L'intolleranza al glutine è ereditaria?

13 gennaio, 2020
L'intolleranza al glutine o celiachia è una malattia ereditaria legata alla glutenina. Ma la celiachia non è l'unica malattia legata alle proteine presenti nei semi delle graminacee.
 

L’intolleranza al glutine è una malattia incurabile che colpisce l’1% della popolazione. Esistono diverse varianti della malattia: sensibilità al glutine non celiaca, allergia ai cereali e celiachia. Quali sono le differenze? E l’intolleranza al glutine è ereditaria?

Per iniziare possiamo dirvi che per tutte le varianti il trattamento è lo stesso: rimuovere il glutine dalla dieta per evitare i sintomi e far regredire i possibili danni che ha già causato. Analizzare i sintomi della malattia è utile perché ci permette di comprendere quale delle tre varianti abbiamo di fronte.

Intolleranza al glutine: cos’è il glutine?

Glutine, glutenine e prolamine sono sostanze di natura proteica presenti nei semi delle graminacee e in modo particolare nel grano. La glutenina è la proteina che conferisce elasticità alla farina ed è responsabile della lievitazione dell’impasto. Da qui nasce l’interesse dell’industria alimentare per questa proteina.

Nel caso specifico del grano, la glutenina rappresenta l’85% delle proteine totali presenti in questo cereale. Una percentuale elevata è riscontrabile anche nella segale, mentre l’avena ed altri cereali presentano percentuali più basse. Forse vi starete domandando quali malattie sono causate dal glutine. Andiamo a scoprirle insieme!

cereali grano avena segale
 

L’intolleranza al glutine è ereditaria?

Sensibilità al glutine non celiaca

Ha molti sintomi simili a quelli della celiachia. Questo può portare spesso a confondere le due malattie. Entrambe causano diarrea o costipazione, crampi, dolori articolari e alle ossa, affaticamento. Ma la sensibilità al glutine è una malattia che non ha una componente genetica e, quando si effettua il test per la celiachia, non compaiono i biomarcatori.

Celiachia o intolleranza al glutine

Dal canto loro, sia l’intolleranza al glutine che l’allergia al grano sono delle malattie che hanno una componente genetica. Si possono quindi identificare con un’analisi del DNA per individuare i biomarcatori di ciascuna malattia.

Nell’intolleranza al glutine, i geni mutati – presenti nelle persone cha hanno la mutazione genetica – producono una forte reazione del sistema digestivo con gravi conseguenze nei bambini. Vengono colpiti principalmente i villi intestinali, rendendo l’assorbimento dei nutrienti a questo livello praticamente nullo (nei casi più gravi).

Questo causa un notevole rallentamento della crescita, rachitismo, anemia e persino improvvisi cambiamenti di umore e comportamento. Tutti questi sintomi e queste malattie sono il risultato di una grave malnutrizione dovuta ai danni presenti nell’intestino tenue. In alcuni casi, possono passare molti anni prima che questi sintomi appaiano.

Allergia al grano

L’allergia al grano è una malattia genetica che produce una forte reazione allergica quando si assumono alimenti che contengono grano. Sebbene alcuni sintomi coincidano con quelli della celiachia (diarrea e crampi), dopo avere eseguito i test genetici appropriati, i biomarcatori non corrispondono a quelli dell’intolleranza al glutine.

 
malattia celiaca particolare su villi intestinali

I sintomi specifici dell’allergia al grano, come indica il nome della malattia, riguardano le reazioni allergiche. Tra queste elenchiamo: gonfiori o prurito in bocca, anafilassi, orticaria e difficoltà respiratorie.

L’allergia al grano è provocata dall’insieme di proteine presenti nel grano, e non solamente dalla glutenina. Essendo i medici in grado di identificare i marcatori genetici, si pensa che il fattore ereditario sia direttamente correlato con questo disturbo.

Riassumendo…

La celiachia è una malattia autoimmune che produce un’intolleranza al glutine. Dato che per identificare la malattia si effettua un test genetico, si pensa che l’intolleranza al glutine sia ereditaria.

“Dobbiamo dimenticarci le idee tradizionali sulla celiachia. Si è passati da considerarla una rara patologia intestinale tipica dell’infanzia a vederla come una malattia che si presenta in vari modi e che può colpire persone di qualunque età.”

-Dr. Sergio Farrais (Unità di celiaca dell’Ospedale Universitario Fondazione Himénez Díaz)-

Questa mutazione genetica può comparire in maniera spontanea e non svilupparsi, oppure presentare i sintomi nell’adolescenza o nell’età adulta. Attualmente, non si conoscono i meccanismi in base ai quali i geni alterati causano l’insorgenza della celiachia.

 
  • Gluten Intolerance Group. (5 de marzo de 2018). Enfermedad celíaca, sensibilidad al gluten no celíaca o alergia al trigo:¿cuál es la diferencia? [Artículo en web]. Recuperado de: www. gluten.org
  • Mayo Clinic. (20 noviembre 2018). Alergia al trigo [artículo en web]. Recuperado de: www.mayoclinic.org
  • Fernando del Rosario, J. (Septiembre 2012). La enfermedad celíaca [artículo en web]. Recuperado de: www.kidshealth.org