Sesso dopo il parto: tutto quello che c’è da sapere

23 Luglio 2018
Riallacciare relazioni sessuali dopo il parto richiede certamente un po' di tempo. Il corpo della madre e la mente di entrambi i genitori devono adattarsi ai cambiamenti avvenuti e il sesso a volte passa in secondo piano.

Diciamo la verità: i neogenitori fanno meno l’amore, almeno all’inizio. Infatti, il sesso dopo il parto non è semplice come può sembrare. Sia per il processo di recupero corporeo, sia per le attenzione che in questo momento sono tutte rivolte al bebè.

Dopo il parto, il corpo ha bisogno di tempo per recuperare. Questo processo dura normalmente tra le 4 e le 6 settimane. Potreste sperimentare fatica, dolore fisico, cambiamenti emotivi. Tutto ciò richiederà del tempo per poter tornare ad un normale equilibrio.

In generale, a meno che non ci siano complicazioni, non esistono controindicazioni per quanto riguarda il sesso dopo il parto. Si raccomanda di farlo senza nessuna pressione e solo quando la donna si sente mentalmente e fisicamente pronta. Ci si deve concedere del tempo di transizione.

Sesso dopo il parto: cosa c’è da sapere

Sia la neo mamma che il neo papà possono sperimentare minore interesse nel sesso. Questo perché si deve trovare un nuovo equilibrio che rispetti la stanchezza e l’emotività post parto, la nuova genitorialità e i cambiamenti fisici. Ciò si applica tanto alle donne quanto agli uomini.

L’aspetto emotivo e psicologico della donna, così come dell’uomo, richiede del tempo per trovare una nuova stabilità. Mentre durante la gravidanza ci sono 9 mesi per adattarsi ai cambiamenti, dopo il parto le trasformazioni sono radicali.

La riorganizzazione ormonale, tipica delle prime settimane post parto, sembra andare contro l’intimità di coppia, perché provoca momenti di tristezza ed apatia. Tutti questi sentimenti confusi nella mente della donna non giovano ad una possibile intimità con il partner.

La diminuzione degli estrogeni e l’aumento della prolattina, l’ormone dell’allattamento, implicano la perdita di appetito sessuale e la riduzione della lubrificazione vaginale.

sesso dopo il parto

Cause che influiscono nel sesso dopo il parto

Questi sono i fattori che influiscono direttamente sulla difficoltà nel ritrovare l’intimità sessuale dopo il parto:

  • Dolore

Per alcune mamme, il sesso dopo il parto è causa di dolore. Generalmente è causato da episiotomia e dai punti di sutura. Comune e normale è che l’area perineale resti sensibile per un po’ di tempo dopo la cicatrizzazione.

  • Stanchezza

Occuparsi del bebè 24 ore su 24 è stancante fisicamente ed emotivamente. Quando si va a letto, soprattutto i neo genitori, pensano solo a dormire.

  • Percezione del proprio corpo

Molte donne non si sentono attraenti dopo aver partorito, come risultato, la libido si abbassa vertiginosamente. Se vi succede, non preoccupatevi; è possibile che abbiate bisogno di un po’ di tempo per recuperare la forma fisica.

Il sesso è come la memoria: se non la utilizzi, scompare.”

-Eduardo Punset-

Quando fare sesso dopo il parto?

Non c’è un tempo definito per ricominciare a fare sesso dopo aver dato alla luce. A livello medico, niente impedisce di fare sesso anche pochi giorni dopo il parto. Tuttavia, il sanguinamento può durare dalle 2 alle 4 settimane, la stanchezza fisica e eventuale episiotomia possono ritardare il ricominciare dei rapporti intimi.

A volte, le coppie aspettano qualche settimana o anche qualche mese. Anche perché il sanguinamento e la secchezza vaginale sono un freno per il recupero dell’atto sessuale.

Certamente, l’ideale sarebbe non aspettare troppo. I timori e le tensioni si possono accumulare e la distanza di coppia può aumentare dopo il parto.

Per evitare tutto ciò, la chiave è mantenere una buona comunicazione e non perdere il contatto con l’altro. I massaggi, le coccole, i baci aiutano a mantenere il legame e possono riaccendere la scintilla quando sarà il momento.

Diminuzione della libido: perché succede?

Con l’arrivo del bebè tutte le donne sperimentano un calo della libido dovuto a fattori ormonali, che dura dalle 4 alle 5 settimane dopo il parto. Esistono diversi fattori che possono contribuire alla perdita della libido. Ecco quali sono.

  • Il bebè si accaparra tutte le attenzioni: questa nuova responsabilità richiede tutte le attenzioni dei genitori.
  • Secchezza vaginale: gli ormoni della gravidanza che stimolano la produzione di latte, possono provocare secchezza nelle parti intime.
sesso dopo il parto

  • Cicatrici dolorose: le cicatrici da episiotomia e taglio cesareo sono spesso dolorose e le mamme temono che peggiorino durante il rapporto sessuale.
  • Non sentirsi bene con sé stesse: alcune neo mamme si preoccupano per il loro aspetto fisico e non si sentono più attraenti come prima della gravidanza.
  • Il padre si sente rifiutato: la nuova paternità influisce sulla sessualità e su una possibile diminuzione del desiderio.
  • Il senso di colpa del padre: il padre ha desiderio di ritornare ad una vita sessuale ma, spesso, ha timore di fare del male alla propria partner.

In conclusione, il sesso dopo il parto è una piccola trasformazione. Se dopo tutti questi consigli, continuate ad avere problemi, vi consigliamo di parlarne con il ginecologo per accertarvi che non ci siano eventuali problemi fisiologici che possono influire sulla situazione.