Primi mesi di vita del bebè: tutto quello che c’è da sapere

11 maggio 2018

“È la fase delle mille domande e dei mille dubbi, in cui si presta attenzione a ogni minimo dettaglio. Oggi, ripassiamo insieme le trasformazioni e i cambiamenti nei primi mesi di vita del bebè.”

Dal momento in cui viene al mondo fino ai primi mesi di vita noterete come il bebè passi la gran parte del suo tempo a dormire, avrà il singhiozzo e starnutirà spesso. Oggi, ripassiamo insieme tutte le caratteristiche che definiscono questa fase di crescita del bebè.

Come nutrirlo, quando lavarlo, come occuparsi del cordone ombelicale e in che modo igienizzarlo… I dubbi all’ora di occuparsi di un neonato sono milioni, ancor più quando si è una mamma alle prime armi.

Mamme, non disperate! Molte cose possono allarmarvi anche quelle che in realtà sono molto comuni nella fase di crescita del neonato. L’importante è fornire al piccolo le cure necessarie e nel caso, chiedere aiuto ad uno specialista per controllare qualsiasi anomalia possa sorgere.

Caratteristiche dei primi mesi di vita del bebè

Durante il primo mese di vita il bebè presenta i seguenti comportamenti:

  • Dorme dalle 14 alle 16 ore al giorno. Si sveglierà per brevi periodi, tra le 7 e le 12 volte al giorno, soprattutto per mangiare.
  • Inizialmente, non sarà in grado di vedere. Con il passare del tempo otterrà la vista a poco a poco.
  • Potrebbe perdere peso, anche se lo si nutre ogni volta che ne manifesta il desiderio. È del tutto normale nei bebè.
  • Avrà il singhiozzo e starnutirà spesso. Anche se questo non rappresenta problemi digestivi o respiratori.
  • Può defecare dalle 4 alle 5 volte al giorno e urinare 2/3 volte. Le feci a questa età sono verdognole e liquide.
  • La sua respirazione può essere rumorosa ed irregolare, soprattutto mentre dorme. Non è per niente strano.
primi mesi di vita del bebè

Le trasformazioni del bebè durante i primi mesi di vita

Trattandosi dell’inizio della sua nuova vita, noterete come le funzioni del bebè vadano via via “attivandosi”. Con il tempo imparerà a distinguere i volti familiari e anche a sorridere. Inoltre cominceranno ad attirare la sua attenzione i colori, le luci e i suoni.

Rispetto al lato affettivo è molto importante che il bebè si senta sempre sicuro e protetto. A dispetto di quel che si dica non è un comportamento scorretto tenere spesso il bebè in braccio, anzi. La compagnia costante e il sentirsi protetto lo calmeranno all’istante e gli conferiranno sicurezza.

La costruzione del legame affettivo è fondamentale, soprattutto nei primi mesi di vita del bebè. Il neonato riesce a riconoscere la madre anche grazie all’odore. Istintivamente si appella così al pianto per attirare la sua attenzione e soddisfare i suoi bisogni.

Attenzione: il vincolo affettivo non è esclusivo della figura materna. Anche il padre può, e deve, partecipare attivamente nella crescita del piccolo. Il suo unico limite si presenta all’ora della pappa. Per il resto è molto importante che assuma un ruolo centrale nella vita del bebè.

Cose da tenere in conto per i primi mesi di vita

Dovete sempre tenere bene a mente che il bebè è un esserino fragile, bisognoso di protezione. Dopotutto è appena venuto al mondo e come tale, ha bisogno di adattarsi.

Fate attenzione ai microbi provenienti dal mondo esterno. La stanza del bebè deve essere un posto illuminato, caldo e libero da qualsiasi contaminazione. Inoltre è importante limitare le visite in questo periodo. Fate in modo che non siano invasive per il bebè e che durino al massimo 20 minuti, giacché i bebè si stancano facilmente.

primi mesi di vita del bebè

In quanto all’igiene, due cose fondamentali dovete sapere:

  1. Fare il bagnetto ogni giorno, con acqua calda e in un’ambiente caldo. Fate molta attenzione a non far finire acqua negli occhi o nelle orecchie.
  2. Il cordone ombelicale cade tra il sesto e il quindicesimo giorno di vita. Il bagnetto quotidiano è sufficiente a tenerlo pulito, anche se alcuni medici raccomandano di utilizzare l’alcol.
  3. Le piccole unghie del bebè cominceranno a crescere e potrebbe farsi male da solo. Non dimenticate di accorciarle quando necessario.

“Sempre dobbiamo tenere ben presente che un neonato è una creatura estremamente delicata”.

Per quanto riguarda l’alimentazione nei primi mesi di vita del bebè niente è meglio del latte materno. Si raccomanda che sia questa l’unica alimentazione del piccolo per i primi sei mesi, sempre che non ci siano complicazioni.

 

 

Guarda anche