Il bambino si gratta: cosa posso fare per aiutarlo?

È una preoccupazione estremamente comune tra le madri di neonati. Per quanto superficiali, molte volte le ferite possono infettarsi e questo preoccupa le mamme. Come possiamo agire di fronte a questo?
Il bambino si gratta: cosa posso fare per aiutarlo?

Ultimo aggiornamento: 28 dicembre, 2021

Una delle consultazioni più comuni nel pediatra ha a che fare con i graffi, principalmente sul viso. Domande del tipo ‘Cosa devo fare se il mio bambino si gratta?’, sono una questione di tutti i giorni. In questo articolo ti diremo come puoi agire in tal senso.

Il mio bambino si gratta: è normale?

Non preoccuparti, questo comportamento non è né cattivo né serio. Un bambino – soprattutto un neonato – ha le unghie troppo sottili e affilate, quindi è normale che, mentre dorme o con qualche movimento, finisca per grattarsi il viso.

Se a ciò aggiungiamo il fatto che la pelle dei bambini è molto sensibile e delicata, è comprensibile che lasci segni più profondi di quanto possa sembrare un ‘incidente’.

Una delle tante preoccupazioni delle mamme con bimbi di poche settimane ha a che fare con le conseguenze o le conseguenze di detti graffi. Più precisamente, vogliono sapere se avranno cicatrici.

Sebbene possano sembrare spessi e richiedere tempo per guarire, stai certo che questi segni sono superficiali e che una volta guariti, non saranno più evidenti.

Cosa devo fare se il mio bambino si gratta?

Oltre a non essere motivo di preoccupazione o qualcosa del genere, sicuramente vuoi evitare che il tuo bambino si gratti la faccia mentre dorme. Alcuni genitori scelgono di indossare guanti o muffole di cotone; Un’altra opzione è acquistare vestiti che includono già un’estensione sulle maniche.

Tuttavia, il lato negativo di queste alternative è che, prima di tutto, è scomodo per il bambino; secondo, funzionerebbero solo per l’inverno. Se fa caldo, oltre a darti fastidio, può generare sudore e persino funghi per la mancanza d’aria sulla pelle delle mani.

Alcuni bambini soffrono quando le loro unghie devono essere tagliate.

D’altra parte, un’altra risorsa per i bambini sotto i due mesi sarebbe quella di avvolgerli in una coperta sottile quando dormono, come se si stessero ‘abbracciando’. Tuttavia, non è nemmeno qualcosa di molto comodo e può persino essere pericoloso per la salute.

Pensa a quanto segue: non vorresti essere “legato” o indossare guanti quando vuoi muoverti liberamente. Pertanto, non fare lo stesso con il tuo bambino, almeno in certi momenti in cui le sue mani sono vitali, come quando è a contatto con il tuo seno durante l’allattamento.

Ci sono anche madri che tagliano le unghie dei bambini in modo che non si graffino. È molto importante che, se lo fai, hai la supervisione di un esperto – come un pediatra -. Tieni presente che un brutto taglio può rendere le tue unghie ancora più affilate, causando infezioni o addirittura lesioni.

I tagliaunghie speciali sono venduti nei negozi per bambini; Hanno quello che viene chiamato un punto smussato – smussato – ma richiedono anche una certa tecnica per manipolarli ed evitare problemi. Se non sei all’altezza, puoi sempre passare una lima morbida sulle unghie per evitare estremità taglienti, che sono la causa dei graffi.

“Un bambino ha le unghie troppo sottili e affilate, quindi è normale che, mentre dorme o con qualche movimento, finisca per grattarsi il viso”

Lesioni da graffio: come curare le ferite?

Come prima misura, se il tuo bambino si gratta molto più spesso di quanto tu tagli o limi le unghie, dovrai lavargli le mani e il viso molto bene con acqua tiepida e sapone neutro, senza profumo.

In questo modo eviterai che i tagli si infettino a causa di qualche microrganismo che si è depositato nelle unghie. Inoltre, idraterai la pelle in modo che i graffi non siano così gravi e guariscano più velocemente.

Tuttavia, non importa quanto ci prendiamo cura e proteggiamo i nostri figli, possono sempre farsi male e graffiare. Se per qualsiasi motivo quella ferita si infetta, dobbiamo agire il prima possibile. Alcuni suggerimenti per questi casi:

1. Lavare con acqua e sapone neutro, se il bambino si gratta

I neonati sono molto delicati; Qualsiasi profumo o fragranza è dannoso per la salute. Per lavare una ferita e disinfettarla è sempre meglio usare saponi neutri e acqua tiepida.

Tagliare le unghie se il bambino si graffia.

2. Attenuare il sanguinamento in caso di graffi

A volte i graffi sono così profondi da causare sanguinamento. Non innervosirti o preoccuparti; Pulisci l’area e poi applica una garza per fermare l’emorragia. Tieni presente che ci sono alcune aree del viso che sono più soggette a sanguinamento, ma questo non è comunque grave.

Finché il pediatra lo ritiene necessario e il graffio è stato ‘considerazione’, allora puoi metterci una piccola benda o un cerotto. I materiali devono essere ipoallergenici e non devono essere lasciati per molte ore; è meglio che la ferita “respiri” e guarisca da sola. Infine, non è nemmeno necessario mettere una crema o qualcosa del genere.

Potrebbe interessarti ...
Prurito in gravidanza? Ecco 10 rimedi per attenuarlo
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Prurito in gravidanza? Ecco 10 rimedi per attenuarlo

Il prurito in gravidanza di solito è fastidioso e influisce sulla qualità della vita. Stiamo per parlarvi di 10 rimedi casalinghi utili.