I migliori sistemi di istruzione secondaria nel mondo

23 Marzo 2020
Scoprite con noi quali sono i paesi che offrono i sistemi di istruzione secondaria più efficaci secondo la classifica annuale del Forum economico mondiale.

Quali credete che siano i migliori sistemi di istruzione secondaria nel mondo? Quello finlandese gode senz’altro di grande fama, ma si tratta davvero del più efficace per questa seconda fase formativa rivolta ai giovani?

Il Forum economico mondiale offre un report annuale sulla competitività globale nel quale, oltre a valutare le economie di centinaia di paesi, ne analizza anche i sistemi educativi di livello primario, secondario e universitario.

I migliori sistemi di istruzione secondaria nel mondo

Nella classifica elaborata da questo ente mondiale troviamo paesi molto diversi tra loro. Tutti essi, tuttavia, presentano una caratteristica comune: un evidente impegno nei confronti dell’istruzione dei giovani.

Alcuni paesi godono di tali sistemi di istruzione già da diversi decenni, altri sono entrati in questa classifica solo negli ultimi anni. In qualsiasi caso, è chiaro a tutti loro che il futuro delle proprie nazioni si basa su un’educazione ben definita, adatta e di alto livello.

Giappone

Occupa uno dei posti più rilevanti grazie alle elevate capacità dimostrate dai suoi studenti in materie quali scienze, matematica e alfabetizzazione, secondo le scale della Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCDE). Gli alunni frequentano tre anni di istruzione secondaria non obbligatoria, ma con un 98% di iscritti, prima di scegliere il corso di studi universitario.

Centri professionali e lavoro in classe

Barbados

Sorprende vedere questo piccolo paese, che ha raggiunto un’alfabetizzazione del 98%, nella lista dei paesi con i migliori sistemi di istruzione secondaria nel mondo. L’istruzione di secondo livello delle Barbados si estende tra gli 11 e i 18 anni, e le loro scuole sono statali.

Nuova Zelanda, uno dei migliori sistemi di istruzione secondaria

Il buon lavoro formativo in Oceania ha permesso alla Nuova Zelanda di guadagnare uno dei primi posti di questa classifica. Le scuole statali di secondo livello istruiscono l’85% degli studenti. A esse si sommano le scuole che operano un lavoro congiunto e quelle del tutto private.

Estonia

Un altro tra i pesi che hanno mostrato maggiori miglioramenti. Mantiene la stessa Legge sull’Educazione dal 1992 e destina il 4% del PIL a questo settore. Si basa sulla creazione di condizioni atte allo sviluppo della personalità e al rispetto nei confronti delle minoranze etniche, insieme con la tutela della natura e dei valori civici.

Irlanda, i migliori sistemi di istruzione secondaria nel mondo

La maggior parte delle scuole di livello secondario irlandesi sono private, ma finanziate dallo stato. Il paese punta anche a rafforzare gli istituti professionali e comprensivi. Lo stato destina un 15% del suo PIL all’educazione.

Qatar

Il Qatar è diventato un importante attore a livello mondiale nel campo dell’innovazione educativa. Negli ultimi anni ha avviato nuovi progetti di alfabetizzazione e ricerca universitaria di alto livello.

Oltre a ciò, ha alzato i suoi standard educativi e ha lanciato il programma Vision 2030 per creare un paese autosufficiente attraverso scuole finanziate dal governo, che offre una formazione gratuita.

I Paesi Bassi tra i migliori sistemi di istruzione secondaria

Un altro paese che scommette su un’istruzione secondaria di qualità. Primeggia in termini di benessere educativo, secondo i dati dell’Unicef, e le sue scuole non riportano pressione e stress tra gli alunni.

L’Olanda divide la formazione tra scuole statali laiche e scuole religiose. Possiedono solo un esiguo numero di centri privati.

Singapore

Il sistema educativo del Singapore ottiene ogni anno un punteggio molto alto nelle prove del rapporto PISA (Programma Internazionale per la Valutazione Internazionale dell’Allievo). Il rendimento degli alunni nelle varie materie che vengono conteggiate è alto; gli studenti, tuttavia, vengono sottoposti a una forte pressione.

Bambina che pensa mentre studia

Belgio

Permette la formazione dei cittadini in quattro diversi tipi di scuole secondarie. Nel territorio belga troviamo le scuole generiche, gli istituti tecnici, professionali e, infine, quelli d’arte. Questo paese si impegna a garantire un sistema educativo di qualità, in quanto viene visto come una priorità. Non a caso, contano su un preventivo annuale a livello sia statale sia regionale.

Svizzera

L’istruzione secondaria in Svizzera è per la quasi totalità pubblica, fatta eccezione per un 5% degli alunni che frequentano centri privati. La Svizzera offre una formazione plurilingue a seconda della regione, dato che in base alla zona del paese si parla soprattutto tedesco, francese o italiano. Si procede, inoltre, a una separazione degli alunni a seconda delle abilità e dei talenti dimostrati.

La Finlandia offre il migliore sistema di istruzione secondaria

Il primo posto in ogni classifica sui sistemi di istruzione secondaria, primaria e persino universitaria in genere viene assegnato alla Finlandia. Il paese scandinavo è noto perché evita le classificazioni e la formazione di gruppi in base alle capacità degli alunni. Tutti gli studenti imparano nelle stesse classi.

Tale sistema ha permesso di ridurre al massimo la divisione tra studenti forti e deboli. È celebre anche per i pochi compiti assegnati per casa e per i pochi esami obbligatori, che gli alunni devono sostenere a 16 anni e poco più.

Quelli presentati sono considerati al momento attuale i migliori sistemi di istruzione secondaria in tutto il mondo. Quale vi è sembrato il più inaspettato e interessante?