Tipi di famiglia a seconda del grado di coesione

15 febbraio, 2021
Godere di un rapporto intimo e ricevere affetto e sostegno da parte della famiglia è vitale. Ma quando la dipendenza è tale da impedire lo sviluppo individuale di ogni singolo membro, può essere controproducente.

Ogni nucleo familiare è un mondo a sé. Le regole e il modo in cui si relazionano genitori e figli differiscono da una casa all’altra. Alla luce di ciò, possiamo affermare che esistono diversi tipi di famiglia a seconda della diversa variabile presa in considerazione.

Uno dei fattori più importanti da valutare quando desideriamo conoscere il contesto familiare è il grado di coesione. Questo indica fino a che punto i membri sono uniti, quante attenzioni si dedicano e se si aiutano a vicenda.

A semplice vista potrebbe sembrare che un alto grado di coesione sia l’ideale, in quanto l’amore e il sostegno della famiglia sono elementi essenziali per il nostro benessere.

Ciò nonostante, è altrettanto fondamentale concedere libertà e autonomia a ogni membro. In questo modo tutti gli individui possono svilupparsi in maniera individuale senza vedersi inibiti dai legami familiari.

Possiamo piuttosto affermare che il grado di coesione è un continuum nel mezzo del quale si trova la virtù. La dipendenza dalla famiglia è negativa e limitante. Allo stesso modo, tuttavia, l’indipendenza estrema è nociva.

Per questo motivo, le famiglie che si collocano in punti intermedi, ovvero che sono interdipendenti, godono di migliori relazioni e maggiore benessere.

Tipi di famiglia sulla base del grado di coesione

Emancipata

Queste famiglie si situano nel punto estremo dell’indipendenza. I loro membri si interessano poco gli uni agli altri, trascorrono poco tempo insieme e le interazioni tra loro sono scarse. Raramente mostrano affetto e solo in casi isolati ricorrono ai familiari in cerca di sostegno e consigli per prendere una decisione.

Tipi di famiglia e unione tra i membri.

Ogni membro conduce la propria vita mantenendo spazi separati e nutrendo interessi diversi. Scarseggiano la vicinanza emotiva e la lealtà. Viene data la priorità all’indipendenza e all’individualità.

Separata

In questo caso ci troviamo in una delle posizioni centrali e più salutari. Esiste un certo grado di lealtà e di coinvolgimento nei confronti degli altri familiari, inoltre le dimostrazioni di affetto non mancano. Pur così, vengono promossi la separazione personale e lo sviluppo individuale.

Ogni membro ha interessi diversi e tende a trascorrere il tempo libero all’infuori della famiglia. Al tempo stesso, però, vi sono momenti di condivisione con la famiglia. I limiti tra genitori e figli sono chiari, ma si è emotivamente vicini gli uni agli altri.

Connessa

Le famiglie connesse vanno un passo oltre la vicinanza e l’intimità, ma si trovano comunque in un punto salutare del continuum. Queste famiglie promuovono la lealtà e le dimostrazioni di affetto.

Reputano importante interessarsi alla vita dei propri familiari e considerano la famiglia il punto di riferimento di tutti i membri; di conseguenza, si tiene conto delle opinioni di ogni individuo.

Si promuove e si dà la priorità alla condivisione di tempo, interessi e attività. Anche gli amici vengono presentati e trattati come parte della famiglia. Pur così, si rispettano gli spazi e i momenti individuali del singolo.

Agglutinata

Infine, le famiglie agglutinate si trovano nell’estremo opposto del continuum, ovvero nella dipendenza e nell’attaccamento eccessivi. Tra i membri di questi nuclei esiste estrema vicinanza emotiva e un totale coinvolgimento.

La famiglia rappresenta l’asse portante, si esige lealtà e le decisioni vengono prese sulla base degli interessi collettivi.

Madre che lavora mentre il figlio guarda la televisione.

Si condividono la maggior parte delle attività, tempo libero e spazi e si concedono a stento privacy e sviluppo individuale. Allo stesso modo, non esistono limiti tra genitori e figli, il che può portare a coalizioni malsane poiché i ruoli non sono definiti con chiarezza.

Grado di soddisfazione nei diversi tipi di famiglia

È definita sana quella famiglia che raggiunge un equilibrio tra l’attaccamento e il distacco. Si regge sul sostegno, l’amore e la fiducia, ma al contempo promuove e concede libero arbitrio a ogni membro.

Spetta al nucleo familiare definire il tipo di relazioni che si desidera stabilire. Ciò nonostante, è bene capire che le posizioni estreme possono nuocere sia ai genitori sia ai figli.

Le famiglie troppo indipendenti possono far sentire i propri membri soli, bisognosi di affetto, sostegno e appartenenza. D’altro canto, quelle troppo appiccicose possono limitare le libertà individuali e condurre a dipendenze malsane. Per questo motivo, si consiglia di trovare un equilibrio salutare.

  • Tueros, R. V. (2004). Cohesión y adaptabilidad familiar y su relación con el rendimiento académico.
  • Dickinson, M.A., Ponce, E.R., Gómez, F.J., González, E., Fernández, M.A., Corzo, M.TT, Púrez, S., Flores, P. (1998). Determinantes sociales en la cohesión y adaptabilidad familiar. Aten Primaria21(5), 275-82.