Come aiutare un ragazzo che fuma spinelli

Pensate che vostro figlio consumi spinelli e non sapete come affrontarlo? Qui ci riflettiamo e vi lasciamo alcuni spunti chiave per aiutarvi.
Come aiutare un ragazzo che fuma spinelli

Ultimo aggiornamento: 22 novembre, 2022

Il consumo di sostanze come la marijuana si sta diffondendo sempre di più tra la fascia degli adolescenti, e anche tra i ragazzi più giovani. Per questo molti genitori si chiedono “come aiutare un ragazzo che fuma spinelli?”.

Molte volte, dietro le sue cause, troviamo il bisogno che hanno gli adolescenti di far parte di un gruppo, di avere l’approvazione degli altri, di “mi piace”, il desiderio di provare cose nuove, la dipendenza generata dalla sostanza stessa, ecc.

Sarà importante in questi casi approfondire le motivazioni e, soprattutto, cercare di dialogare con nostro figlio per affrontare la questione. Non dobbiamo farlo per confronto o per autoritarismo, perché questo farà sì che il ragazzo si chiuda in se stesso o si allontani da noi. Deve nascere dall’ascolto attivo e dall’empatia.

“Il periodo dell’adolescenza può fare la differenza tra una vita di successi o una vita di fallimenti”.

-Anonimo-

Come aiutare un bambino che fuma spinelli?

Nonostante si tratti di una questione complessa, che spesso richiederà un aiuto professionale, vi lasciamo con 6 idee chiave su come aiutare un ragazzo che fuma spinelli. Si tratta di piccole azioni per iniziare ad affrontare il problema con lui, ma possono portare ad altre decisioni, a seconda dell’evoluzione del problema.

Adolescente che accende un giunto.

Non affrontatelo

Quando parlate con vostro figlio dell’uso delle articolazioni, cercate di non renderlo conflittuale. Stabilite una conversazione, con l’obiettivo di scoprire informazioni e non di punirlo.

Si raccomanda di affrontare la situazione con calma e serenità, anche se difficile. L’ideale è avvicinarsi all’argomento in modo naturale e non imporre autorità.

Trovate un buon momento per parlare

Un’altra idea chiave per aiutare un ragazzo che fuma spinelli è trovare il momento giusto. Parlategli quando è calmo. Dategli calore e fiducia in modo che si senta al sicuro quando si tratta di parlare. Chiedetegli quali motivazioni lo hanno portato ad iniziare questa abitudine.

Considerate l’età per aiutare un ragazzo che fuma spinelli

Non è la stessa cosa parlare con un preadolescente che con un ragazzo più grande. Gli adolescenti sono più riluttanti a comunicare con i genitori. A questa età, i ragazzi tendono a ricercare la trasgressione delle regole e l’accettazione del proprio gruppo di pari.

Parlate e riflettete insieme

Nel caso in cui vostro figlio vi dica che fuma spinelli per evitare problemi, ad esempio, cercate di farlo rinsavire. Riflettete con lui sulle sue preoccupazioni e su quali altri modi ha per affrontarle. Potete offrire strategie alternative.

Se il motivo che vi dà è perché gli piace, provate anche a riflettere con lui. Addentratevi in quello che producono in lui le articolazioni, nelle sue ragioni, nelle conseguenze. Potete anche suggerire di chiedere un aiuto professionale.

Stategli vicino

Quando si tratta di aiutare un ragazzo che fuma spinelli, non si tratta di punirlo o vittimizzarlo, ma di fargli sentire che siete dalla sua parte. Che cercate di capirlo e che sarete al suo fianco nelle sue decisioni.

Questo non significa che accettate tutto ciò che fa, ma che cercate di trovare un modo per connettervi con lui e farlo sentire compreso (anche se non condividete le sue decisioni).

Parlate dei pro e dei contro

In linea con il punto di cercare di riflettere, potete proporre l’esercizio di cercare i pro e i contro del fumare spinelli. Potete persino scriverlo su un taccuino. Si tratta di lui che vede che non sei il suo nemico, ma il suo alleato, e che potete arrivare a capire le “cose buone” che sperimenta dal fumare canne.

Tuttavia, sarà importante sottolineare le cose brutte. Per prenderne coscienza, per visualizzare gli aspetti positivi e negativi a breve e lungo termine.

In che modo le articolazioni influenzano il cervello degli adolescenti?

Secondo uno studio condotto nel 2019 da ricercatori dell’Università del Vermont (USA), pubblicato sul Journal of Neuroscience, il cervello dei minori che hanno fatto uso di marijuana solo una o due volte nella vita ha più volume di materia grigia nell’amigdala e ippocampo, rispetto a chi non ha mai provato la sostanza.

L’amigdala è la struttura cerebrale correlata alla paura e alle emozioni, mentre l’ippocampo è coinvolto nello sviluppo della memoria e delle capacità spaziali. Lo stesso studio afferma che le differenze in entrambe le strutture persistevano, nonostante il controllo di variabili come il sesso, lo stato socioeconomico e il consumo di alcol o tabacco.

D’altra parte, quel lavoro ha dimostrato l’associazione tra l’aumento del volume della materia grigia nei consumatori di marijuana a basso livello e le valutazioni del ragionamento e dell’ansia.

Adolescenti che fumano spinelli.

“Lo sviluppo nell’adolescenza è caratterizzato dall’oscillazione tra progresso e regressione”.

-Anonimo-

Aiutare un ragazzo che fuma spinelli: affrontare la situazione

Affrontare il fatto che avete un figlio che fuma erba è un argomento delicato. Dovete  dargli abbastanza fiducia, ma anche guidarlo in modo che non si impegni in comportamenti di dipendenza. La vostra reazione deve essere equilibrata: né punitiva né permissiva (alludendo alle tue esperienze giovanili), ma nemmeno disinteressata. Dovete farvi carico del problema, indagare sulle cause e trovare le soluzioni.

Le droghe sono molto temute dai padri e dalle madri che cercano un buon sviluppo per i propri figli. Questo perché i narcotici in generale, anche se alcuni sono più innocui di altri, hanno sempre un impatto negativo sulla salute fisica e mentale.

Quindi, se pensate che vostro figlio abbia iniziato a fumare spinelli, non fuggite dal problema o cercate di minimizzarlo. Prima ne parlerete con lui, più facile sarà lavorare sul cambiamento e chiedere aiuto se necessario. Ricordate che esistono centri specializzati in materia, che possono offrire le cure adeguate per trattare questo problema.

Potrebbe interessarti ...
Insegnate ai vostri figli a dire “no” alla droga
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Insegnate ai vostri figli a dire “no” alla droga

Un aspetto chiave da tenere in conto è che non è necessario consumare o trafficare droga per subirne gli effetti negativi.



  • Orr, C. et al. (2019).Grey Matter Volume Differences Associated with Extremely Low Levels of Cannabis Use in Adolescence.

  • Pereira C., G. (2018)  Psicopatología del yo y su problema de adaptación por consumo de marihuana. Universidad Técnica de Babahoyo.
  • Del Pueyo, B. Perales, A. (2006) ¿Y si mi hijo se droga?  Random House Mondadori.