Quali vitamine devo prendere per rimanere incinta?

31 agosto 2018
L'alimentazione influisce sulla fertilità sia dell'uomo che della donna. Per questa ragione, quando cerchiamo di concepire, è importante prendere in considerazione l'alimentazione come fattore fondamentale, per avere successo.

Le vitamine sono sostanze di importanza vitale per la nostra salute. Sono responsabili della regolazione di molte delle funzioni del nostro organismo. Per questo motivo non è certo una sorpresa il fatto che la carenza di vitamine nel vostro organismo riduca la fertilità.

Dobbiamo fare molta attenzione a questa questione, perché il nostro corpo può produrre in maniera naturale solamente la vitamina D. Le altre non possono essere sintetizzate dall’organismo e, quindi, vanno ingerite attraverso alimenti o integratori.

Dovete fare attenzione ai nutrienti che ingerite e dare importanza a quelli che non possono assolutamente mancare in una dieta equilibrata quando si cerca di concepire un bebè. Alcune vitamine sono di vitale importanza, quando si desidera raggiungere questo obiettivo.

Di quali vitamine ho bisogno per rimanere incinta? Quali alimenti devo includere nella mia dieta se voglio concepire un bebè? Per ottenere le risposte a tutte queste domande, proseguite la lettura.

Quali vitamine devo prendere per rimanere incinta?

Il vostro corpo deve essere preparato per ospitare una creatura e mantenerla in vita per nove mesi. Di conseguenza, l’alimentazione e la soddisfazione della necessità di vitamine e minerali risultano fondamentali, per riuscire a concepire e avere una gravidanza i cui rischi siano ridotti al minimo.

Si raccomanda che inseriate rigorosamente nella vostra dieta le seguenti vitamine, in modo da far aumentare considerevolmente le probabilità di rimanere incinta.

Vitamina B

Esistono diversi tipi di vitamine del gruppo B che sono essenziali per aumentare le possibilità di rimanere incinta. Per esempio, la vitamina B6 aiuta ad aumentare la fertilità nelle donne. Inoltre, costituisce un regolatore ormonale nella terza fase del ciclo mestruale, che inizia dopo l’ovulazione e contribuisce all’equilibrio di estrogeni e progesterone.

La vitamina B6 è essenziale per la prosecuzione della gravidanza, perché mantiene il progesterone ai suoi livelli normali ed evita aborti involontari. Si trova in alimenti come le viscere o  la carne in generale, nei latticini, nelle uova o nel pesce.

Un’altra vitamina essenziale de gruppo B è l’acido folico. Aiuta a prevenire malformazioni, complicazioni e anche difetti nel tubo neurale del bebè. Per questa ragione, dovete assumerlo fin dal momento in cui decidete di rimanere incinte.

In generale, i medici raccomandano di iniziare un consumo controllato di acido folico circa 3 mesi prima di rimanere incinta. Si può trovarlo principalmente in verdure come le bietole, gli spinaci, i broccoli o i cavolfiori, e nei cereali integrali.

Tuttavia, data la sua importanza e per evitare la sua carenza nell’organismo, è anche possibile assumere integratori di acido folico. Naturalmente, bisogna farlo con l’autorizzazione del medico.

Vitamina C

La vitamina C aiuta a mantenere ottimi i livelli di progesterone, per fare in modo che gli ovuli mantengano i loro cicli e la fecondazione possa venire portata a termine con successo. È possibile trovarla facilmente negli agrumi, nei peperoni e nel prezzemolo.

Vitamina D

Può essere prodotta in maniera naturale dal nostro corpo. Si sintetizza quando ci esponiamo ai raggi del sole. Anche alcuni alimenti come il latte, il burro, le uova e il pesce azzurro rappresentano una fonte di vitamina D.

La vitamina D può aumentare le probabilità di rimanere incinte, producendo ormoni sessuali che regolano l’ovulazione e riducendo i rischi di complicazioni durante il parto.

“L’alimentazione e la soddisfazione delle necessità di vitamine e minerali risultano fondamentali, per riuscire a concepire e avere una gravidanza i cui rischi siano ridotti al minimo.”

Vitamina E

La vitamina E è importante nella regolazione del sistema ormonale, che aiuta a evitare alterazioni nei cicli mestruali, migliora la funzione dell’apparato riproduttore, protegge gli ovuli dalle mutazioni e controlla i radicali liberi che danneggiano lo sperma.

Inoltre, contribuisce a migliorare le possibilità di impianto di ovuli fecondati e la qualità del muco cervicale. Si può trovare in alimenti come la frutta secca, i tuorli d’uovo e l’olio d’oliva. Si possono anche assumere quotidianamente sotto forma di pillole.

Zinco

Lo zinco aiuta l’organismo delle donne a utilizzare più efficacemente l’estrogeno, innescando così l’ovulazione e la fertilità. Si trova nei frutti di mare, nei fagioli e nei latticini.

Ferro

Il ferro, presente nella carne e negli spinaci, contribuisce alla produzione di globuli rossi. Questi ultimi sono di enorme importanza, perché, quando il corpo non ne possiede in quantità sufficiente, si presenta la forma più comune di anemia. le donne colpite da questa malattia sono maggiormente predisposte all’anovulazione e alla cattiva salute dell’uovo.

Solo io devo assumere vitamine per rimanere incinta?

Non è solamente la donna a dover cercare di assumere vitamine che la aiutino a favorire la concezione di un bebè. Anche l’uomo può ingerirne attraverso l’alimentazione, allo scopo di aumentare di numero e mantenere in vita i suoi spermatozoi, agevolando il processo del concepimento.

Le vitamine A, B12, C ed E aumentano la conta degli spermatozoi e, di conseguenza, le possibilità di concepire. Altri nutrienti che svolgono un ruolo importante in questo processo sono il selenio e lo zinco, che aumentano ulteriormente il livello del testosterone.

Le vitamine possono essere assunte anche sotto forma di integratori

Allo stesso modo, antiossidanti come la vitamina A, C ed E proteggono le cellule dell’apparato riproduttore maschile dai processi di invecchiamento prematuro che possono verificarsi a causa della presenza di radicali liberi.

Altri minerali come lo iodio, che troviamo in alimenti provenienti dal mare, il ferro e il calcio o la vitamina C favoriscono la mobilità degli spermatozoi ed evitano che si agglutinino. In questo modo, si aumenta la fertilità.

L’alimentazione influisce su tutti i processi del nostro corpo, compresa la fertilità, sia nell’uomo che nella donna. Per questa ragione, seguire una dieta sana è di enorme importanza per mantenerci in salute, soprattutto quando si tratta di concepire.

Infine, oltre a sapere quali vitamine dovete prendere per rimanere incinta e in quali alimenti potete trovarle, dovete anche ridurre i livelli di stress ed evitare abitudini nocive, come il consumo di tabacco. In questo senso, le droghe e l’alcol danneggiano in maniera considerevole il concepimento.

Guarda anche