Scegliere i giocattoli a seconda dell’età

15 settembre 2017

Scegliere i giocattoli non è un compito semplice o di poca importanza, perché hanno molti benefici per lo sviluppo del bambino. Scoprite con noi quali sono i giocattoli più adatti a ogni età.

Chi ha detto che scegliere i giocattoli giusti per i propri figli è un compito semplice o di poca importanza?

L’offerta di giocattoli sul mercato è immensa e molto variegata. Inoltre, questi oggetti hanno grandi benefici per i bambini e per questo è molto difficile decidere quali sono i più adatti. Quali aspetti dobbiamo considerare quando arriva il momento di sceglierli?

Quando il bambino gioca, mette in moto la sua sfera psicofisica, il che favorisce la conoscenza di se stesso e degli altri. In questo modo, ogni giocattolo nuovo diventa una sfida o una prova da superare, con effetti positivi sull’attenzione auditiva e visiva, la sincronizzazione, la postura del corpo e molto altro.

Infatti, i giocattoli stimolano lo sviluppo intellettivo, motorio, affettivo e sociale nelle diverse fasi della crescita del bambino. Lo sviluppo del gioco è graduale e ogni fase è la continuazione di quella precedente.

bambino-che-gioca

Giocare favorisce lo sviluppo e la sicurezza del bambino

I giocattoli favoriscono lo sviluppo equilibrato del bambino, dalla sfera fisica, a quella mentale e sociale. Giocare è un modo di imparare, poiché i piccoli elaborano le proprie esperienze emotive e i ruoli sociali da sviluppare come adulti.

Perciò è fondamentale creare uno spazio dove il bambino possa giocare e fornirgli i giocattoli giusti e necessari a far nascere in lui sensazioni che arricchiscano il suo mondo sin da quando è molto piccolo.

Un altro fattore fondamentale da considerare è la sicurezza. Esiste una fascia d’età nella quale è più adatto divertirsi con certi giocattoli perché anche se, di solito, i danni non sono seri, a volte possono essere fatali o avere conseguenze molto gravi.

Vj sembrerà esagerato, ma i giocattoli possono provocare graffi, cadute, ustioni, soffocamento, asfissia o intossicazione. Per questo motivo, i genitori devono scegliere i giocattoli più adatti.

5 consigli per scegliere i giocattoli giusti

  1. Fate in modo che siano adatti all’età dei vostri figli e che favoriscano lo sviluppo di certi comportamenti.
  2. Accertatevi che siano sicuri. Il materiale con il quale sono fatti i giocattoli non deve scheggiarsi, tagliarsi o rompersi. Scegliete sempre colori non tossici. Più è piccolo vostro figlio, più grandi devono essere i giocattoli e i pezzi con cui sono fatti.
  3. Cercate di usare giocattoli semplici. In questo modo, aumenterete le possibilità d’uso che il bambino può farne, sviluppando la sua fantasia e la sua capacità simbolica.
  4. Assicuratevi che si adattino alla sua personalità. Se, per esempio, avete un bambino timido, è meglio scegliere dei giocattoli che lo invitino a socializzare, cioè che abbiano più di un giocatore. Per un bambino iperattivo, invece, vi consigliamo giocattoli che lo aiutino a concentrarsi o stimolino il suo lato artistico.
  5. Ricordate che avere troppi giocattoli uccide la fantasia ed è fonte di noia.
bambino-con-una-macchinina

I giocattoli per ogni età

  • Da 0 a 6 mesi. Il neonato ha bisogno di giocattoli vistosi che lo aiutino a scoprire il proprio corpo e a distinguere diverse consistenze, forme e colori. Potete scegliere dei sonagli, giostrine, pupazzi di gomma, giocattoli da mordere, palle di peluche, tappeti interattivi.
  • Da 7 a 12 mesi. Il bambino inizia ormai a esplorare gli oggetti e a riconoscere le voci. Per questo, oltre a scegliere dei giocattoli di diverse consistenze e colori, potete aggiungere dei suoni e delle luci colorate. Vi consigliamo di acquistare palle, pupazzi di stoffa, giocattoli sonori.
  • Da 13 a 18 mesi. Il bambino già sa camminare e riconosce le proprietà degli oggetti. I cubi da incastrare e impilare, le biciclette con le rotelle e le macchinine sono l’ideale per questa fase.
  • Da 19 a 24 mesi. Il bambino parla e capisce e inizia a esplorare l’ambiente che lo circonda. Una buona idea sono le macchinine, le lavagne, i colori, gli strumenti musicali, le bambole, gli animali e altri oggetti che possono essere trascinati con dello spago. Devono essere dei giocattoli colorati e facili da maneggiare, come giocattoli a incastro o blocchi grandi.
  • Dai 2 ai 3 anni. In questa fase dello sviluppo, il bambino prova curiosità per i nomi e imita le scene familiari. Vi consigliamo di scegliere i giocattoli seguenti: tricicli, palle, palette, cubi, puzzle, colori, telefoni, macchinine, bambole. Altre opzioni sono i pupazzi di peluche, spade, costumi, puzzle di gomma EVA e puzzle con pochi pezzi grandi.
  • Da 4 a 5 anni: A questa età, il bambino è curioso, impara delle canzoni e interagisce con i coetanei. Vi consigliamo biciclette, lavagne, attrezzi di plastica, costruzioni con pezzi grandi, registratori giocattolo, favole, marionette, pupazzi articolati, pongo.
  • Dai 6 agli 8 anni: Il bambino sa ormai fare somme e sottrazioni, leggere e scrivere. Potete regalargli un monopattino, macchinine radiocomandate, giochi con domande ed esperimenti, bambole con le case, utensili da cucina o da meccanico. Potete anche scegliere giochi per i quali bisogna seguire delle regole, come il memory, la tombola, i dadi, le carte, libri con lettere grandi e figure colorate, giochi da completare.
  • Dai 9 agli 11 anniIn questo periodo nasce un interesse per le attività più complicate ed è per questo che potete acquistare giocattoli sportivi, giochi di strategia e riflessione, giochi audiovisivi, elettronici ed esperimenti. Potete anche optare per diari personali, libri da colorare, trenini, piste per le macchinine, modellini di aerei e navi, giochi da tavola, in grado di forgiare la loro intelligenza.
Guarda anche