Partorire in inverno: i pro e i contro

· 25 maggio 2018

Ogni stagione ha le proprie caratteristiche. Scoprite come possono influire quelle dell’inverno quando si avvicina il momento di partorire. Scoprite tutti i pro e i contro del partorire in inverno.

In inverno è necessario adottare misure totalmente diverse da quelle che possiamo mettere in pratica in altre stagioni. Nel caso in cui la nostra gravidanza possa arrivare al suo termine in inverno, dobbiamo prestare attenzione ad alcuni dettagli. Dopotutto, vogliamo goderci l’esperienza al massimo, indipendentemente dalla stagione.

La natura segue il proprio ritmo e la gravidanza fa lo stesso. Anche se non si può sapere con esattezza il giorno e l’ora della nascita del nostro bambino, a eccezione dei casi in cui il parto avviene tramite cesareo, quello che invece possiamo sapere è un intervallo di date nelle quali potrebbe venire alla luce il bambino.

Quanto coprire il neonato o se conviene uscire con lui per strada sono domande che molte madri si pongono quando scoprono che partoriranno in inverno. Nonostante alcune possano trovarlo negativo, altre lo vedono come il periodo ideale per dare il benvenuto al proprio bambino. Ognuna ha la propria opinione.

I benefici del partorire in inverno

“Le temperature fredde dell’inverno aiutano la madre a sopportare meglio i fastidi di una gravidanza in stato avanzato e del post parto.”

Una gravidanza in stato avanzato è quella in cui già si avvicina il felice momento di conoscere il bambino. Ma per la futura madre presuppone anche una lunga serie di fastidi, che diventano peggiori man mano che si avvicina il parto. Un grande vantaggio di soffrire di questi sintomi in inverno è che il freddo ci aiuterà a sopportarli meglio, così come i dolori del post parto.

Ad esempio, le vampate di calore sono uno dei principali fastidi di una gravidanza in stato avanzato. Le vampate che può arrivare a provare una donna in gravidanza possono farla sentire persino come se ospitasse “un forno” al suo interno. Durante l’inverno, questo fastidio può essere sopportato molto meglio rispetto ad altre stagioni.

L’inverno è anche un periodo in cui ci si può godere al meglio il calore della propria casa. Programmi tranquilli, lunghi pomeriggi in compagnia di coperta e divano, eccetera. Senza dubbio, questo è il momento perfetto per prendersi cura di sé, rilassarsi e prepararsi serenamente alla nuova vita che sta per arrivare.

Partorire in inverno

Se avete già partorito in inverno, è possibile che siate meno angosciate. Dal momento che la stagione si presta ad avere un ritmo più lento che è perfetto per adattarsi ai nuovi cambiamenti e godersi in casa i primi momenti con il vostro bambino.

Alcuni inconvenienti del partorire in inverno

Il freddo invernale mette molti dubbi su come potrà affrontarlo in bambino. Ma, d’altra parte, questo implica che possiamo sfruttare al meglio la moda della stagione e vestirlo con molti strati e ricercatezza. Fintanto che il bambino sia ben coperto, potete godervi delle brevi passeggiate all’aria aperta anche in questa stagione.

Il problema principale di questa stagione viene subito in mente: il freddo. Con le basse temperature e spesso il mal tempo, c’è una certa tendenza al letargo.

In inverno, i giorni sono più corti e le notti più lunghe. Ragione per cui si ha spesso la sensazione di non aver molto tempo né attività da fare. Nonostante ciò, poi ci rendiamo conto che le luci si accendono ovunque, i mercatini di Natale sono pieni di vita e c’è un ambiente festivo, per il Natale.

Vestitini per Natale

Uscire: ogni volta che è possibile e ben coperti

Qualsiasi scusa è buona per uscire. Camminare è un esercizio dolce e sano, che darà benefici sia alla madre che al bambino. Per una donna che ha appena passato un parto, uscire e fare esercizio sarà un aiuto fisico e psicologico. E anche se fa freddo, il piccolo appena nato ha bisogno di uscire: farà esperienza del mondo esterno e della luce del sole.

Per quanto riguarda i vestiti, dovete trovare dei vestiti comodi e caldi. Senz’altro, sono ottimi quelli di un tessuto denso (come la lana), poiché aiuteranno a conservare il calore. D’altro canto, quando arriva il momento di scegliere come vestirsi, tenete in conto i cambiamenti di temperatura dai luoghi chiusi all’esterno e viceversa.

Infine, evitate di uscire con dei vestiti umidi. Durante l’inverno è normale che i vestiti ci mettano di più ad asciugarsi e che acquisiscano o conservino l’umidità più facilmente. Così è più facile raffreddarsi, per cui è necessario fare molta attenzione.

Rispetto a quanti vestiti bisogna mettere al bambino, calcolate che dovrà avere uno strato in più rispetto a quanti ne avete voi. Questo sì, la testa deve sempre essere ben protetta, dal momento che è da questa parte del corpo che si disperde maggiormente il calore.

Molte persone parlano di una “stagione ideale” in cui far nascere i bambini. In realtà, si tratta di una questione di gusti: ognuna ha i suoi pro e i suoi contro. Ad ogni modo, oltre al freddo, quello che senza dubbio porterà l’inverno sarà una felicità indescrivibile per le madri che danno alla luce il proprio figlio.