Vitamine per l’inverno: quali sono le migliori?

· 9 dicembre 2018
Durante la stagione fredda, si sa, siamo più vulnerabili a raffreddore e influenza. Ecco perché è importante assumere delle vitamine per l'inverno.

Durante l’inverno le probabilità di prendersi un raffreddore sono più elevate. Il freddo, l’umidità e lo stare in luoghi chiusi ci rendono più propensi ad ammalarci. È importante sapere come proteggerci e assumere alcune vitamine per l’inverno.

Alla fine dei conti, abbiamo solo il nostro sistema immunitario a difenderci dagli agenti patogeni che possono invadere il nostro corpo. In questo senso, dobbiamo ricordare che le basse temperature contribuiscono ad un calo dei globuli bianchi. La cosa più adatta quindi, è cercare di rafforzare le difese assumendo la giusta dose di vitamine per l’inverno.

Vitamine per l’inverno

Vitamina C: fondamentale per il sistema immunitario

La vitamina principale incaricata a favorire il sistema immunitario è la vitamina C. Oggi sappiamo che la percentuale di questa sostanza nel plasma diminuisce notevolmente quando siamo ammalati.

Sappiamo anche che la vitamina C contribuisce alla formazioni dei fagociti. Questi sono globuli bianchi che assorbono i microorganismi dannosi e generano enzimi per distruggerli. D’altra parte, questa sostanza è anche un antiossidante efficace.

L’effetto di questa vitamina è molto importante contro i microrganismi reattivi dell’ossigeno. Questi si moltiplicano nel nostro organismo ogni volta che abbiamo qualche infezione.

Fortunatamente possiamo ottenere questa sostanza nella maggioranza della frutta citrica. L’arancia, il mandarino e il limone sono fonti ricche di vitamina C. Le fragole e i kiwi sono altri tipi di frutta con vitamina C.

Mamma e figli fanno colazione

Vitamina A: stimola l’organismo a produrre globuli bianchi

Formata soprattutto da retinolo e carotenoidi, anche la vitamina A influenza positivamente la costruzione delle difese. Come parte del suo contributo, mette l’organismo in condizione di incrementare la produzione di globuli bianchi.

Non abbiamo bisogno di ricorrere a nessun supplemento per ottenere le sostanze vitaminiche. Alimenti come la carne, il latte e i vegetali verdi sono ricchi di retinolo. Allo stesso modo, anche gli spinaci e la carota hanno un alto contenuto di questo nutriente.

Vitamina D: ci aiuta ad aumentare i globuli bianchi

La vitamina D non influisce direttamente nella formazione di globuli bianchi. Ciò nonostante, questa è fondamentale nell’incremento della sua contabilizzazione. Fondamentalmente questa sostanza rallenta il tempo impiegato dai globuli bianchi per essere eliminati dall’organismo. Con la sua influenza, i fagociti incrementano il loro tempo di vita utile.

La buona notizia è che questa è una vitamina completamente gratuita. Avete bisogno solamente di stare per alcuni minuti sotto il sole in modo tale che la vostra pelle la assorba. Chiaramente questo spiega perché durante i periodi freddi o di pioggia le nostre difese diminuiscono.

“Dobbiamo ricordare che le basse temperature contribuiscono all’abbassamento dei globuli bianchi. La cosa più indicata quindi è cercare di rafforzare le difese”.

Vitamine B e E: contribuiscono in vari modi

Il gruppo vitaminico B influisce nel processo metabolico umano. Anche se non ha a che fare direttamente con la formazione di globuli bianchi, prende parte comunque a livello generale nella creazione delle difese.

Più esattamente la vitamina B incide nella creazione di proteine che a loro volta sono importantissime per l’immunità corporea. In più, senza una buona basa alimentare è logico che le difese si abbassino. Non c’è alcun dubbio che il complesso B fa parte delle vitamine per l’inverno.

La vitamina E invece, contiene antiossidanti che proteggono le cellule. Anche se come sappiamo questa sostanza fa bene alla pelle, lavora anche a livello interno. Per di più, si crede che lavori a stretto contatto con la vitamina C.

Bambina che mangia insalata

L’acido folico è un’altra sostanza raccomandata

L’acido folico non fa bene solamente alle donne incinta. Questo minerale stimola la produzione di una specie particolare di globuli bianchi: i neutrofili. Per questa ragione, una dieta senza questa sostanza ci rende propensi a infezioni di ogni tipo.

Il folato è una sostanza che si può trovare nei cibi più comuni. Alcuni prodotti che lo contengono in alti quantitativi sono il riso, i broccoli, il pane e i cereali.

Anche la verdura a foglia verde e la frutta citrica contengono una grande quantità di acido folico. Come possiamo renderci conto, le vitamine per l’inverno possono essere assunte grazie ad una dieta varia, sana e bilanciata.

D’altra parte, ci sono alcuni supplementi e prodotti medici che possono servire per rinforzare le carenze vitaminiche. Le vitamine B, C ed E possono trovarsi in pastiglie e bibite. L’acido folico si può trovare anch’esso in prodotti commerciali di facile accesso. In questo modo, saremo pronti per la stagione fredda.