Unghie incarnite nei bambini: come prevenire e risolvere il problema

Avete mai avuto un'unghia incarnita? Se è doloroso per gli adulti, immaginate per i bambini. Scoprite quali cure sono necessarie per prevenirli.
Unghie incarnite nei bambini: come prevenire e risolvere il problema

Ultimo aggiornamento: 22 marzo, 2022

Uno dei compiti che suscita maggiore incertezza nei genitori, soprattutto nei principianti, è tagliare le unghie del bambino. Tuttavia, questa è spesso un’esigenza che non può essere rimandata. Le unghie incarnite nei bambini causano problemi che possono essere sia fastidiosi che dolorosi.

Nei primi giorni di vita, le unghie dei bambini sono generalmente molto morbide e delicate. Ciò è dovuto alla natura liquida dell’ambiente in cui hanno trascorso così tanto tempo, l’utero. Tuttavia, col passare del tempo, si induriscono. Quindi, arriva un momento in cui dobbiamo affrontare il difficile compito di tagliarli.

Forse per molti genitori questo è un dettaglio minore, ma ce ne sono altri, spesso meno esperti, che sono molto titubanti su varie problematiche legate alle unghie del loro bambino. Successivamente, affronteremo diversi aspetti di questo argomento.

Quando tagliare le unghie per la prima volta?

Per evitare le unghie incarnite nei bambini, dobbiamo concentrarci sul loro mantenimento. Tuttavia, una domanda molto comune ha a che fare con il momento giusto per tagliarli per la prima volta.

La raccomandazione generale indica di farlo a tre o quattro settimane dalla nascita. La cosa migliore, in questi casi, è evitare le forbici, poiché qualsiasi movimento può causare lesioni alla loro pelle delicata.

Per quanto riguarda la frequenza dei tagli successivi, dovrebbe essere valutata la crescita delle unghie in ogni bambino. Sebbene questo sia un aspetto che può variare da uno all’altro, tendono ad essere nuovamente lunghi in pochissimo tempo. Le unghie in genere richiedono un taglio a settimana; quelli dei piedi, intanto, crescono più lentamente. Sarà sufficiente tagliarli una volta al mese.

Le unghie incarnite nei bambini.

Come evitare le unghie incarnite nei bambini?

I piccoli hanno la stessa facilità, o anche di più, di soffrire di unghie incarnite rispetto agli adulti. Questo ha a che fare con la loro bassa durezza: possono piegarsi con estrema facilità e crescere verso la cuticola. In questo modo si verifica un’incarnazione, che a sua volta genera infiammazione e possibile infezione.

Per rilevare le unghie incarnite nei bambini, dovresti prestare attenzione ai seguenti punti:

  • Controlla la corretta crescita delle tue unghie e controlla che le punte non crescano verso le cuticole.
  • Poiché la maggior parte delle incarnazioni si verifica sull’alluce, prestare particolare attenzione a quest’area.
  • Se c’è un’infiammazione o la pelle diventa rossa, cerca di rimediare il prima possibile.
  • Nel caso in cui l’unghia sia cresciuta, può suppurare e causare un’infezione; controlla, poi, che il bambino non aumenti la temperatura.

“Le unghie delle mani richiedono solitamente un taglio a settimana; quelle dei piedi, intanto, crescono più lentamente. Tagliarle una volta al mese sarà sufficiente”

Cosa fare con le unghie incarnite nei bambini?

Ci sono persone che hanno maggiori probabilità di altre di soffrire di unghie incarnite. Naturalmente, questo accade anche con alcuni bambini.

Se ti trovi con questo problema, puoi seguire questi passaggi in modo che il dolore non continui ad affliggere il tuo bambino:

  • Immergi il piede in acqua tiepida e sapone per ammorbidire le unghie. Andrà bene anche il bagno.
  • Quindi provare con attenzione a rimuovere il punto bloccato ; se puoi, taglialo anche tu.
  • Ottieni gli strumenti giusti, soprattutto per i bambini piccoli. Vengono forniti con tagliaunghie specifici e anche forbici smussate.
  • Non tagliarli troppo corti ; le unghie molto corte possono essere estremamente fastidiose, soprattutto se il bambino sta già gattonando o camminando.

In alcuni casi, potrebbe essere necessario utilizzare topici o prodotti speciali nell’acqua che utilizziamo per l’ammollo. Lo scopo di questo è che il dolore si calmi prima di procedere a rimuovere e tagliare l’unghia incarnita. Naturalmente, entrambe le opzioni devono essere prescritte da un pediatra.

Molte mamme non sanno esattamente quando tagliare le unghie al loro bambino.

Unghie incarnite nei bambini: l’importanza della prevenzione

Come in molte altre questioni legate alla salute, la prevenzione è un aspetto fondamentale delle unghie incarnite nei bambini. Come abbiamo sottolineato prima, il modo migliore per evitare questa condizione e le sue possibili complicazioni è tagliare le unghie dei bambini regolarmente e fare in modo che le punte non si inseriscano nelle cuticole.

Per quanto riguarda la forma, l’ideale è tagliarli in linea retta. Un’altra raccomandazione molto utile è quella di limare o indossare i guanti nei primi giorni di vita. Con i loro movimenti scoordinati, i neonati possono grattarsi il viso molto spesso.

In breve, le unghie incarnite nei bambini sono qualcosa di cui i genitori dovrebbero essere consapevoli. Si verificano più di ogni altra cosa nei piedi, a causa dell’uso delle calzature, e possono causare molto disagio e dolore. Se hai domande o vedi segni di infiammazione, consulta il tuo medico.

Potrebbe interessarti ...
Perché i bambini si mangiano le unghie?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Perché i bambini si mangiano le unghie?

Capita molto spesso di vedere bambini che si mangiano le unghie. Questa abitudine, denominata onicofagia, si può presentare anche prima dei 3 anni.