Frasi proibite nelle famiglie con bambini

Con le parole possiamo educare, ma anche danneggiare. Alcune delle frasi proibite nelle famiglie con bambini sono quelle che puntano al fare paragoni o che applicano etichette negative sui più piccoli.
Frasi proibite nelle famiglie con bambini
Maria Fátima Seppi Vinuales

Scritto e verificato da la psicologa Maria Fátima Seppi Vinuales.

Ultimo aggiornamento: 05 gennaio, 2023

Le parole non sono innocue e non sono nemmeno prive di significato. Al contrario, creano e modellano la realtà e trasmettono idee e valutazioni. Molte volte creano pregiudizi. Vediamo allora quali sono le frasi proibite se avete dei bambini e cosa le famiglie con bambini dovrebbero evitare.

Scoprite quali sono le frasi proibite da usare con i bambini

Per molto tempo, il centrismo degli adulti ha portato a credere che l’uso di certe frasi rafforzasse i bambini. “Questo è il mondo reale, devi prepararli per quello” è una frase che sintetizza questo stile di educazione.

Tuttavia, comportandoci in questo modo, l’intelligenza emotiva e l’importanza del buon trattamento e del rispetto vengono trascurati. I minori non sono resi forti da un’educazione basata sulla paura, sulla punizione o sull’abuso. Continuate a leggere per scoprire quali sono le frasi che non dovrebbero mai essere usate in una famiglia con bambini.

1- “Sei inutile”

Qualunque aggettivo scegliamo (inutile, pauroso, sciocco o altro), dobbiamo essere consapevoli non solo dell’aggressività di queste parole, ma anche del danno che possiamo causare a quel bambino. Ad esempio, possiamo far credere loro che sono davvero inutili e che si sentono riconosciuti in quell’etichetta. Nel tempo se ne appropriano e dimenticano la loro origine. È così che diventano incapaci di visualizzare se stessi come persone di successo o capaci di raggiungere i propri obiettivi.

2- “Mi hai stancato”

È vero che a volte potremmo aver bisogno di una pausa, poiché la conciliazione della vita personale, lavorativa e familiare può essere estenuante. Tuttavia, dobbiamo evitare di porre tutto il nostro stress sui bambini. Può persino far loro temere che li abbandoneremo.

Essere genitori basati su punizioni o abusi, invece di rendere i figli più forti, può causare loro molti danni. Pertanto, è fondamentale evitare certe frasi con connotazioni negative.

3- “Smettila di piangere, non è un grosso problema”

È una delle frasi che si ripete più spesso e che va anche più in profondità. Questa affermazione invalida completamente le emozioni del bambino e minimizza ciò che lo colpisce.

4- “Perché l’ho detto”

Una frase che fa appello all’autorità, ma non al significato o alla spiegazione. Cioè, non c’è apprendimento o riflessione. In questo modo, ciò che insegniamo ai bambini è che devono obbedire, senza nemmeno chiedersi perché. Con il tempo e la ripetizione di questa idea, possono imparare a essere sottomessi e acritici.

5- “Se non dai un bacio alla nonna, mi arrabbierò molto”

L’importante qui è che la volontà del bambino non sia rispettata e si esercitino pressioni per salutare o mostrare affetto con un’altra persona, nonostante lui non lo voglia. D’altra parte, li esponiamo a una situazione di stress e ansia, poiché si trovano di fronte a un caso di soluzione contraddittoria: non vogliono che il padre si arrabbi, ma non vogliono nemmeno dare quel bacio. Qualunque decisione prendano, si sentiranno come se stessero fallendo in qualcosa.

È importante ascoltare e rispettare le decisioni dei ragazzi, poiché è un modo in cui si pongono dei limiti e imparano a dire di no per sentirsi a proprio agio. Così si educa al consenso.

6- “Mi farai impazzire”

È innegabile che molte volte ci sentiamo sopraffatti da certe sfide che i bambini ci presentano. Tuttavia, usare questo tipo di frasi può generare molta ansia, poiché si sentono responsabili del nostro disagio. Da adulti, siamo anche responsabili della nostra cura di noi stessi, del riposo, della possibilità di stabilire limiti di tempo e di chiedere aiuto se ne abbiamo bisogno.

7- “Perché alla tua età, io…”

I paragoni non vanno bene, perché perdono sempre di vista il contesto in cui si svolgono certi eventi. Questi mettono il bambino nella condizione di dover assomigliare a qualcuno ed evidenziare ciò che non è stato raggiunto, collegandolo alla frustrazione. Possono persino minare la sua autostima, generare rancore, vendetta, sentimenti di inferiorità e competizione malsana.

Il buon trattamento e il rispetto sono fondamentali per portare avanti l’educazione dei bambini. Inoltre, è fondamentale fare appello a frasi positive e incoraggiare il dialogo con i più piccoli.

Come possiamo evitare l’uso di frasi proibite con i bambini?

L’obiettivo di pensare al modo in cui vogliamo che sia l’educazione dei figli ha a che fare con la possibilità di pensare a pratiche più amichevoli e rispettose. Pertanto, di seguito, possiamo trovare alcune frasi positive, domande e idee da applicare invece.

  • «Che difficoltà trovi in questo compito? Come pensi che potrei aiutarti?”
  • «Sei un bambino molto capace e tenace, non scoraggiarti! Puoi sempre riprovare”.
  • “Posso immaginare come ti faccia sentire. Se vuoi, puoi parlarne con me”.
  • D’altra parte, è anche importante che ci prendiamo cura di tutto il nostro linguaggio non verbale. Ovvero il tono di voce, i gesti e i movimenti che ci accompagnano quando parliamo.
  • Quando ci sentiamo stressati, è una buona idea chiedere aiuto. Ad esempio, chiedi ai nonni di prendersi cura del bambino per qualche ora e organizza un piano famiglia con zii o amici. In questo modo si evitano risse o liti con i ragazzi.

Frasi proibite: parole che rafforzano o distruggono

Indubbiamente, le parole che pronunciamo possono costruire ponti per avvicinarci alle persone, oppure distruggerle e allontanarci da loro.

Inoltre, le frasi possono avere un potenziale positivo e costruttivo o possono essere dannose. Non bisogna quindi sottovalutare la sua importanza e il suo impatto sulla personalità e sullo sviluppo psico-emotivo dei bambini.

Potrebbe interessarti ...
Perché i bambini ridono quando li richiamate
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Perché i bambini ridono quando li richiamate

Molti bambini ridono quando li richiamate. Ma, in realtà, più che volersi burlare di voi genitori, ciò che cercano di fare è evitare un conflitto.



  • Poggi, C., Serra, G., & Carreras, R. (2011). Subjetividades Juveniles: entre el adultocentrismo y el patriarcado. Revista tesis1(1).
  • LIEBEL, Manfred. Counteracting adultcentrism. On children, political participation and intergenerational justice. Ultima décad.,  Santiago ,  v. 30, n. 58, p. 4-36,  mayo  2022 .   Disponible en <http://www.scielo.cl/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S0718-22362022000100004&lng=es&nrm=iso>. accedido en  26  dic.  2022.  http://dx.doi.org/10.4067/S0718-22362022000100004.
  • Guil, R., Mestre, J. M., Gil-Olarte, P., Gabriel, G., & Zayas, A. (2018). Desarrollo de la inteligencia emocional en la primera infancia: una guía para la intervención. Universitas Psychologica17(4).

Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.