Il diritto all’intimità nel matrimonio

· 6 Maggio 2019
Dopo l'arrivo di un bambino è importante non perdere l'intimità di coppia, anche se il tempo e le energie sembrano mancare.

Il diritto all’intimità è un concetto ampio ed astratto. L’intimità non è tangibile, non può essere vista o toccata e, tuttavia, la sua assenza può essere profondamente avvertita quando manca. Scopriamo perché il diritto all’intimità nel matrimonio è così importante.

Cos’è il diritto all’intimità?

L’intimità consiste in varie definizioni. Nel suo aspetto individuale, ci parla delle questioni o dei sentimenti più profondi di una persona.

Nell’aspetto sociale, si riferisce alla relazione con l’altra persona. Inoltre, l’intimità costituisce, secondo la teoria triangolare dell’amore di Sternberg, una componente essenziale della coppia, che rappresenta, principalmente, il legame, la connessione e il desiderio di condividere.

Persona, coppia, famiglia. Intimità nel matrimonio

L’intimità ha aspetti diversi e in ogni periodo della nostra vita alcuni assumono più importanza degli altri. Quando siamo adolescenti e facciamo capolino nel mondo come esseri individuali, la nostra intimità personale è il nostro valore più prezioso. Iniziamo a scoprire e decidere cosa ci piace, cosa ci definisce, chi siamo. Dedichiamo tutto il nostro tempo e le nostre energie al nostro essere.

Man mano che cresciamo e formiamo unioni romantiche, l’individualità passa in secondo piano e tutta la nostra attenzione si concentra sulla coppia di cui ora facciamo parte. Investiamo tempo e sforzo nello sviluppo dell’intimità reciproca e nei legami.

Infine, quando abbiamo figli, la coppia tende ad essere messa in secondo piano a causa della grande richiesta di cure e attenzioni che il nuovo essere richiede. I nostri pensieri e le nostre azioni iniziano a concentrarsi quasi esclusivamente sulla famiglia e perdiamo i nostri precedenti ruoli di donna e partner.

Diritto all'intimità nella coppia

Perché preservare il diritto all’intimità nel matrimonio?

Anche se attraverso molti media si cerchi di vendere l’immagine di una moglie dedicata, una madre dedicata, non bisognerebbe accettare questa visione come universalmente valida. Perdere la nostra essenza, dare sempre più spazio alla cura esclusiva della famiglia ci farà sentire, prima o poi, frustrazione e risentimento.

Potremmo anche, senza rendercene conto, incolpare il nostro partner o i nostri figli per quella perdita di identità. Pertanto, proviamo a invertire questo processo e a ricostruire il nostro essere.

Prendetevi cura del vostro partner

Con l’arrivo di un bambino, la dinamica e la routine cambiano completamente. Gli orari e i piani devono adattarsi al bambino e l’intimità nel matrimonio vacilla.

Inoltre, il tempo che prima avevamo al tornare dal lavoro e il riposo da condividere in coppia, ora è travolto dai bagni, le cene e gli scoppi d’ira.

Ci può portare, inoltre, alla mancanza di comunicazione e dialogo, perché non c’è tempo per farlo, causando l’accumularsi di conflitti irrisolti che lasciano il posto al risentimento.

Questa situazione può anche avere effetti sulla vita sessuale della coppia, che con il tempo perde priorità.

Cosa possiamo fare?

  • Interesse e impegno da parte di entrambi. È essenziale che i due componenti della coppia abbiano la determinazione di investire del tempo di qualità nella loro relazione.
  • Luoghi e momenti intimi. Assicuratevi che il tempo che trascorrete insieme sia privo di responsabilità e dedicato a ridere, parlare di preoccupazioni personali e a riscoprire voi stessi.
  • Routine quotidiana con amore. Cose semplici come un bacio quando uscite di casa ogni giorno o passare 20 minuti ogni sera da soli con il vostro partner.
  • Incoraggiare la comunicazione e la reciproca espressione dei sentimenti.

Abbiate cura di voi stesse

L’ultimo passo di questo viaggio retrospettivo è recuperare quella individualità che apprezzavate da adolescente. Ricordate e onorate la vostra essenza più profonda ed il vostro ruolo come donna. Come? Ecco alcuni aspetti da recuperare.

Prendersi cura di se stessi
Il vostro corpo è il vostro tempio. Fate esercizio fisico costantemente. Questo vi aiuterà a restare in forma e a rilassarvi e sarà un momento per voi stesse.

  • Prendetevi cura del vostro aspetto. Lontano dalla superficialità, prendersi cura de vostri vestiti, della vostra pettinatura, del vostro mak up … ha un impatto sulla vostra autostima. Abbiate cura di voi stesse, per mostrare la migliore versione di voi stesse.
  • Date valore ai vostri obiettivi e ai vostri hobby. Non mettete da parte le vostre ambizioni personali o quelle piccole cose che vi procurano soddisfazione. Trovate sempre il tempo per loro.
  • Frequentate i vostri amici. Gli amici ci vedono come individui, ci apprezzano per quello che siamo e sono un grande sostegno e un grande specchio per ricordarci chi siamo.