I problemi cutanei più comuni negli adolescenti

Nell'adolescenza, i problemi cutanei più comuni vanno dall'acne alle verruche virali. Di seguito, descriviamo in dettaglio alcuni dei più importanti.
I problemi cutanei più comuni negli adolescenti

Ultimo aggiornamento: 03 novembre, 2022

I problemi cutanei più comuni negli adolescenti sono legati all’aumento funzionale di alcune strutture cutanee dovuto ai cambiamenti ormonali. L’adolescenza è una delle fasi di crescita più importanti per lo sviluppo psicologico e fisico dell’individuo.

Problemi di pelle più comuni negli adolescenti

L’aumento dei livelli circolanti di androgeni durante l’adolescenza agisce sui capelli terminali, sulle ghiandole sudoripare apocrine e sulle ghiandole sebacee. La stimolazione o l’alterazione di tutte queste strutture cutanee innescano condizioni caratteristiche della superficie cutanea.

1. Acne comune

L’acne volgare è la dermatosi più comune osservata in questa fase di sviluppo. È una malattia infiammatoria cronica caratterizzata dalla presenza delle seguenti lesioni:

  • Comedoni.
  • pustole.
  • papule.
  • cisti.
  • cicatrici.
    Ragazza con acne giovanile.

Nell’adolescenza le zone del corpo più interessate da questo tipo di patologia sono le seborroiche, cioè le spalle, la schiena e il viso.

Inoltre, l’acne può persistere negli anni ’20 e ’30 in circa il 64% e il 43% delle persone, secondo gli studi pubblicati sul British Journal of Dermatology. Pertanto, si consiglia sempre di utilizzare il fattore di protezione solare per evitare macule residue di iperpigmentazione nelle regioni in cui si trovano lesioni acneiche attive.

2. Rosacea, uno dei problemi cutanei più comuni negli adolescenti

La rosacea è una patologia infiammatoria cronica e abbastanza comune da diagnosticare. Di conseguenza, ci sono quattro sottotipi clinici governati dai segni e sintomi predominanti:

  • Eritematotelangectasico.
  • papulopustolosa.
  • fimatoso.
  • occhio.

Secondo il Comitato di Esperti della Società Nazionale della Rosacea del 2019, alcune delle seguenti manifestazioni sono considerate diagnostiche: eritema centrofacciale fisso con un certo pattern che può intensificarsi periodicamente o cambiamenti fimatosi. A loro volta, sono considerati diagnostici anche due dei seguenti criteri: arrossamento, papule e pustole e teleangectasie.

3. Pelle grassa, un altro dei problemi cutanei più comuni negli adolescenti

La pelle grassa o seborroica è una condizione della pelle osservata prevalentemente durante la pubertà. La pelle appare lucida e di aspetto untuoso, con pori dilatati e una maggiore tendenza a sviluppare l’acne.

Le conseguenze dell’eccesso di sebo possono essere collegate ad effetti sociali e psicologici negativi derivanti dall’acne associata e dall’aspetto della pelle grassa e lucida.

È in questa fase di sviluppo che dovrebbe iniziare ad essere implementata una routine quotidiana di cura della pelle per evitare complicazioni dovute alla stimolazione e allo sviluppo delle ghiandole sebacee.

4. Follicolite

La follicolite è una condizione cutanea comune e benigna in cui il follicolo pilifero si infiamma, si infetta e si forma una pustola. A volte si verifica a causa di un’infiammazione secondaria a peli incarniti, nonché di alcuni farmaci come il litio e la ciclosporina.

La diagnosi di follicolite viene fatta nella consultazione medica attraverso l’osservazione diretta delle lesioni.

5. Verruche virali

Le verruche virali sono escrescenze cutanee benigne che possono svilupparsi in qualsiasi parte del corpo e in qualsiasi forma. A loro volta, sono proliferazioni molto contagiose e comuni da diagnosticare nel consulto medico. Sono innocui, ma possono essere fastidiosi e poco attraenti.

