Mamme, ecco i trucchi definitivi per produrre più latte per il vostro bambino

Sapete quali sono i benefici del latte materno e volete qualche consiglio per aumentarne la produzione? Vi diciamo tutto in questo articolo.
Mamme, ecco i trucchi definitivi per produrre più latte per il vostro bambino

Ultimo aggiornamento: 30 dicembre, 2021

Sappiamo che ci sono molte mamme che sono costrette ad integrare l’allattamento al seno con l’allattamento complementare (latte artificiale) perché non hanno abbastanza latte per soddisfare il loro bambino. Questo può essere piuttosto frustrante per qualsiasi madre che vuole stabilire un buon allattamento al seno. Ecco perché oggi vi sveleremo alcuni trucchi per produrre più latte materno.

Ma ricordate: il modo migliore per aumentare la produzione di latte è allattare il bambino frequentemente e su richiesta. Anche se il vostro bambino non può allattare bene o non potete allattarlo frequentemente per qualsiasi motivo, questi suggerimenti vi torneranno utili.

Benefici del latte materno

A patto che lo consigli anche il pediatra, è raccomandato allattare i piccoli con il latte materno almeno fino al raggiungimento dei 6-8 mesi. In questo senso, ci sono prove sufficienti per sostenere che i benefici del latte materno sono molteplici e aiutano nello sviluppo e nella prevenzione delle malattie del bambino. Inoltre, secondo uno studio pubblicato dall’Università di Granada, i bambini allattati al seno hanno ottenuto risultati migliori nei test di intelligenza.

Tuttavia, presentiamo alcune considerazioni preliminari per sapere se il vostro piccolo beve abbastanza latte e quali sono gli aspetti che influenzano la sua produzione in modo da avere informazioni complete prima di applicare i consigli che forniamo qui.

Come sapere se il bambino sta assumendo abbastanza latte materno?

A volte le mamme sentono di non dare abbastanza latte ai loro piccoli, ma bisogna accertarsene prima di prendere qualsiasi tipo di decisione. Per questo è importante saper distinguere quali sono i segni che indicano che il bambino sta già bevendo abbastanza latte e imparare a non preoccuparsi eccessivamente. Per fare ciò, riconsiderate quanto segue:

  • Peso del bambino: se l’allattamento al seno è corretto, il peso del bambino aumenterà. Certo, tenete presente che il piccolo perderà qualche chilo nei suoi primi giorni di vita, ma si riprenderà nelle settimane successive.
  • Il cambio del pannolino si fa frequentemente: il numero di pannolini è un buon indicatore per sapere se il bambino si sta nutrendo bene. In questo senso si avvicina il passaggio a 6 pannolini al giorno.
  • Il periodo della lattazione: i neonati allattano da 8 a 12 volte al giorno, ogni 2 o 3 ore circa. Tuttavia, man mano che crescono, la domanda aumenta. Pertanto, è normale per 7-9 assunzioni giornaliere a 4 settimane e così via.
  • Il bambino è calmo durante le poppate: è importante osservare l’umore del bambino durante la poppata. Se è calmo e non arrabbiato, è un buon segno che è attivo e predisposto a ricevere i nutrienti necessari.

Quali aspetti influenzano la produzione di latte materno?

Ci sono alcuni fattori che dovrebbero essere considerati quando si consulta lo specialista per controllare e verificare correttamente il motivo per cui si verifica una diminuzione della quantità di latte materno. Tra questi si possono considerare:

  • Aspettate troppo a lungo per iniziare ad allattare.
  • Non allattate abbastanza spesso a causa di capezzoli irritati o stress.
  • Assunzione di alcuni farmaci (contraccettivi ormonali o contenenti pseudoefedrina).
  • Il bambino non si attacca bene al capezzolo ad ogni poppata.
  • Chirurgia del seno.
  • Bambino prematuro.
  • Ipertensione gestazionale.
  • Obesità.
  • Diabete di tipo II.

