5 problemi che derivano dall’allattamento materno e le loro soluzioni

30 Agosto 2018
Allattare è bellissimo e offre molti benefici sia alla madre che al bambino. Tuttavia, non mancano i problemi che derivano dall'allattamento materno. Vi diciamo i 5 più importanti.

Il miglior regalo che una madre possa dare nella vita al proprio bebè consiste nell’alimentarlo con latte materno fin dalla sua nascita. Ciononostante, a volte non è facile adottare con successo un’alimentazione a base di latte materno, soprattutto se siete mamme per la prima volta. Essere ben informate può aiutarvi a risolvere i problemi che derivano dall’allattamento materno.

Per il vostro bebè non esiste alimento migliore del latte che viene prodotto dal vostro corpo dopo il parto. Il momento di allattare il neonato deve rappresentare un’occasione di calma e tranquillità, non di paure e traumi. Conoscere le cause dei problemi che derivano dall’allattamento materno può aiutarvi a prevenirli o a risolverli.

5 problemi che derivano dall’allattamento materno

Decidere di nutrire il vostro bebè con latte materno è un’ottima decisione. Imparare ad allattare, però, può risultare complicato. I problemi che derivano dall’allattamento materno aumentano le possibilità di uno svezzamento precoce o di un cambiamento di alimentazione del bebè.

Leggendo il seguente elenco, scoprirete quali sono gli ostacoli più comuni che potete trovarvi ad affrontare all’inizio dell’allattamento materno.

1. Presa sbagliata del capezzolo

Uno dei maggiori problemi che derivano dall’allattamento materno consiste in una presa sbagliata del capezzolo. Nelle righe che seguono ne analizzeremo la difficoltà e la soluzione.

Problema. Il bebè non succhia bene dal seno, perché prende il capezzolo solamente con le labbra, provocando così altri problemi.

Soluzione. Utilizzate le vostre dita indice e medio come una pinza, per afferrare il capezzolo e introdurlo dolcemente nella bocca del bebè. Dovete assicurarvi che il capezzolo e parte dell’areola rimangano dentro la sua bocca.

2. Produzione scarsa oppure abbondante di latte materno

Problema. Durante i primi mesi successivi al parto, i cambiamenti ormonali incrementano o diminuiscono la produzione di latte materno.

Soluzione. Fate in modo che siano le richieste del bebè a stabilire la prassi sulla quale regolare la produzione di latte materno. Quando si ritiene che la produzione sia abbondante, si raccomanda di offrire al bebè solo un seno per ogni poppata. In caso contrario, offrire il petto alla libera richiesta del bebè rappresenta il modo migliore per stimolare la produzione di latte materno in maniera naturale.

Per il vostro bebè non esiste alimento migliore del latte che viene prodotto dal vostro corpo dopo il parto

Consiglio. Come potete sapere se state producendo la quantità di latte materno adatta per il vostro bebè? Dovete capire se il piccolo sporca il pannolino con la frequenza giusta per la sua età. Inoltre, accertatevi che stia guadagnando peso in maniera normale: se le cose stanno così, non avete motivo di preoccuparvi.

3. Rifiuto del seno

Problema. Il bebè rifiuta il seno per qualcuna delle seguenti ragioni:

  • Una brutta esperienza, che deriva da una presa sbagliata del capezzolo o da una postura inadeguata.
  • Il bebè ha già provato a succhiare il biberon e si accorge che estrarre il latte dal vostro seno richiede uno sforzo maggiore.
  • Potrebbe trovare sgradevole l’odore o il sapore generato da qualche prodotto che utilizzate sulla vostra pelle, come un profumo o una lozione.

Soluzione. Evitate l’uso di cosmetici sulla pelle del vostro seno e continuate a offrire quest’ultimo al bebè. Allo stesso modo, evitate di utilizzare il biberon o il ciuccio. Portate pazienza e tenete il bebè al seno per il tempo di cui ha bisogno per stimolare il suo riflesso di suzione.

“I problemi che sorgono durante la fase dell’allattamento materno aumentano le possibilità di uno svezzamento precoce o di un cambiamento nell’alimentazione del bebè.”

4. Screpolature e dolore ai capezzoli

Problema. La causa di questo frequente problema è dovuto a una posizione sbagliata del bebè rispetto al seno oppure a una cattiva suzione da parte sua.

Soluzione. Provate diverse posizioni per dare il seno al bebè, fino a trovarne una nella quale vi sentiate entrambi a vostro agio. Per agevolare l’uscita del latte, si raccomanda di applicare dei panni caldi al seno, prima di allattare. Questo accorgimento aiuterà a evitare un po’ di dolore, quando il bebè inizierà a succhiare.

Inoltre, per ridurre l’impatto dato dalla forza di suzione del bebè, potete impiegare dei tiralatte. Allo stesso modo, potete utilizzare alcune goccioline del vostro latte materno come lubrificante per questa zona o usare delle creme per rinnovare il tessuto ed evitare che si screpoli ancora di più.

Spesso, i problemi che derivano dall'allattamento materno sono dovuti a una presa errata del capezzolo

5. Mastite

Problema. Il seno rimane congestionato a causa di un condotto mammario bloccato, oppure perché si lascia passare troppo tempo tra una poppata e l’altra. Questo latte materno caldo è l’ambiente preferito dai germi che producono un’infezione.

Sintomi della mastite. La zona in questione risulta calda al tatto, dura, sensibile, dolorante, arrossata, con presenza di febbre e ostruita.

Soluzione. La soluzione migliore a questo problema è rappresentata dalla frequente suzione da parte del bebè. È importante chiarire che questa infezione non è dannosa, per lui. Vi consigliamo di consultare un professionista, che vi prescriverà un antibiotico per combattere l’infezione dall’interno.

Trovarsi a dover affrontare problemi che derivano dal’allattamento materno è molto comune: quindi, non dovete scoraggiarvi. Ogni inconveniente ha una soluzione, che la maggior parte delle volte è più facile di quanto immaginate. Dovete solo essere molto pazienti e ottimiste, certe di superare ogni difficoltà.