Come identificare le intolleranze alimentari precocemente

24 Novembre 2018
È possibile identificare le intolleranze alimentari in maniera precoce? Leggete questo articolo per sapere come proteggere i vostri bambini.

Per noi non c’è nulla che sia più importante della vita dei nostri bambini. Per questa ragione dobbiamo essere sempre prudenti e fare attenzione a ogni dettaglio. Di conseguenza, identificare le intolleranze alimentari in maniera precoce è assolutamente fondamentale per garantire il benessere dei nostri figli.

In questo articolo vi offriamo una serie di elementi chiave di vitale importanza per aiutarvi a capire rapidamente se il vostro bebè soffre di qualche problema legato a intolleranze o allergie nei confronti di determinati prodotti o sostanze.

Ciononostante, le intolleranze, alimentari e non, possono fare la loro comparsa in qualunque momento della nostra vita, e a nessuno è preclusa la possibilità di esserne colpito. In ogni caso, non c’è nemmeno bisogno di impedire che i nostri figli vivano sani e felici: a questo scopo, si rende necessario identificare le intolleranze alimentari in maniera precoce.

Elementi chiave per identificare le intolleranze alimentari in maniera precoce

Senza indugiare, proseguiamo quindi a prendere in considerazione gli elementi utili a identificare le intolleranze alimentari in maniera precoce e permettere così ai nostri figli di vivere sani e felici per tutta la loro vita. In questo modo potremo offrire loro un’alimentazione migliore e, forse, perfino curare la loro malattia, se la identifichiamo in tempo.

al giorno d'oggi, sono molti gli alimenti alternativi a disposizione di chi soffre di intolleranze alimentari

Ricordate che, se non prestate la dovuta attenzione ai piccoli segnali, ai problemi cutanei e a quelli relativi alla crescita e alla digestione, questi possono diventare cronici. Di conseguenza, è di fondamentale importanza non perdere tempo e agire con prontezza, per migliorare la salute dei nostri amati rampolli.

  • Studi ereditari. Uno degli elementi chiave nell’identificazione precoce di allergie o intolleranze è il fattore ereditario. È importante studiare la storia del bambino e sapere se ci sono familiari che soffrono di questi problemi, in modo da poter formulare una diagnosi corretta.
  • Problemi digestivi. Non è raro che un bebè soffra di problemi digestivi. In fin dei conti, i suoi organi si trovano in pieno sviluppo e non hanno ancora raggiunto la fase finale della loro crescita. Ciononostante, se notiamo con una certa costanza sintomi come diarrea, digestione eccessivamente pesante, malessere di stomaco, gas o stitichezza, non è una cattiva idea consultare uno specialista. Questi sintomi assumono una grande importanza se si presentano dopo l’ingestione di determinati prodotti o sostanze.
  • Osservate la pigmentazione cutanea. È necessario osservare sempre con la massima attenzione lo stato e la colorazione della pelle dei nostri bebè. Nel caso in cui vengano identificate irregolarità, potremmo trovarci di fronte a un problema di intolleranza alimentare. Non c’è alcuna ragione per la quale debba essere necessariamente così, ma consultare il medico non è mai dannoso.
  • Determinati tipi di odori. Esiste un tipo di odore corporeo che può essere caratteristico di un’intolleranza alimentare. In questo caso, sia la pancia che la testa vengono colpite da una certa sofferenza, quando sono presenti malattie di questo genere. Quindi, se ci capita di sentire questo odore, dobbiamo rivolgerci immediatamente al medico.
  • Crescita non adeguata. Tra le tante cause che possono impedire a nostro figlio di aumentare la propria statura o prendere peso c’è l’intolleranza alimentare. Se notiamo che il bambino non cresce come dovrebbe e che, per quanto mangi, non aumenta il proprio peso, potremmo trovarci di fronte a questo problema.

Altre informazioni utili sulle intolleranze alimentari

Il fatto che il vostro bambino presenti alcuni di questi sintomi non significa necessariamente che soffra di un’intolleranza alimentare. Ciononostante, non c’è dubbio che la sua salute sia minata da qualche problema che il medico dovrebbe identificare. In ogni caso, se tutti questi segnali si presentano contemporaneamente, le possibilità che si tratti di un’intolleranza alimentare aumentano notevolmente.

Inoltre, questi sintomi non sono esclusivo appannaggio dei bambini. Anche voi potreste stare sviluppando un’intolleranza alimentare, in un qualsiasi momento della vostra vita. Oppure, potrebbe essere presente in stato di latenza senza che sia mai stata scoperta.

In ogni caso, il fatto che il vostro bambino soffra di un’intolleranza alimentare non significa che avrà una bassa qualità della vita. Per fortuna, al giorno d’oggi esiste un numero di prodotti tale che chiunque può riuscire ad avere un’alimentazione adeguata.

identificare le intolleranze alimentari in maniera precoce può migliorare la qualità della vita dei nostri figli

Che si tratti del glutine, del lattosio o del fruttosio, intolleranze e allergie alimentari molto comuni, il numero di prodotti presenti sul mercato per le persone che ne soffrono è ormai enorme. Di conseguenza, condurre una vita quasi normale è decisamente possibile.

Naturalmente, se avete qualche dubbio, ricordate quanto sia importante identificare le intolleranze alimentari in maniera precoce, in modo da offrire al  vostro bambino una vita piena e felice. Inoltre, se la diagnosi è sufficientemente precoce, è possibile che l’intolleranza possa essere curata.