I cambiamenti necessari per essere una buona madre

· 17 Novembre 2017

I sentimenti di una futura madre possono essere vari. Nella maggior parte dei casi, capita di non sentirsi pronte ad affrontare i cambiamenti che porta con sé l’arrivo di un neonato, né sicure di poter essere una buona madre. Di seguito troverete la testimonianza di una donna che è diventata madre e magari, proseguendo con la lettura, vi accorgerete di aver provato le stesse sensazioni.

Da quando ho conosciuto mio marito la mia vita è cambiata. In realtà, devo ammettere che i cambiamenti sono iniziati un po’ prima e questo processo di trasformazione ha fatto sì che incontrassi l’uomo che amo. Ora stiamo formando una famiglia e si realizzerà il mio grandissimo desiderio di diventare madre.

Lo ammetto, come la maggior parte delle donne del pianeta, desidero essere madre. Voglio tenere mio figlio tra le braccia e amarlo come nessun altro. Sogno di allattarlo, fargli il bagnetto e guardarlo mentre dorme. Voglio vedere il suo sorriso ogni mattina e asciugare le sue lacrime con i miei baci.

Voglio essere madre, ma non solo questo. Vorrei essere la migliore madre del mondo, la migliore per mio figlio. Vorrei guidarlo con chiarezza, carattere e tenerezza. Una madre che gli permetta di sviluppare le proprie potenzialità. Che gli insegni il significato e il valore della libertà, della bellezza, del lavoro onesto, dei sorrisi sinceri, del tempo trascorso in famiglia o dedicato a se stessi e del vero amore.

Voglio che mio figlio, oltre ad essere ammirevole, sia anche felice. E ogni giorno capisco che noi esseri umani apprendiamo di più grazie ad un buon esempio, piuttosto che attraverso le parole. Perciò le mie riflessioni mi spingono ad essere un modello. Ora più che mai so che, per essere una buona madre, devo cambiare“.

Una buona madre culla il bebè tra le braccia.

I cambiamenti necessari per essere una buona madre

“Onestamente, penso di essere una brava persona, ma sono altrettanto convinta di avere molti difetti su cui devo lavorare per migliorarmi. Sono sicura che tutti i giorni ci vengano offerte delle opportunità per migliorare come esseri umani, per correggere i nostri errori e arrivare a essere la persona che desideriamo.

Una delle migliori lezioni che ho appreso è che la vita è sinonimo di cambiamento. Le circostanze mutano continuamente. Il mondo è in costante trasformazione e dobbiamo esserlo anche noi. Se non lo facciamo, i cambiamenti ci travolgono anche se non vogliamo.

Il miglior percorso di cambiamento è quello che intraprendiamo consapevolmente. È quello in cui noi stessi decidiamo di investire le nostre forze e avanziamo poco a poco, secondo i nostri ritmi e con gioia.

Sono convinta di dover coltivare le mie virtù, come la dolcezza e la delicatezza, poiché temo si siano un po’ perse a causa del forte impatto con il mondo esterno. Un mondo dominato da uomini e donne che competono con veemenza nel mondo del lavoro e nel quale mi sono inserita anch’io dopo la laurea. Questo, in parte, mi ha inaridito, altrimenti non avrei mai potuto lasciare indietro tutte quelle persone per proseguire la mia carriera.

Ora che sta nascendo la mia famiglia e che sento più forte che mai il desiderio di essere madre, torno a pensare a me stessa e ai mille aspetti di me che devo addolcire”.

abbraccio di famiglia

Mi sto preparando all’arrivo di mio figlio

“Mio marito ha fatto in modo che rifiorissero in me alcuni aspetti che avevo dimenticato. Anche se il suo amore fa rinascere la tenerezza, mi rendo conto che mi manca la fermezza. Fermezza che non deve essere brusca, ma anche dolce e amabile.

Ho molto da imparare e anche da insegnare a mio figlio. Tengo in serbo tantissimi momenti dolci per avere sempre un sorriso per lui. Sto rimodellando la mia personalità, in modo che possa avere una buona madre, virtuosa e saggia. Una madre che si sta trasformando e si prepara a cullare il figlio tra le sue braccia.

Mi sto preparando a ricevere mio figlio in un ambiente perfetto per lui. Sono certa che le anime, prima di nascere, scelgano coloro che saranno i loro genitori. Più amorevole è l’accoglienza e più desiderati sono i figli, più nobili sono le anime che si incarneranno nei piccoli. L’ho letto in un libro e, in realtà, ci credo fermamente, così come credo che la vita sia cambiamento. Perciò ho deciso di diventare una donna migliore e, di conseguenza, una buona madre, una madre migliore. Così potrò accompagnare il mio bambino nel corso della vita”.