10 trucchi definitivi per produrre più latte

Seguendo la guida fornita dalla specialista Mónica Solano Pochet nel suo studio del 2020, presentiamo di seguito i trucchi definitivi per aumentare la produzione di latte per il vostro bambino, tenendo conto del programma di alimentazione e di altri fattori che possono influenzare questo processo.

1. Allattare al seno il prima possibile dopo il parto e allattare frequentemente

Si consiglia di non aspettare molto dopo il parto per iniziare ad allattare il piccolo. In questo senso, di solito si inizia circa un’ora dopo, ma in caso di recupero da taglio cesareo o altri motivi, si può iniziare più tardi.

In ogni caso, si consiglia di consultare le ostetriche o il personale che vi assiste per accertarsi e seguire le linee guida stabilite. Non preoccupatevi troppo e godetevi questo momento speciale.

2. Rispettare gli orari del bambino

A volte, soprattutto nelle neomamme, è consuetudine fare le riprese quasi a tempo per sapere quando è prevista la prossima. Questo non è affatto male, è bene avere un po’ di controllo per informare gli specialisti. Tuttavia, l’ideale è offrire il seno su richiesta.

Guardate il piccolo mentre il tempo passa; ogni bambino ha il suo ritmo e alcuni tornano ad avere fame ogni due ore e altri bevono a intervalli meno fissi. Inoltre ci sono bambini che si accontentano in 5-10 minuti prendendo la stessa quantità di altri che, magari, hanno bisogno di più tempo.

3. Riposarsi e seguire una corretta alimentazione, uno dei trucchi definitivi per produrre più latte

È molto importante mantenere una buona alimentazione e, se possibile, potersi riposare anche in piccoli intervalli di tempo (quello che il piccolo permette). Il fabbisogno calorico si basa su età, peso, altezza e attività, ma tenete presente che in generale una dieta equilibrata si compone di circa 2.500 kcal, rispettando la piramide nutrizionale.

Nelle donne in sovrappeso o obese, l’assunzione di 500 kcal/giorno dovrebbe essere limitata rispetto alla quantità consigliata e all’esercizio. Allo stesso modo, le diete vegetariane hanno un rischio maggiore di carenze di minerali, vitamine e proteine, ma possono essere integrate con calcio, vitamina D e B12, tra gli altri. L’ideale, in questi casi, è chiedere al medico ed effettuare un monitoraggio continuo.

4. Tiralatte dopo l’allattamento

Se allattate il vostro bambino a intervalli regolari, estrarre il seno un’ora dopo ogni poppata può aiutarvi ad aumentare la produzione di latte. Se, ad esempio, allattate il bambino ogni tre ore, un’ora dopo la poppata, dovrete dedicare alcuni minuti (almeno 15) a estrarre più latte. L’idea è di pompare abbastanza a lungo per aumentare la produzione, ma per riservare il latte per la prossima poppata.

7_myths_about_breastfeeding-001

È importante assicurarsi di avere un tiralatte di qualità. Se non è così, è probabile che non sarete in grado di ottenere buoni risultati. Potete ottenere un tiralatte di buona qualità, così noterete la differenza nella vostra produzione di latte.

5. Assicuratevi che il bambino si attacchi bene

Perché ci sia una buona produzione di latte è importante che il bambino si attacchi bene. Molte madri pensano di non avere abbastanza latte da sole, ma la realtà è che il bambino non lo sta prendendo bene. È necessario che la lingua del bambino sia visibile e che le sue labbra siano aperte, inoltre il capezzolo e l’areola saranno completamente inseriti nella bocca del bambino, favorendo una buona suzione.

Quando andate ad allattare il bambino, se non si attacca bene, fate scivolare il mignolo nella bocca vicino al capezzolo in modo che si stacchi dal seno. Quindi, usate il capezzolo per solleticare il labbro del bambino e, quando spalanca la bocca, piegate il seno fino all’intera areola. Con un buon attaccamento alla tettarella, il bambino potrà aspirare bene il latte.

