Violenza domestica: come colpisce i figli?

Quando la madre è vittima di abusi ei bambini sono testimoni di questa violenza, le conseguenze possono essere gravi per loro.
Violenza domestica: come colpisce i figli?

Ultimo aggiornamento: 03 ottobre, 2022

Quando si parla di violenza domestica, l’approccio è spesso limitato alle donne che ne soffrono. Tuttavia, le sue conseguenze si estendono a tutti i membri della famiglia. Nel caso dei bambini la situazione è più delicata, poiché assistere alla vittima di abusi della madre ha effetti simili perché anche loro vivono nella violenza.

Conseguenze della violenza domestica sui bambini

Essere smascherati e assistere agli abusi della madre è una delle situazioni più stressanti e dolorose per i bambini. Inoltre, questo può avere conseguenze a livello fisico, comportamentale e psicologico.

Alcuni dei sintomi più comuni nei bambini che osserviamo in questa situazione sono i seguenti:

  • Difficoltà ad addormentarsi, incubi e risvegli notturni.
  • Disturbi somatici, come allergie, mal di stomaco o mal di testa.
  • Cambiamenti nella dieta, come perdita di appetito.
  • Regressioni nel comportamento, come la perdita del controllo dello sfintere o il ritorno del dito in bocca.
  • Provare ansia o paura quando si incontra l’abusante o qualsiasi altro estraneo. Possono verificarsi anche sentimenti di rabbia, colpa o vergogna.
  • Difficoltà nel rendimento scolastico. Di solito c’è iperattività e perdita di concentrazione.
  • Perdita di abilità sociali. Hanno anche problemi di relazione, sia nel presente che nelle loro relazioni adulte. Ad esempio, durante l’infanzia possono sperimentare problemi comportamentali, come aggressività, impulsività, confronti con i loro coetanei o crudeltà verso gli animali, tra gli altri. Dal momento che sono cresciuti in un ambiente ostile e tossico, imparano che questa è la norma e possono essere sia vittime di abusi nelle relazioni successive che futuri autori.
  • Bassa autostima, a causa di sentimenti di impotenza e mancanza di protezione.
  • Condotta criminale o legata all’abuso di sostanze.
I bambini che assistono alle violenze subite dalla madre hanno spesso incubi o hanno difficoltà ad addormentarsi.

Cambiamenti nei rapporti con i genitori

Il modo in cui la violenza incide sul rapporto che questo bambino ha con i suoi genitori merita una sezione speciale. L’infanzia attraversa un turbine di emozioni, perché non capisce cosa sta succedendo. È così che, nel tempo, viene sollevata l’ambivalenza di provare sentimenti negativi sia nei confronti del padre per aver maltrattato la madre, sia nei confronti della madre stessa, che non ha potuto uscire di casa e impedire che i suoi figli venissero cresciuti in un contesto ostile. A volte, quando la donna è vittima di abusi, non possono vederla in quel modo, ma anche come responsabile di non aver reagito a quella situazione, che le lascia avvolte nel senso di colpa, mentre interferisce nel rapporto che hanno con lei.

È così che il legame con entrambi i genitori si logora e attraversa tutti questi alti e bassi emotivi che mettono sotto controllo la salute mentale dei bambini.

Fattori che determinano l’impatto della violenza domestica

Ora sappiamo che quando la madre è vittima di abusi, le conseguenze arrivano anche ai figli che ne sono testimoni. Tuttavia, l’impatto sarà ridotto o più complesso a seconda di determinati fattori. Questi includono l’età e il livello di sviluppo del bambino, il periodo di tempo in cui è stato esposto alla violenza e il contesto familiare. A volte, avere altri membri della famiglia che forniscono supporto e accompagnamento può essere molto utile.

Al di là della violenza stessa, la cosa perversa di questo circolo vizioso è che i bambini ricevono un messaggio confuso e ambiguo: la violenza verso qualcuno che amano viene da qualcuno che amano anche loro. Di fronte a questa situazione, i minori non sanno come affrontare la violenza. Inoltre, se i piccoli hanno tra i 4 ei 5 anni, spesso si sentono in colpa e credono di essere la causa di “quelle brutte cose che accadono in casa”. Ecco perché l’intervento precoce è fondamentale.

violenza domestica
Nella maggior parte dei casi, i bambini non sanno come affrontare la violenza. Potrebbero anche sentirsi in colpa e credere di essere la causa del problema.

Non è tutto detto

È chiaro che assistere all’abuso di una madre non è una condizione ideale per la genitorialità e lascerà sicuramente delle conseguenze. Tuttavia, ciò non deve scoraggiare questi bambini, che poi diventeranno adulti, dal cercare e apprendere nuove modalità di relazione.

Sarà molto importante lavorare su ciò che si crede della violenza, dal momento che ha iniziato a far parte della vita in tenera età. Poiché i genitori sono i nostri modelli di comportamento e siamo modellati da ciò che vediamo e sentiamo da loro, ciò può portare alla creazione di modelli mentali distorti. D’altra parte, si dovrebbe lavorare anche sul trauma e sulle conseguenze dello stress post-traumatico.

Potrebbe interessarti ...
L’impatto della violenza domestica sui bambini
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
L’impatto della violenza domestica sui bambini

La violenza domestica o familiare è quell'atto che mette a rischio l'integrità fisica o la salute emotiva o psicologica, tramite percosse o minacce...



  • Bedoya, M. H. & Giraldo, M. L. (2011). Vivir la violencia materna. La voz de los niños y las niñas. Revista Latinoamericana de Ciencias Sociales, Niñez y Juventud, 2 (9), pp. 607 – 617.
  • Barudy J, Dantagnan M. Los buenos tratos a la infancia. Parentalidad, apego y resiliencia. Ed Gedisa, 2005.