Consigli per guidare in gravidanza in tutta comodità e sicurezza

29 ottobre, 2020
Essere incinte non significa certo non poter guidare, ma è necessario prendere alcune precauzioni in modo che voi e il vostro bambino siate sempre al sicuro.

In generale, ci sono molte domande sulla guida durante la gravidanza. Le donne incinte si sentono a disagio poiché le loro condizioni richiedono una serie di precauzioni che ovviamente includono tutte quelle da prendere al volante. Ma c’è di più. Per questo motivo, in questo articolo troverete dei consigli per guidare in gravidanza.

Per guidare in gravidanza, per prima cosa dovete indossare la cintura di sicurezza, come del resto sempre alla guida. Tuttavia, è giusto che sappiate che ci sono due periodi ad alto rischio sia per voi che per il vostro bambino durante la gravidanza. Questi due periodi sono i seguenti:

  1. Durante il primo trimestre di gravidanza. È quando c’è un rischio maggiore di distacco della placenta o di rottura dell’utero, poiché non c’è quasi liquido amniotico.
  2. Durante la gravidanza avanzata. In caso di incidente, esiste un’alta possibilità che il parto si realizzi nelle successive 48 ore.

Se avete intenzione di guidare durante la gravidanza, dovete essere consapevoli dei rischi e non fidarvi troppo delle vostre capacità. Inoltre, durante la gravidanza, le future mamme devono tenere presente che sono molto più fragili e che hanno anche la responsabilità di portare con sé un’altra vita, oltre alla propria.

Consigli per guidare in gravidanza

All’inizio della gravidanza, molte donne provano nausea e stanchezza. Questi sintomi possono influenzare la capacità di concentrazione. Pertanto, se non vi sentite bene al mattino, è meglio quando possibile prendere i mezzi pubblici per spostarsi.

Guidare in gravidanza: donna guida col pancione.

Se invece volete mettervi alla guida, ecco alcuni consigli:

  • Consultare sempre il medico. Non è consigliabile guidare in caso di contrazioni, disturbi o rischio di parto prematuro.
  • Comfort e sicurezza al volante. Una donna incinta deve adattare la distanza tra il sedile e il volante alla sua nuova situazione, fin dal primo momento.
  • Indossare sempre correttamente la cintura di sicurezza.
  • Fare delle pause. Per guidare in gravidanza è meglio evitare viaggi più lunghi di tre ore consecutive. Consigliamo di fare una sosta ogni ora per stirare le gambe, bere e andare in bagno.
  • Mantenere la giusta distanza. La distanza corretta tra il corpo e il volante dovrebbe essere di circa 25 cm, soprattutto se il veicolo ha un airbag, che deve essere orientato verso il torace e la testa, mai verso l’addome.
  • Buona postura. Lo schienale dovrebbe essere il più dritto possibile.
  • Evitate manovre brusche, come accelerazioni improvvise o frenate. Se avete scelto di guidare durante la gravidanza, dovete tenere conto del fatto da una parte ci siete voi e dall’altra, tutti gli altri conducenti. Attenzione!
Donna incinta che guida.

Altre raccomandazioni

Dopo il parto, sarà il medico a decidere quando sarà il momento giusto per guidare di nuovo. Meglio non rimettervi al volante prima del suo ok.

NOTA: l’airbag non è pericoloso fintanto che la distanza minima dal corpo è di circa 20-25 centimetri. In caso di collisione, la borsa si gonfia solo davanti alla testa e al petto della donna e fa in modo da impedire alla cintura di sicurezza di premere troppo forte sulla pancia.

Come si indossa la cintura di sicurezza

La cintura di sicurezza si indossa nel modo seguente: la cintura orizzontale non deve mai essere posizionata sul ventre, poiché – in caso di incidente – la pressione potrebbe far male al bambino. Dovrebbe essere situata sotto l’addome, a livello dell’inguine. La fascia superiore dovrebbe attraversare il petto, tra i seni.

La soluzione migliore per guidare durante la gravidanza è una cintura di sicurezza con tre punti di ancoraggio, poiché offre maggiore sicurezza e comfort.

Dovete sapere che sapere che l’uso corretto della cintura riduce di oltre il 50% le lesioni fetali gravi. Non usarla comporta un rischio maggiore di parto prematuro in caso di incidente.

Inoltre, i cambiamenti nel metabolismo della donna incinta creano alterazioni del livello di zucchero nel sangue, problemi circolatori, visione alterata o cambiamenti di umore che ostacolano la capacità di guidare.

Per far sì che la cintura di sicurezza non si muova da un lato all’altro durante la guida, è possibile mettere un cuscino. Un’altra variante più comoda è un adattatore speciale che fissa il sistema in tre punti. La donna incinta si siede su un cuscino piatto, da cui sporge un doppio perno che circonda la cintura inferiore e la mantiene in posizione.

Ad ogni modo, è bene consultare il medico ogni volta che si hanno sintomi. E ribadiamo ancora che indossare la cintura di sicurezza riduce la gravità delle lesioni per voi e il vostro bambino in caso di incidente.