Adolescenti e acne: cosa fare e cosa evitare

L'acne è una manifestazione cutanea scomoda e fastidiosa per gli adolescenti, poiché colpisce il loro aspetto fisico e la loro sfera psicosociale.
Adolescenti e acne: cosa fare e cosa evitare

Ultimo aggiornamento: 24 maggio, 2022

Per gli adolescenti, l’acne è una delle condizioni della pelle che più li complica e li preoccupa. Allo stesso modo, di solito influisce sulla loro autostima e li limita nelle dinamiche delle relazioni sociali.

Sebbene sia un disturbo della pelle che si manifesta principalmente soprattutto sul viso, può comparire anche su altre parti del corpo, come le spalle, le braccia e la schiena.

Fortunatamente, con un po’ di attenzione, è possibile ridurre i sintomi e avere un bell’aspetto nonostante i fastidiosi brufoli. Oggi vi diciamo come. Non perdetelo!

Consigli per adolescenti con l’acne

L’acne adolescenziale è il risultato dell’infiammazione dell’unità pilosebacea della pelle, il cui decorso è piuttosto lungo e fastidioso.

Nella maggior parte dei casi, le lesioni sono causate dal Propionibacterium acnes, un batterio che fa parte della normale flora della nostra pelle. Dati alcuni cambiamenti fisici e ormonali, questo germe penetra nello spessore dell’epidermide attraverso i suoi pori e ne infetta le strutture.

Sebbene sia una condizione attesa a questa età e non sempre prevenibile, è possibile migliorarla con l’attuazione di alcuni suggerimenti. Prendete nota!

1. Dieta sana ed equilibrata

Sebbene esista un’associazione controversa tra acne e dieta, il latte vaccino e i suoi derivati di solito ne favoriscono l’aspetto.

Inoltre, alcuni studi pubblicati dal Journal of American Academy of Dermatology descrivono che il fattore di crescita insulino-simile 1 (IGF-1), un componente del latte, stimola l’unità pilosebacea. I livelli di IGF-1 aumentano durante la pubertà e questo è ciò che si correla con l’elevata prevalenza di acne.

Si consiglia un cambio di dieta per evitare i brufoli, evitando i latticini e gli alimenti ad alto indice glicemico, come bibite, dolci e cibi ultra-lavorati.

la ragazza mangia l'insalata di verdure felice e sana
Una dieta sana, completa ed equilibrata è una buona strategia per evitare alterazioni della flora batterica della pelle. Riduce anche il rischio di sviluppare altri problemi di salute.

2. Pulizia regolare della pelle

L’acne è un disturbo della pelle inevitabile, ma può essere trattata e controllata attraverso un’adeguata pulizia quotidiana della pelle. Soprattutto con prodotti che mantengono il pH della superficie cutanea entro i valori normali.

Inoltre, i batteri che fanno parte del microbiota della pelle possono accumularsi eccessivamente. Se la superficie della pelle non viene pulita, i follicoli piliferi possono ostruirsi e sviluppare alcune complicazioni, come ipercheratosi o cisti.

3. Prodotti specifici per l’acne

I farmaci topici per il trattamento dell’acne sono gel, lozioni e creme che vengono applicati sulla pelle. Alcuni componenti utilizzati sono:

  • Acido salicilico: questo principio attivo aiuta a esfoliare gli strati più superficiali della pelle per evitare che i follicoli piliferi si ostruiscano con i batteri che causano l’acne.
  • Perossido di benzoile: questo ingrediente asciuga i comedoni dell’acne, previene lo sviluppo di nuove lesioni e uccide i batteri che causano l’acne.
  • Antibiotici: la clindamicina o l’eritromicina sono i farmaci più utili per eliminare completamente i batteri che causano l’acne nei casi da moderati a gravi.
  • Retinoidi: il retinolo viene utilizzato nei casi persistenti di acne per sbloccare i pori. Può essere utilizzato anche l’adapalene, un gel retinoide da assumere una volta al giorno che si assorbe rapidamente.

