Carie nei denti da latte: è necessario intervenire per curarle?

I denti da latte svolgono un ruolo importante nello sviluppo della bocca dei più piccoli. Pertanto, prendersene cura fin dall'infanzia, intervenendo in caso di carie nei denti da latte, è essenziale.
Carie nei denti da latte: è necessario intervenire per curarle?

Ultimo aggiornamento: 20 marzo, 2022

Molti genitori pensano che non sia necessario curare le carie nei denti da latte, poiché questi pezzi prima o poi cadranno. Ma questa convinzione non è solo sbagliata, ma anche abbastanza pericolosa.

La carie è una delle patologie più diffuse al mondo e la sua comparsa durante l’infanzia è abbastanza comune. Infatti, secondo il Global Burden of Disease Study condotto nel 2017, più di 530 milioni di bambini nel mondo hanno carie nei denti da latte.

Soffrire di carie durante l’infanzia influenza il benessere e la vita quotidiana del bambino: influisce sull’aspetto del suo sorriso, lo mette a disagio quando mangia o parla e provoca dolore. Inoltre, aumenta il rischio di soffrire di infezioni ai denti e di perdere i pezzi di latte prima del tempo.

Pertanto, curare la carie nei denti da latte è un’azione assolutamente necessaria per preservare la salute dei più piccoli. Ve ne diciamo di più.

Perché dobbiamo curare la carie nei denti da latte?

Per comprendere la necessità di curare la carie nei denti da latte, è fondamentale comprendere gli effetti negativi che questa patologia comporta.

Interferenza con le funzioni orali

Il processo cariato distrugge l’integrità dei tessuti duri dei denti. Gli elementi dentali macchiati, rotti e persino distrutti influenzano il normale funzionamento della bocca. E se è vero che i pezzi di latte sono transitori, la loro presenza è vitale per il corretto sviluppo del bambino.

Successivamente, menzioniamo le funzioni più importanti dei denti temporanei:

  • Favoriscono l’alimentazione: la dentizione primaria permette ai bambini di imparare a masticare e deglutire correttamente.
  • Partecipano allo sviluppo del parlato: molti fonemi hanno bisogno di questi elementi per suonare correttamente e questo è un aspetto fondamentale dell’apprendimento.
  • Guidano l’eruzione dei denti permanenti: i pezzi di latte riservano lo spazio necessario per la successiva localizzazione dei denti permanenti. Se le primarie si rompono o si perdono prematuramente, questo processo di guida può essere alterato e causare malposizioni dentali o problemi di morso.
  • Favoriscono lo sviluppo delle mascelle: la presenza e l’uso di elementi temporanei consente alle mascelle di crescere e svilupparsi come previsto.
  • Mantengono l’estetica della bocca: presentare tutti i denti con un aspetto sano rafforza l’autostima del bambino. Quando i loro denti sono malati, i piccoli possono vergognarsi di se stessi ed essere presi in giro.
Cosa sono le carie dentali e come possono essere prevenute?
La carie è molto più di un problema estetico e ha un impatto speciale sullo sviluppo della bocca dei bambini.

Sintomi fastidiosi

La carie provoca la perdita dei tessuti duri del dente, a causa dell’azione degli acidi prodotti dai batteri presenti nella bocca. Questo fenomeno è legato ad un elevato apporto di carboidrati e ad una inadeguata igiene orale. Sebbene influenzino anche alcuni fattori individuali e il tempo di evoluzione di questi problemi.

All’inizio di questa patologia, i denti sono colorati con un caratteristico colore bianco secco. Quindi, man mano che il processo procede, queste macchie appaiono gialle, marroni o nere.

Se la patologia non viene curata, i denti vengono distrutti, sulla loro superficie compaiono lacune e buchi. Questo può influenzare la polpa dentale, che è la parte più interna degli elementi dentali. Di conseguenza, aumenta la sensibilità e il dolore.

Avere denti con carie influisce sull’aspetto del sorriso dei bambini e trattiene anche la placca batterica che provoca l’alitosi e li predispone a soffrire di altre patologie orali.

A sua volta, il dolore ai denti dovuto alla carie interferisce con le funzioni della bocca e provoca molto disagio nel bambino. Questo altera la vita quotidiana del bambino e della sua famiglia, poiché la sensazione dolorosa notturna influisce sul riposo di tutti. Infine, il fatto di dormire male si traduce in un aumento dell’assenteismo scolastico e lavorativo.

Complicazioni per la salute dei bambini

L’origine infettiva della carie predispone a subire altri inconvenienti nella bocca e nel resto dell’organismo del neonato.

La comparsa di fistole con pus nelle gengive, il gonfiore del viso, l’infiammazione dei nodi mascellari e persino l’aumento della febbre possono indicare la complicazione della carie con un ascesso dentale. In questi casi è opportuno recarsi urgentemente dal dentista.

Un altro punto importante è che i batteri che causano la carie nei denti da latte possono influenzare i pezzi finali che si stanno formando sotto. Ciò può causare macchie, alterazioni dello smalto, ipoplasia e altri danni strutturali agli elementi permanenti.

