Il vero amore? Quando tuo marito ti regala due ore di riposo

· 29 settembre 2017

Il vero amore non è un sentimento che si trova dietro l’angolo. Qualcuno potrebbe dire che è addirittura in via di estinzione.

L’avarizia, l’egoismo, l’egocentrismo, le insoddisfazioni e gli interessi individuali hanno fatto sì che oggi il vero amore sia prerogativa di pochi. La semplicità, la passione, il rispetto, l’altruismo, l’affetto e l’attrazione al giorno d’oggi sono molto rari.

Se tuo marito ti dice che per te prova vero amore, dovresti sentirti una donna fortunata.

Ma ricorda che contano soprattutto i fatti, non solo le parole. 

Se tuo marito non è in grado di offrirti qualcosa di tanto importante come due ore di riposo ogni giorno, per occuparsi da solo del bambino, forse non ti ama come dice.

 

Sarà vero amore? Una coppia abbracciata.

Vero amore: non sei la sola responsabile di vostro figlio

In quanto madre di tuo figlio, sei responsabile delle sue cure e della sua educazione. Lo devi proteggere e devi offrirgli un ambiente sicuro in cui vivere. 

Allo stesso modo, devi garantirgli tutte le risorse materiali e spirituali per la sua crescita e il suo sviluppo, affinché sia felice e diventi una persona autonoma e sicura di sé.

Grazie ai tuoi insegnamenti, diventerà un bambino, un giovane e un adulto con dei valori, capace di agire e prendere le migliori decisioni quando incontrerà degli ostacoli sulla sua strada.

Ma non sei l’unica né la maggior responsabile di tutto questo processo.

Lo hai tenuto 40 settimane e più nel tuo ventre, hai sopportato tutti i malesseri provocati dalla gravidanza, hai sofferto al momento del parto naturale o del cesareo, lo hai allattato e messo a dormire diverse volte al giorno. Se dovessimo considerare un’equa suddivisione dei compiti, già tutto questo ti esimerebbe da qualsiasi incombenza futura.

Ovviamente ognuna di queste tappe – gravidanza, parto e allattamento – pur con tutti i contrattempi e sacrifici che comporta, fa piacere alle madri. 

La futura educazione di un bambino va considerata come un dono concesso dall’universo. Ma attenzione: anche se è un dono più che un dovere, non ne sei l’unica responsabile.

L’uomo al tuo fianco, essendo suo padre, deve condividere con te questo onere.

Vero amore: madre, padre e figlia.

È anche suo dovere alzarsi di notte per dargli il biberon, cambiargli il pannolino durante il giorno, dargli da mangiare, giocare con lui, coccolarlo, portarlo a fare una passeggiata.

Se tuo marito ama veramente sia te sia tuo figlio dovrebbe essere felice di collaborare e lasciarti un po’ di tempo per riposare.

Il vero amore del tuo compagno

Possiamo esserne certe, si tratta di vero amore se il tuo compagno:

  • Non si limita a dirti: “Povera, che aria stanca che hai!”, ma ti dice: “Tesoro, vai a dormire un po’, ci penso io a nostro figlio”.
  • Ti dà affetto, ti riempie di coccole, baci, abbracci. Fa in modo che il desiderio sessuale nei tuoi confronti e l’attrazione reciproca non vengano mai meno.
  • Offre tutta la protezione possibile al nucleo familiare che avete formato.
  • Si fa carico con te delle faccende domestiche e della cura del bambino: lavargli i vestitini, cambiargli il pannolino, preparargli il biberon se è neonato o i pasti se è più grandicello ecc.
  • Assicura alla famiglia parte delle risorse economiche necessarie affinché il bambino cresca in un ambiente ricco di pace, amore e fiducia, dove possa sempre trovare un rifugio.
  • Si sacrifica per il nuovo arrivato e si alza di notte per prendergli la temperatura, calmare il suo pianto o curarlo quando è malato.
  • Ti rispetta e ti ammira per l’essere umano e la donna che sei.
  • Fa tutto il possibile per prendersi cura della famiglia che avete formato. Si impegna a farvi rimanere sempre uniti e a guidare il bambino che ancora sa poco della vita, ma che ha un padre e una madre che lo proteggono.

Ricorda: vero amore è quando il tuo compagno ti dice che ti ama e te lo dimostra con i fatti.