Consigli per scegliere un buon porta-bebè

· 14 ottobre 2018
Scegliere il porta-bebè più adatto a voi è fondamentale, perché dovrà essere comodo per voi e per il bambino. Ma come districarsi tra i vari modelli presenti in commercio? In questo articolo, cerchiamo di fare un po' di chiarezza sulle varie possibilità.

Un buon consiglio per scegliere un porta-bebè è prendere in considerazione l’età del bambino. In questo contesto, la fascia è il porta-bebè più raccomandato dalle mamme e dalle pagine specializzate, in cui vari articoli ne sottolineano la versatilità come il suo punto di forza.

C’è un universo di porta-bebè, e tra questi una grandissima varietà di fasce, che possono essere usate da quando il piccolo è appena nato fino a che il vostro corpo riesce a sostenerlo.

Diversi tipi di porta-bebè

Fasce porta bambini

Esistono delle fasce 100% in cotone, che sono l’ideale per i neonati grazie alla loro morbidezza e comodità. Tuttavia, il loro utilizzo è limitato man mano che il bambino cresce, perché questo materiale tende a cedere con il peso del bambino.

Ci sono, inoltre, fasce confezionate con la canapa, che possono invece durare fino a che il bambino non arriva a pesare tra i 14 e i 15 kg. Sono molto utili, perciò, se volete comprare un accessorio che vi possa durare per molto tempo.

Questo universo di porta-bebè include anche gli zainetti o i marsupi rigidi o non adattabili. Questi devono essere utilizzati quando il bambino può già stare seduto da solo, ovvero a partire da 6 mesi di età.

Fascia ad anelli, uno strumento utilissimo

C’è un altro tipo di porta-bebè chiamato fascia ad anelli, che è considerato uno strumento complementare per portare il bambino. Tra i suoi vantaggi ha quello di poterlo usare come una culla quando il bambino è appena nato, di poterlo allattare in una posizione comoda per entrambi e di poterci anche lasciare dormire il bambino dentro.

Questo porta-bebè può aiutare il bambino ad alleviare i dolori delle coliche e il reflusso, perché si sentirà meglio quando il suo stomaco sente il vostro. Più avanti, quando il bambino potrà stare seduto da solo, questo strumento è considerato molto comodo.

A seconda dell’età, con questo strumento potrete far caricare il bambino sui fianchi seduto a cavalcioni, la posizione più naturale per trasportare i vostri figli.

Per un bambino che inizia già a camminare, secondo quanto dicono pagine specializzate sull’argomento, questo porta-bebè si adatta perfettamente ai continui saliscendi che questa fase di scoperta ed esplorazione richiede.

“I bambini più grandi si divertiranno a commentare le esperienze del giorno e quello che vedono alla nostra altezza quando li portiamo con noi. È il porta-bebè che utilizzo di solito per andare a prendere mio figlio maggiore da scuola, a 3 anni e mezzo e con i suoi 20 kg di peso”, spiega una mamma in un articolo pubblicato su una pagina specializzata in accessori porta bambini.

Bambino in una fascia

Pouch sling, una fascia comoda e semplice da utilizzare

Pouch, in inglese, significa borsa ed è il termine utilizzato per chiamare il sacco addominale del canguro. Questo portabebè a marsupio è una fascia di tela cucita a forma di tubo; non ha né ganci né anelli, e non richiede nodi per rimanere in posizione.

Il suo sistema la porta ad essere uno dei porta bambini può facili da posizionare e in uno degli alleati per chi non sa o non ama fare nodi. Si posiziona sulla spalla e permette di portare il bambino in posizione fetale quando è appena nato, e semi-seduto o seduto in seguito, a seconda della sua età. Può essere utilizzato per portarlo davanti come un marsupio, su una spalla o su un fianco.

Il pouch sling può essere utilizzato fino a 15 kg o al peso che il fabbricante ha indicato, che dipende dalla composizione del tessuto.

Il vantaggio è che occupa molto poco spazio, è molto facile da mettere e togliere e permette, inoltre, di allattare il neonato senza che nessuno se ne accorga. Lo svantaggio è che la taglia dipende dalle misure di ogni persona e probabilmente mamma e papà non potranno usare lo stesso pouch.

Il Mei Tai

Il Mei Tai è formato da un pannello di tessuto quadrato o rettangolare con quattro bande che si legano alle spalle e in cintura. Suddivide il peso in modo equilibrato e può essere utilizzato dai 6-7 kg fino a circa 15 kg di peso (a seconda della marca e dell’ampiezza del pannello centrale).

Mamma e papà con dei porta-bebè

Zainetto porta-bebè ergonomico

Gli zainetti sono pensati per trasportare i bambini dai 6 ai 20 kg, approssimativamente. Questi porta-bebè sono formati da un pannello rettangolare con delle bretelle e una cintura morbide, ripartendo così il peso del bambino in modo equilibrato tra spalle, schiena e fianchi.

Queste bretelle si uniscono tramite chiusure a scatto e hanno delle cinghie aggiustabili per adattarle alle diverse grandezze di bambini e genitori.

Elementi da considerare nel momento di scegliere un porta-bebè

In primo luogo, è fondamentale sapere che i porta-bebè rispondono a diverse necessità, tanto dei genitori quanto dei bambini. Per cui dobbiamo prendere in considerazione i seguenti elementi:

  • Età e peso del bambino
  • Dovremo usarlo molto di frequente?
  • In che momento dovremo utilizzarlo (lunghe passeggiate, momenti specifici, a casa…)?
  • Il budget che abbiamo a disposizione
  • Preferenze personali (colori, stampe, comodità…)