Cura della pelle in gravidanza: domande frequenti

Le oscillazioni ormonali causano vari cambiamenti nella pelle delle donne in gravidanza. Ecco alcuni accorgimenti e consigli da tenere a mente.
Cura della pelle in gravidanza: domande frequenti

Ultimo aggiornamento: 24 luglio, 2022

La cura della pelle in gravidanza è importante come in qualsiasi momento della vita di una donna. In particolare, durante la gravidanza, l’organismo si adatta costantemente ai cambiamenti ormonali che interessano anche il derma. Pertanto, è necessario prestare particolare attenzione ad alcuni aspetti.

Ecco le preoccupazioni comuni sulle routine di cura della pelle in questa fase. Volete saperne di più?

Come prendersi cura della pelle in gravidanza?

Mentre alcune donne sono abbastanza fortunate da non sperimentare cambiamenti della pelle durante la gravidanza, altre vivono nuove condizioni. Alcune condizioni possono peggiorare la situazione. Pertanto, si raccomanda sempre di mantenere una routine di cura adeguata.

Potete prendere il sole durante la gravidanza?

Non vi è alcun divieto di esporsi ai raggi solari durante la gravidanza. Tuttavia, la protezione dai raggi ultravioletti (UV) è una delle indicazioni più importanti per prevenire le macchie da iperpigmentazione e, a lungo termine, le rughe e il cancro della pelle.

Per questo, i filtri solari consigliati sono quelli a base di minerali, che forniscono protezione alla superficie della pelle facendo rimbalzare i raggi UV sulla pelle. Gli elementi più comunemente usati in questi prodotti sono l’ossido di zinco e il biossido di titanio.

Sebbene l’ossibenzone e i suoi derivati abbiano dimostrato di essere efficaci nella protezione della pelle, gli effetti negativi sull’ambiente e sulla salute lo collocano nell’elenco dei prodotti vietati in questa fase.

Puoi prendere il sole durante la gravidanza, ma devi prendere le dovute precauzioni. Per questo si consiglia l’uso di creme solari a base minerale.

È necessario applicare la crema idratante tutti i giorni?

I cambiamenti ormonali che si verificano durante la gravidanza possono causare secchezza della pelle nelle donne. Oltre a bere abbastanza liquidi ogni giorno, l’uso di creme idratanti con acido ialuronico, vitamina A, vitamina E, allantoina o urea migliora l’idratazione della superficie cutanea.

L’uso costante e quotidiano di emollienti che idratano e nutrono la pelle è un’ottima strategia per prevenire la formazione di smagliature causate dalla distensione dei tessuti.

La skincare routine va interrotta durante la gravidanza?

Durante la gravidanza, le routine di cura della pelle non devono essere abbandonate, ma devono essere adattate alle nuove esigenze della pelle. Anche modificarli in modo che siano adatti e sicuri per la donna incinta e il bambino.

Infatti, se uno qualsiasi dei prodotti o delle attività genera incertezza o dubbio sul loro utilizzo, è consigliabile consultare prima un dermatologo.

Prendersi cura della pelle in gravidanza: quali prodotti chimici evitare?

La stragrande maggioranza dei dati basati sull’evidenza sulla sicurezza del prodotto durante la gravidanza è scarsa. Per questo motivo, la Food & Drugs Administration (FDA) richiede che i prodotti cosmetici indichino l’innocuità dei loro componenti sulle loro specifiche etichette prima di essere venduti sul mercato.

Alcuni dei composti chimici che si raccomanda di evitare durante la gravidanza includono quanto segue:

  • Retinoidi. È un tipo di retinolo presente in alcuni prodotti per la cura della pelle antietà. Quelli da banco hanno livelli bassi, mentre quelli da prescrizione contengono dosi elevate. Sebbene l’assorbimento topico possa essere scarso, esiste una probabile associazione con alcuni difetti alla nascita.
  • Acido salicilico ad alte dosi. Si consiglia di evitare i prodotti che forniscono dosi elevate, mentre l’ American College of Obstetricians and Gynecologists descrive i prodotti topici da banco (con dosi più basse) come sicuri.
  • Idrochinone. Questa sostanza viene utilizzata per ridurre l’iperpigmentazione del viso chiamata cloasma. Ma poiché la pelle è più delicata durante la gravidanza, l’uso di questo principio attivo è sconsigliato.
Le zone più soggette alla comparsa della cellulite in gravidanza sono i fianchi, la zona sotto le braccia e l’addome. Se si perde peso dopo il parto, è probabile che la condizione migliori. Possono essere eseguiti anche trattamenti estetici.

C’è un modo per prevenire la comparsa della cellulite durante la gravidanza?

In generale, la cellulite può diventare più evidente durante la gravidanza. Tuttavia, se una donna perde peso gradualmente dopo il parto, la sua pelle potrebbe tornare ad avere un aspetto migliore. Le zone più soggette alla comparsa della cellulite sono i fianchi, la zona sotto le braccia e l’addome.

Sebbene non ci siano prove a sostegno dell’eliminazione definitiva della cellulite attraverso trattamenti estetici, esistono misure da mettere in pratica e migliorarne l’aspetto o ridurla. Ad esempio, fare esercizio regolarmente, mangiare sano e rimanere sufficientemente idratati.

Un’altra buona raccomandazione è quella di effettuare massaggi che stimolino il drenaggio linfatico. Dovrebbero essere eseguiti dalla punta dei piedi all’area inguinale, dove si trova la corrispondente catena gangliare.

L’importanza della routine cosmetica nella cura della pelle in gravidanza

La cura della pelle mira a mantenere i tessuti sani, funzionali e privi di imperfezioni. Per questo, durante la gravidanza è fondamentale continuare con la routine cosmetica che comprende i tre pilastri più importanti: pulizia, idratazione e protezione. Tuttavia, se hai dei dubbi, consulta il tuo ostetrico o dermatologo.

Potrebbe interessarti ...
Come curare la pelle del vostro bambino?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Come curare la pelle del vostro bambino?

La pelle del bebè è molto importante, data la sua sensibilità, ed è utile seguire qualche consiglio per poterla curare al meglio.