Come promuovere un buon rapporto tra fratelli

L'arrivo di un fratellino non è un evento semplice da comprendere per il primogenito, e tocca ai genitori imparare ed insegnare a gestirlo, per fare in modo che i propri figli sviluppino un legame forte e duraturo.
Come promuovere un buon rapporto tra fratelli

Ultimo aggiornamento: 03 luglio, 2021

I fratelli sono la prima interazione con un pari che il bambino affronta nella sua vita. Con loro deve imparare a condividere e ad essere tollerante. È piuttosto comune che nel corso di questo apprendimento si verifichino scontri e controversie; tuttavia, l’atteggiamento che i genitori assumono a riguardo può avere influenze sulla relazione. In questo articolo vediamo qualche consiglio su come promuovere un buon rapporto tra fratelli.

I fratelli sono i primi amici, i primi confidenti e compagni di vita. Con loro sperimentiamo e plasmiamo i nostri limiti e la nostra identità sociale; impariamo a condividere i nostri giocattoli, i nostri spazi, ed anche i nostri genitori.

Tutti questi apprendimenti non sono un compito facile. Occorre tempo per sviluppare empatia, tolleranza, capacità di cooperazione. E sono proprio i fratelli che hanno il compito di accompagnare in questa avventura. Pertanto, non deve sorprendere se nel corso del processo sorgono alcune difficoltà.

Come promuovere un buon rapporto tra fratelli: è meglio prevenire

Se, da genitori, vogliamo favorire un buon rapporto tra fratelli, il lavoro deve cominciare ancor prima dell’arrivo del secondo figlio. È necessario preparare il nostro primogenito ad abbandonare il suo ruolo di figlio unico. Se non lo aiutiamo nella transizione, potrebbero sorgere sentimenti come gelosia e rivalità nei confronti del nuovo arrivato.

Fratelli seduti per terra con un frutto in mano e che hanno un buon rapporto tra loro.

Per evitare questa situazione, dobbiamo coinvolgere il fratello maggiore nell’intero processo di accoglienza del nuovo membro della famiglia. Dobbiamo spiegare cosa succederà e condividere con lui l’illusione di immaginare come sarà il nuovo fratellino o la nuova sorellina, e tutte le cose che potranno fare insieme.

Una volta nato il nostro secondo figlio, dobbiamo fare uno sforzo per integrare quello più grande nelle nuove dinamiche familiari. Possiamo chiedergli di aiutarci portandoci un pannolino, scegliendo i vestiti per il piccolo o facendoli cantare la ninna nanna per farlo addormentare.

Elementi chiave di una relazione fraterna

Sii un esempio

Quando si educa un bambino, le nostre azioni hanno più peso delle nostre parole. Se vogliamo che i nostri figli stabiliscano un buon rapporto tra loro, dobbiamo essere un modello. Se tendiamo ad alzare la voce o a perdere la pazienza, non possiamo poi sgridare i nostri figli per aver fatto lo stesso. Dobbiamo cercare di essere rispettosi e comprensivi con gli altri.

Anche il modo in cui parliamo e agiamo con i nostri stessi fratelli è importante. Se i più piccoli ci osservano interagire con loro con amicizia e affetto, interiorizzeranno quel modello. Inoltre, può essere utile raccontare aneddoti della nostra infanzia in cui dimostriamo di condividere complicità e sostengo.

Come promuovere un buon rapporto tra fratelli: evita di fare paragoni e distinzioni

Dobbiamo accettare e apprezzare i nostri figli nella loro unicità. Ogni bambino ha il diritto di sviluppare la propria personalità e di essere amato per quello che è. Pertanto, non è affatto consigliabile fare confronti tra fratelli.

È spiacevole e scoraggiante sentire che i tuoi genitori non ti apprezzano per te stesso, ma solo in relazione a tuo fratello. Cerca, quindi, di esaltare le virtù particolari di ciascuno dei tuoi figli in modo indipendente.

Inoltre, è importante non fare distinzioni riguardo al tempo e all’attenzione che dedichiamo a ognuno di loro. È vero che alcuni bambini sono più esigenti di altri e che in certi momenti vitali uno di loro avrà bisogno di più di noi, ma dobbiamo cercare sempre di non far sentire trascurato nessuno. Il bambino indipendente, quello che non causa problemi, nonostante ciò ha bisogno comunque della nostra attenzione e del nostro tempo.

Fratelli con un buon rapporto che si abbracciano.

Media senza imporre

Di fronte a un conflitto tra i nostri figli, è facile cadere nel ruolo di giudice e imporre la soluzione al loro dilemma. Tuttavia, la reazione migliore è guidarli verso la comprensione del problema e la scoperta della chiave per risolverlo da soli. È importante insegnare loro a dialogare, a rispettare il proprio turno di parola e ad ascoltare l’altro; negoziare, cooperare e raggiungere accordi.

Condividi esperienze

Il modo migliore per stabilire un legame affettivo tra fratelli è vivere esperienze. Cerca di trovare momenti e attività che i tuoi figli possano condividere. Fate giochi da tavolo in famiglia, incoraggiali a fare i lavori domestici o scolastici insieme per renderli più piacevoli.

Se sono d’accordo, anche condividere la stessa stanza è un buon modo per vivere momenti di complicità e fiducia, che indubbiamente rafforzeranno i legami fraterni.

Potrebbe interessarti ...
Come cambia il comportamento del bambino con l’arrivo di un fratellino
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Come cambia il comportamento del bambino con l’arrivo di un fratellino

Vostro figlio mostrerà dei cambiamenti nel comportamento con l'arrivo di un fratellino. È del tutto normale: basta guidarlo in questa fase e sosten...