Dieta vegana per bambini: cosa bisogna sapere

State pensando di offrire al vostro bambino una dieta vegana? In questo articolo vi diremo tutto ciò che dovete sapere al riguardo, poiché ci sono alcuni rischi che dovresti considerare.
Dieta vegana per bambini: cosa bisogna sapere

Ultimo aggiornamento: 10 settembre, 2021

La dieta vegana nei bambini è possibile, ma non è raccomandata. Ciò significa che questo approccio è praticabile purché venga anche incluso un determinato numero di integratori. Ma in quanto tale, non è una buona opzione per garantire una crescita ottimale del bambino.

Uno dei principi del mangiar sano è la varietà, quindi conviene allargare il più possibile lo spettro degli alimenti. Soprattutto durante le prime fasi della vita, in cui i deficit nutrizionali possono condizionare gravemente lo stato di salute.

Come proporre una dieta vegana per i bambini?

concetto di dieta vegana vegetariana restrittiva non onnivora

Nonostante la maggior parte degli esperti lo sconsiglia, molti genitori scelgono di seguire questa abitudine alimentare. Pertanto, l’intervento di professionisti è fondamentale per proporre una dieta vegana il più completa possibile in termini di nutrienti.

Fino a 6 mesi di vita, tutto il fabbisogno proteico è coperto dal latte materno. Tuttavia, da quel momento in poi, è necessario includere nella dieta gli alimenti che li contengono, soprattutto quando si sceglie di interrompere l’allattamento al seno.

Secondo uno studio pubblicato sugli Annals of Nutrition & Metabolism, è necessario offrire un notevole apporto di proteine durante le prime fasi della vita, affinché il bambino cresca e si sviluppi correttamente.

Questi nutrienti sono presenti nella carne e nei derivati animali (come i latticini), ma anche nelle verdure e nei cereali. Gli integratori proteici sono un’alternativa per ottenere un apporto sufficiente quando vengono offerte diete vegetariane (non onnivore).

Un aspetto chiave quando si pianifica una dieta vegana per un bambino è garantire un’ampia varietà di alimenti a base vegetale. In linea con ciò, è conveniente che cereali, granaglie, legumi e tuberi compaiano frequentemente.

È molto importante che i genitori sappiano che questo tipo di dieta è associato ad un aumentato rischio di basso peso nei bambini, rispetto a quelli che ricevono una dieta completa (onnivora). Anche così, i risultati degli studi non sono del tutto conclusivi, come indicato da una recente recensione pubblicata negli Archivi argentini di pediatria.

Altri deficit nutrizionali associati a questo tipo di alimentazione

L’assunzione di proteine non è l’unico aspetto critico della dieta vegana per i bambini, ma si possono osservare anche carenze di ferro, vitamina B12, calcio e vitamina D. Anche l’assunzione di zinco può essere compromessa, a causa delle difficoltà di inserire le noci nella dieta dei più piccoli.

La vitamina B12 viene solitamente integrata mediante preparati farmacologici, poiché l’unica fonte del nutriente è il cibo di origine animale. Se non viene aggiunto alla dieta, il bambino è a rischio di soffrire di anemia megaloblastica a medio termine, come evidenziato da una ricerca pubblicata sul Nestlé Nutrition Institute Workshop Serires.

Quando si considera una dieta vegana per un bambino, è conveniente effettuare alcune analisi biochimiche del sangue per conoscerne lo stato di salute. Molte volte è difficile riconoscere i sintomi delle carenze nutrizionali e se questa condizione si perpetua, il bambino corre il rischio di avere problemi di salute e sviluppo.

Quando si rilevano bassi livelli di un nutriente essenziale nel sangue, sarà necessario ricorrere alla sua integrazione e alla riorganizzazione del modello alimentare. Per questo motivo è necessario effettuare un controllo rigoroso per evitare malattie croniche.

La dieta vegana per i bambini è sconsigliata

schema dietetico completo onnivoro mediterraneo equilibrato alimentazione adeguata

Sebbene negli adulti la dieta vegana possa offrire alcuni benefici, non è il tipo di dieta appropriato per un bambino in crescita.

Le diete non onnivore, comprese le diete vegane, non sono affatto raccomandate durante l’infanzia. Questo perché i potenziali benefici non superano i rischi, che sono molto più di quanto le persone si rendano conto.

Durante le prime fasi della vita è conveniente scommettere su una buona educazione alimentare, in cui il consumo di alimenti freschi sia prioritario rispetto a quello di alimenti industriali ultra trasformati. Inoltre, rimandare l’approccio di una dieta restrittiva fino all’età adulta.

I deficit nutrizionali che si sperimentano durante l’infanzia condizionano gravemente la salute futura del bambino. Per questo motivo è fondamentale garantire un apporto sufficiente di tutti i tipi di nutrienti durante l’infanzia e l’adolescenza.

Potrebbe interessarti ...
A che età i bambini possono mangiare il cioccolato?
Siamo MammeLeggi in Siamo Mamme
A che età i bambini possono mangiare il cioccolato?

Il cioccolato può essere controindicato per i bambini, soprattutto quando sono molto piccoli. In ogni caso, si consiglia di non esagerare.