stare male per i loro gusti e le loro decisioni.

9. “Se lo mangi tutto, ti do un gelato.”

Premiare o punire quando un bambino mangia non è una buona risorsa. Così, finirà per associare che c’è cibo cattivo e cibo buono, a seconda che lo premiamo o lo puniamo. Questo non aiuterà la sua esperienza con il cibo e sarà ancora più riluttante a provare altri cibi.

Frasi che possono far male quando i bambini non vogliono mangiare

È vero che l’ora dei pasti può diventare un calvario per i genitori quando i bambini non vogliono mangiare. In ogni caso, ci sono alcune cose che non dovreste fare se volete che questa situazione migliori. Ad esempio, potete iniziare eliminando alcune delle frasi che abbiamo discusso in questa raccolta dal vostro vocabolario. Con esse, l’unica cosa che si riuscirà a fare è trasformare questo momento in un vero incubo per tutta la famiglia.

Potrebbe interessarti ...
Mangiare le noci in gravidanza: sì o no?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Mangiare le noci in gravidanza: sì o no?

È possibile includere e mangiare le noci in gravidanza? Sono alimenti benefici carichi di nutrienti essenziali.



  • Chueca, A. S., & Zaragozano, J. F. (2009). Problemas de los niños a la hora de comer. Comedores resistentes y neofobia alimentaria. Boletín de la Sociedad de Pediatría de Aragón, La Rioja y Soria, 39(1), 12-16
  • Franco, L. V. (2006). El niño inapetente: Doctor, ¡Mi hijo no quiere comer!. Revista Mexicana de Pediatría, 73(4), 157-158.
  • Ortíz, H., & Barragán, A. (2012). Inapetencia infantil. Gastrohnup, 14(1), S35-S35.