Alcuni di questi farmaci sono disponibili per l’acquisto con prescrizione medica e altri non richiedono una prescrizione. In generale si consiglia di applicarne uno strato sottile sulla pelle al mattino o prima di coricarsi, dopo aver deterso la pelle (a seconda del principio attivo utilizzato).

Quali comportamenti dovrebbero evitare gli adolescenti con l’acne?

Una delle principali conseguenze che l’acne cerca di evitare è il danno permanente alla superficie della pelle. Vi diciamo cosa non dovrebbero fare i vostri figli quando hanno dei brufoli.

1. Non toccarli con le dita

Si raccomanda che le lesioni dell’acne si risolvano da sole. Pertanto, è controproducente spremere i brufoli nel tentativo di drenare il loro contenuto. Ciò può solo causare un peggioramento della condizione o lasciare cicatrici permanenti.

Infatti, durante la loro manipolazione, il materiale infetto può trasferirsi negli strati più profondi della pelle e sviluppare così una maggiore infiammazione ed eritema. Anche formare lesioni iperpigmentate residue.

2. Evitare indumenti stretti

Nei casi in cui sul corpo compaiono caratteristiche lesioni acneiche, si raccomanda di evitare di indossare indumenti attillati, poiché provocano irritazioni e ostruiscono i pori. Anche cerchietti, sciarpe, cappelli e elastici per capelli possono anche raccogliere sporco e olio.

3. Non applicare prodotti oleosi o comedogenici sulla pelle

I prodotti cosmetici ad alto contenuto di olio (o comedogenici) possono causare l’ostruzione dei follicoli piliferi. Pertanto, è consigliabile aggiungere alla routine di cura della pelle prodotti “non comedogenici”. Dai la priorità anche ai filtri solari realizzati per la pelle grassa.

4. Usare sempre la protezione solare

L’uso della protezione solare è una raccomandazione universale, sia che si tratti di pelle a tendenza acneica o meno. Sebbene l’abbronzatura possa sembrare per schiarire l’acne o nasconderla, è solo temporanea e può incoraggiare lo sviluppo di inestetismi successivi.

In effetti, l’abbronzatura può peggiorare l’acne, piuttosto che risolverla o migliorarla.

Adolescente che usa un trattamento per l'acne giovanile.
Bisogna evitare di applicare creme o prodotti fatti in casa per curare l’acne che non sono stati adeguatamente testati. Questi potrebbero peggiorare il quadro e causare altre complicazioni. Verificate con il medico prima di usarli!

5. Evitare rimedi o trattamenti casalinghi

Alcuni rimedi casalinghi che le persone raccomandano per il trattamento dell’acne possono peggiorare l’acne e complicarla. Evitate di usarli tutti, che si tratti di dentifrici, succo di limone, bicarbonato di sodio, curcuma o maschere al miele.

In caso di dubbio, consultate il dermatologo di fiducia.

L’acne e il suo impatto emotivo sugli adolescenti

Gli adolescenti che soffrono di acne spesso soffrono anche di problemi emotivi. Infatti, in alcune occasioni, vengono presi in giro per l’aspetto dei loro volti. Inoltre, i brufoli possono causare dolore, disagio o prurito, il che aggrava ulteriormente la condizione.

Il dermatologo è colui che indicherà il trattamento ottimale e offrirà il supporto appropriato su come prevenire e controllare gli sfoghi dell’acne.

Potrebbe interessarti ...
La caduta dei capelli in adolescenza: cause, sintomi e trattamento
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
La caduta dei capelli in adolescenza: cause, sintomi e trattamento

La caduta dei capelli nell'adolescenza è generalmente abbastanza frequente. Qui vi diciamo le sue possibili cause e il suo trattamento.



  • Danby FW. Acne and milk, the diet myth, and beyond. J Am Acad Dermatol. 2005 Feb;52(2):360-2. doi: 10.1016/j.jaad.2004.09.022. PMID: 15692488.
  • Gebauer K. Acne in adolescents. Aust Fam Physician. 2017 Dec;46(12):892-895. PMID: 29464224.
  • How to control oily skin. [Internet] Disponible en: https://www.aad.org/public/everyday-care/skin-care-basics/dry/oily-skin