6. Allattare da entrambi i seni, uno dei trucchi definitivi per produrre più latte

Dovete assicurarvi che il bambino stia prendendo da entrambi i seni durante una sessione di allattamento al seno. Ogni volta che inizia a succhiare comodamente o se vedete che perde interesse o inizia ad addormentarsi, prendete questo come un segnale per cambiare lato e allattare dall’altro seno. Questo stimolerà il vostro seno a produrre più latte e assicurerà che sia ben drenato.

trucchi per produrre più latte

Inoltre, in questo modo vi assicurerete completamente che lo abbia svuotato bene e che abbia preso la parte più nutriente; poiché, all’inizio, viene offerto il latte più annacquato per dissetarsi e alla fine viene prodotta la quantità che contiene grassi e vitamine.

7. Massaggiare il seno, uno dei trucchi definitivi per produrre più latte

Secondo la Guida all’allattamento 2020 redatta dall’Associazione delle ostetriche di La Rioja, si consiglia di massaggiare il seno per rafforzare i capezzoli e stimolare, a poco a poco, la discesa del latte. Per eseguire questo massaggio, dovrete solo seguire i seguenti passaggi per simulare il riflesso di “alzarsi e abbassarsi” che il piccolo esegue durante la suzione:

  1. Per ottenere un effetto simile con il massaggio, si consiglia di fare prima una doccia con acqua calda sul petto.
  2. Il primo passo è strofinare i polpastrelli dalla base del torace verso l’areola.
  3. Posizionate la mano sul petto a forma di “C”, appoggiando il pollice sulla parte superiore a circa 3 cm dall’areola e il palmo della mano sulla parte inferiore.
  4. Fate un movimento di “mungitura”, cioè strofinate il petto all’indietro (come se il petto si abbassasse un po’) e in avanti mentre premete come se volessi unire le dita.

Questo movimento deve essere ripetuto lentamente e ritmicamente, in modo che sia comodo. Inoltre, un’estrazione manuale richiede tra 20-30 minuti; quindi ricordatevi di alternare petto e petto per 5-10 minuti. Tenete presente che questa tecnica richiede pratica, quindi se all’inizio non producete molto latte, non preoccupatevi, con i giorni uscirà sempre meglio.

8. Addio ciucci?

Alcune persone pensano che ogni volta che il bambino succhia il ciuccio (nei momenti in cui non state allattando) sia tempo sprecato per stimolare la produzione di latte. Tuttavia, le prove attuali suggeriscono che questi non interferirebbero realmente con l’instaurazione o il mantenimento della lattazione.

Non preoccupatevi, quindi, troppo di questo fattore, ma cercate di monitorare l’uso del ciuccio; se lo richiede durante le poppate e avvisate il medico se mantiene questa abitudine per lungo tempo.

9. Indossare il reggiseno appropriato

Indossare un reggiseno stretto sul seno o troppo stretto può causare problemi con il flusso del latte. Inoltre, dovete anche prendere in considerazione il materiale con cui è realizzato. Quindi, cercate di optare soprattutto per il comfort e una buona presa.

Il reggiseno sbagliato a volte può portare a dotti lattiferi ostruiti. Questo è indubbiamente scomodo e può anche causare la mancanza di quantità di latte sufficienti per soddisfare i bisogni fisici del bambino.

Consultare i professionisti della lattazione e ricordare i trucchi definitivi per produrre più latte

È possibile che, nonostante tutti i vostri sforzi, ci sia la possibilità che qualcosa non vada nella vostra fornitura di latte. In questo senso, un professionista medico sarà specializzato nell’aiutarvi a stabilire un buon rapporto con l’allattamento al seno e nel risolvere i possibili problemi che state presentando.

Sarà lui a consigliarvi di prendere eventuali supplementi per rafforzare le riserve o altre possibili alternative. Inoltre, non dimenticate che i gruppi di sostegno alla famiglia e all’allattamento saranno anche pilastri fondamentali di fronte a qualsiasi domanda o difficoltà che proverete in questo nuovo processo.

Potrebbe interessarti ...
Il colore del latte materno: cosa c’è da sapere a riguardo?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Il colore del latte materno: cosa c’è da sapere a riguardo?

Sapevate che il colore del latte materno varia nel tempo? Anche se molte volte è fisiologico, altre, invece, è meglio rivolgersi al medico.