Viaggiare con i bebè: che cosa bisogna prendere in considerazione?

· 29 agosto 2018
Viaggiare con i bebè può essere un esperienza sgradevole, se lo si fa impreparati. Meglio leggere questi consigli per fare in modo che il viaggio sia sempre gradevole!

A quasi tutti noi piace viaggiare. Tuttavia, quando si tratta di farlo con i piccoli di casa, a molti quest’impresa può sembrare un’odissea interminabile. Se sapete che cosa bisogna prendere in considerazione quando è il momento di viaggiare con i bebè, sarete ben preparate.

Dovete viaggiare con dei bambini piccoli e, per voi, si tratta della prima volta? Molti genitori si domandano che cosa bisogna prendere in considerazione quando è il momento di viaggiare con i bebè. Si tratta di un dubbio comprensibile, perché portare in viaggio il vostro piccolo comporta prendere con sé molte più valigie, con il risultato di far aumentare la stanchezza.

Non disperatevi, però. Nelle righe che seguono troverete alcuni suggerimenti che vi permetteranno di portare a termine il viaggio senza problemi, in maniera tranquilla e rilassata.

Raccomandazioni utili per viaggiare con i bebè

Non c’è alcuna ragione per la quale, per i viaggi in famiglia, i bebè debbano rappresentare un ostacolo. Se godono di buona salute, sono in grado di adattarsi rapidamente e perfettamente ai cambiamenti. Per poter viaggiare in maniera tranquilla e senza preoccupazioni, prendete nota delle seguenti idee.

Viaggiare in auto

Di solito, questo viaggio è molto stancante e il suo percorso è piuttosto scomodo: di conseguenza, non programmate viaggi molto lunghi. D’altra parte, evitate di mettervi in viaggio nelle ore di punta o in giorni di traffico particolarmente intenso.

Viaggiare in aereo

Nei viaggi in aereo, i bebè che hanno meno di 2 anni non occupano un posto a sedere. Tuttavia, hanno una loro carta d’imbarco e pagano l’assicurazione per il viaggio. Inoltre, devono viaggiare sulle gambe di uno dei genitori, indossando una speciale cintura di sicurezza.

Viaggiare in treno

Questo mezzo di trasporto offre una molteplicità di vantaggi che rendono il viaggio più comodo, pratico e rilassante, per voi e il vostro bebè. Potete salire sul vagone con il suo passeggino, per poi piegarlo. Alcuni treni sono dotati di vagoni letto, nel caso in cui decidiate di viaggiare durante la notte.

Viaggiare con i bebè può essere un'esperienza piacevole e rilassante

Inoltre, in ogni viaggio, vi consigliamo di portare con voi:

  • Alimenti, come purè od omogeneizzati, e liquidi come acqua, latte e succhi di frutta.
  • Un libro di racconti, canzoni per bambini, giochi o colori per intrattenere il bebè.
  • Salviette umidificate, che vi agevoleranno il compito di cambiare i pannolini.
  • Una valigetta di primo soccorso.
  • Un cambio di vestiti, una coperta, pannolini, biberon, un ciuccio e un cuscino.

Vantaggi che potete prendere in considerazione quando arriva il momento di viaggiare con i bebè

Alcuni dei vantaggi che derivano dall’intraprendere un viaggio con i più piccoli sono i seguenti:

  • Dal momento che non camminano ancora, vi sarà più facile controllarli.
  • Non pagano il biglietto su nessun mezzo di trasporto.
  • Il loro fascino aiuterà a rompere il ghiaccio con le persone di qualunque luogo.
  • Non sono esigenti nei confronti della destinazione, perché dovrete solo occuparvi delle loro necessità essenziali.
  • Si addormentano facilmente durante la giornata.
  • Le famiglie con bebè sono le prime a essere imbarcate.
  • Se viaggiate in aereo, gli assistenti di volo saranno sempre attenti alle vostre esigenze.

“Se godono di buona salute, i bebè sono in grado di adattarsi rapidamente e perfettamente ai cambiamenti.”

Documentazione che si deve prendere in considerazione quando è il momento di viaggiare con i bebè

Ci sono alcuni documenti che, quando si viaggia con un bebè, non potete assolutamente dimenticare, perché potreste averne bisogno. Per ricordarvene, programmate il viaggio in anticipo e informatevi bene sui documenti che dovete portare con voi, perché è possibile che sia necessario un po’ di tempo, prima che vi vengano consegnati.

Quelli di cui c’è un bisogno più frequente sono: la tessera sanitaria, il libretto delle vaccinazioni, il certificato di nascita o qualunque altro documento legalmente valido che vi certifichi come titolari della patria podestà. Inoltre, naturalmente, potreste aver bisogno del passaporto e del visto, in base al luogo in cui vi recherete.

Grazie a un minimo di preparazione, viaggiare con i bebè può rivelarsi un'esperienza del tutto confortevole

Suggerimenti finali per viaggiare con i bebè

In aggiunta a quanto è già stato detto, elenchiamo altre questioni che bisogna prendere in considerazione quando è il momento di viaggiare con i bebè. In primo luogo, se viaggiate in luoghi il cui clima è diverso da quello al quale il vostro bebè è abituato, è indispensabile che consultiate uno specialista.

Il medico vi darà consigli riguardanti la protezione da adottare per difenderlo dal freddo o dal sole, così come la sua idratazione e la maniera di alimentarlo. Tenete a portata di mano i numeri di telefono di ospedali e ambulatori della località, oltre a quello del suo pediatra.

D’altra parte, fate in modo, per quanto è possibile, che il periodo del viaggio coincida con il sonno del vostro bebè. Durante il viaggio osservatelo costantemente, nell’eventualità in cui ci sia qualcosa che lo mette a disagio.

È importante che ricordiate che, durante il decollo e l’atterraggio dell’aereo, il bebè deve rimanere tra le vostre braccia. Scegliete un posto a sedere vicino al corridoio, in modo da avere più spazio a disposizione. In questo modo, entrambi farete un viaggio tranquillo.

In sintesi, viaggiare può rivelarsi un’occasione di apprendimento particolarmente piacevole. Ciò che bisogna prendere in considerazione quando è il momento di viaggiare con i bebè sono i suoi documenti, gli alimenti e i giocattoli. Inoltre, se rispettate le raccomandazioni fondamentali e le seguite alla lettera, i bebè si sentiranno perfettamente a proprio agio.