I casi più gravi possono dar luogo a infezioni in altre parti del corpo, come le valvole cardiache o addirittura la sepsi.

Infine, un’altra complicazione associata a questa patologia è la crescita ritardata e lo sviluppo fisico del bambino.

Come trattare la carie nei denti da latte?

Per curare la carie nei denti da latte è necessario recarsi regolarmente dal dentista pediatrico, in quanto è il professionista più adatto a risolvere questo problema.

Dopo un’accurata valutazione dello stato di salute della bocca, il dentista sceglierà la terapia adeguata per ogni caso. Può includere i seguenti trattamenti:

  • Arresto del processo: in caso di carie incipiente, l’uso del fluoro locale può fermare la lesione e aiutare a ripristinare la salute dei denti. Anche in questa fase saranno necessarie modifiche alle abitudini.
  • Otturazioni: se le lesioni sono più avanzate, ma senza coinvolgimento della polpa, l’area può essere pulita e quindi riempita con un’otturazione.
  • Trattamenti polpa: quando la polpa è compromessa, saranno necessari trattamenti che puliscano quest’area e poi ripristinino l’anatomia dentale.
  • Farmaco: in caso di infezione, ascesso o cellulite facciale di origine dentale, sarà necessario ricorrere agli antibiotici.
  • Estrazione: i casi più gravi possono richiedere l’estrazione del dente, al fine di preservare la salute del dente permanente che si forma al di sotto. In questi casi è necessario posizionare un dispositivo per mantenere lo spazio fino al momento dell’eruzione del pezzo definitivo.
  • Counselling: qualunque sia la terapia prescelta, il dentista pediatrico ha il compito di consigliare i genitori in merito alla relativa igiene orale domiciliare.
ragazzo seduto sulla poltrona del dentista mostra il suo dente
Rilevare ed eradicare i fattori di rischio che favoriscono la comparsa della malattia è la chiave per evitare le recidive.

L’importanza della prevenzione

Come accennato, quando compaiono carie nei denti da latte, è necessario trattarle. Ma la situazione ideale è impedire che si sviluppino e questo può essere ottenuto con semplici accorgimenti a casa.

Avere cura di mantenere un’adeguata igiene orale è fondamentale per eliminare la placca batterica che causa la carie. Lavarsi i denti, usare il filo interdentale e i dentifrici al fluoro frequenti e ben eseguiti aiutano a pulire correttamente denti, gengive e lingua.

È inoltre necessario prestare particolare attenzione all’alimentazione dei bambini. In questo senso bisogna fare attenzione che non sia ricco di zuccheri semplici, acidi o bevande gassate.

Visitare il dentista ogni 6 mesi dal primo anno di vita è un altro modo per prendersi cura della salute orale del bambino ed evitare la carie. I controlli periodici consentono di rilevare tempestivamente qualsiasi problema, scoprire i fattori di rischio e ottimizzare l’igiene orale dei bambini.

Evitare la carie nei denti da latte e trattarli in modo tempestivo è responsabilità degli adulti. Con la dovuta cura il tuo piccolo potrà sorridere liberamente.

Potrebbe interessarti ...
Consigli per proteggere i denti dei bambini
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Consigli per proteggere i denti dei bambini

Secondo alcuni studi, le gengive dei bambini hanno bisogno delle stesse attenzioni dei denti e devono essere curate dal principio.



  • James, S. L., Abate, D., Abate, K. H., et al. (2018). Global, regional, and national incidence, prevalence, and years lived with disability for 354 diseases and injuries for 195 countries and territories, 1990–2017: a systematic analysis for the Global Burden of Disease Study 2017. The Lancet392(10159), 1789-1858.
  • Organización Mundial de la Salud. (‎2021)‎. Poner fin a la caries dental en la infancia: manual de aplicación de la OMS. Organización Mundial de la Salud. https://apps.who.int/iris/handle/10665/340445. Licencia: CC BY-NC-SA 3.0 IGO
  • Khanh, L. N., Ivey, S. L., Sokal-Gutierrez, K., et al. (2015). Early childhood caries, mouth pain, and nutritional threats in Vietnam. American journal of public health105(12), 2510-2517.
  • Illescas, P. L. A., León, K. C., León, E. V., & Coral, B. V. (2021). Estado nutricional y caries de infancia temprana en niños de 0 a 3 años: Revisión de la literatura. Revista Odontología Pediátrica20(1), 49-59.
  • Sánchez-Pérez, L., Sáenz Martínez, L. P., Molina-Frechero, N., Irigoyen-Camacho, M. E., & Alfaro-Moctezuma, P. (2018). Riesgo a caries. Diagnóstico y sugerencias de tratamiento. Revista ADM75(6).
  • Frencken, J. O. (2018). Tratamiento restaurador atraumático. Revista de la Facultad de Odontología12(2).
  • Minaya Ramos, G. G. (2021). Factores de riesgo de caries en dentición primaria (Bachelor’s thesis, Universidad de Guayaquil. Facultad Piloto de Odontología).
  • Zambrano Hidalgo, M. J. (2021). Caries de la infancia temprana: prevención y tratamientos: Revisión sistemática.