Le verruche sono causate dal papillomavirus umano (HPV), di cui esistono più di 100 tipi diversi. Questo tipo di virus può entrare nella pelle attraverso una lesione superficiale e sviluppare una crescita aggiuntiva.



[ /atomik-leggi anche tu]

6. Forfora o dermatite seborroica

Questo tipo di condizione si sviluppa nelle regioni seborroiche del corpo. Si ha quindi una maggiore predisposizione nella parte alta del torace, nella zona retroauricolare, sul viso e sul cuoio capelluto. Alcune delle manifestazioni prevalenti sono le seguenti:

  • Croste.
  • Prurito.
  • Infiammazione.
  • Eritema marcato.
    Ragazzo con la forfora, uno dei problemi cutanei più comuni negli adolescenti.

La distribuzione delle lesioni sul corpo è simmetrica. Tuttavia, questa patologia non è contagiosa o fatale. Il trattamento si concentra sull’eliminazione dei segni della malattia, sul miglioramento dei sintomi correlati (prurito) e sul mantenimento della remissione nel tempo.

Secondo una recensione su Dermatology, la varietà di trattamenti antimicotici disponibili è efficace, flessibile e sicura.

7. Dermatite atopica

La dermatite atopica è una malattia infiammatoria cronica della pelle che si manifesta nella maggior parte dei casi durante l’infanzia. La condizione persiste dall’infanzia all’adolescenza in circa il 40% dei casi.

Inoltre, si manifesta con dermatite palpebrale e dermatite giovanile palmare e plantare. I pilastri terapeutici per la gestione della dermatite atopica negli adolescenti sono gli stessi implementati nei bambini.

I problemi cutanei colpiscono non solo la pelle

I problemi della pelle negli adolescenti possono avere conseguenze di vasta portata perché gran parte dell’autostima di queste età è legata alla loro immagine corporea. Allo stesso modo, è consigliabile iniziare a consultare un dermatologo durante la pubertà per prevenire questo tipo di condizione e iniziare una corretta routine di cura della pelle (cura del viso).

Potrebbe interessarti ...
Adolescenti e acne: cosa fare e cosa evitare
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Adolescenti e acne: cosa fare e cosa evitare

Gli adolescenti possono soffrire di lesioni da acne con grande frequenza. Qui vi diciamo cosa fare e cosa no. Prendete nota!



  • Lubowe II. Adolescent skin problems. Cutis. 1976 Feb;17(2):369-74. PMID: 138533.
  • Strauss JS. Skin care and incidence of skin disease in adolescence. Curr Med Res Opin. 1982;7(Suppl 2):33-45. PMID: 6213377.
  • Thiboutot D, Anderson R, Cook-Bolden F, Draelos Z, Gallo RL, Granstein RD, Kang S, Macsai M, Gold LS, Tan J. Standard management options for rosacea: The 2019 update by the National Rosacea Society Expert Committee. J Am Acad Dermatol. 2020 Jun;82(6):1501-1510. doi: 10.1016/j.jaad.2020.01.077. Epub 2020 Feb 7. PMID: 32035944.
  • Gupta AK, Madzia SE, Batra R. Etiology and management of Seborrheic dermatitis. Dermatology. 2004;208(2):89-93. doi: 10.1159/000076478. PMID: 15056994.
  • Peters AS, Kellberger J, Vogelberg C, Dressel H, Windstetter D, Weinmayr G, Genuneit J, Nowak D, von Mutius E, Radon K. Prediction of the incidence, recurrence, and persistence of atopic dermatitis in adolescence: a prospective cohort study. J Allergy Clin Immunol. 2010 Sep;126(3):590-5.e1-3. doi: 10.1016/j.jaci.2010.06.020. Erratum in: J Allergy Clin Immunol. 2012 Apr;129(4):1176. PMID: 20816192.
  • Bhate K, Williams HC. Epidemiology of acne vulgaris. Br J Dermatol. 2013 Mar;168(3):474-85. doi: 10.1111/bjd.12149. PMID: 23210645.