Cos'è un'agenda visiva con i pittogrammi?

12 settembre, 2020
Sapete cosa sono le agende visive con i pittogrammi e come si usano? Scopritelo leggendo questo articolo.
 

L’agenda visiva con i pittogrammi è uno strumento molto utile per i bambini con disturbo dello spettro autistico (DSA). Sapete come si usa? In questo articolo ve lo spieghiamo.

Prima di cominciare, dovreste sapere che il disturbo dello spettro autistico è un disturbo dello sviluppo neurologico. Questo è caratterizzato, principalmente, dalla manifestazione di difficoltà in due aree: comunicazione e interazione sociale, che si ripercuotono sulla flessibilità di pensiero e di comportamento.

Inoltre, in molti casi, si può osservare anche una significativa alterazione nello sviluppo del linguaggio. Per questo motivo, con i bambini che soffrono di questo disturbo risulta utile usare i pittogrammi come sistema di comunicazione.

Che cos’è un’agenda visiva con i pittogrammi?

L’agenda visiva con pittogrammi si basa sulla pittografia, una scrittura grafica in cui un segno grafico rappresenta un oggetto. Concretamente, questa agenda è una sorta di quaderno in cui c’è spazio per posizionare determinate immagini o illustrazioni che rappresentano, in modo semplice e chiaro, oggetti, persone, azioni, sentimenti, situazioni, ecc.

Segni pittografici su sfondo nero.
 

I pittogrammi vengono usati anche per altri scopi, ad esempio nella segnaletica di avvertimento. Inoltre, possono essere utilizzate anche le foto di familiari e persone conosciute dal bambino, ad esempio gli insegnanti o gli amici di famiglia.

Lo scopo dell’agenda visiva è anticipare visivamente le attività che verranno svolte in un momento specifico. Questa metodologia è ideale per molti bambini con disturbo dello spettro autistico, poiché, a causa della rigidità mentale che li caratterizza, di solito hanno bisogno di anticipazione e pianificazione, per capire meglio cosa sta accadendo intorno a loro.

Pertanto, questi programmi possono essere utilizzati in vari contesti della sua vita quotidiana, come ad esempio:

  • Casa: anticipare tutti i compiti che devono essere svolti durante la routine quotidiana (doccia, colazione, lavarsi i denti, andare a scuola, ecc.).
  • Scuola: anticipare le attività che si svolgono durante la giornata scolastica.
  • Terapia: anticipare cosa verrà fatto e gli aspetti su cui ci si concentrerà durante la sessione.

Procedura per l’utilizzo dell’agenda visiva con i pittogrammi

Per utilizzare correttamente l’agenda visiva con i pittogrammi, è necessario seguire i seguenti passaggi:

  1. Trascorrere alcuni minuti utilizzando l’agenda all’inizio della giornata, del giorno di scuola o della sessione di terapia, a seconda del contesto in cui verrà utilizzata.
  2. A questo punto i genitori, l’insegnante e il terapeuta dovranno scegliere insieme al bambino i pittogrammi che rappresentano le attività che verranno svolte durante il giorno, la giornata scolastica o la sessione di terapia.
  3. Posizionare i pittogrammi sull’agenda.
  4. Leggere i pittogrammi ad alta voce in modo che il bambino conosca bene l’ordine delle attività da seguire.
 

In questo modo, il bambino metterà in ordine le informazioni nella sua testa e si sentirà più sicuro perché sa ciò che accadrà in qualsiasi momento. Nei bambini con DSA, un procedimento del genere contribuisce alla loro tranquillità quotidiana.

Pittogramma ciclo della vita.

Altre utilità dei pittogrammi

Le agende visive con i pittogrammi possono essere utilizzate per altri scopi, come ad esempio:

  • Organizzare il calendario settimanale e mensile delle attività.
  • Rappresentare gli eventi importanti (compleanni, festività, ecc.)
  • Consentire al bambino di trasmettere ed esprimere le proprie emozioni e sentimenti in un determinato momento della giornata.
  • Anticipare ciò che verrà fatto durante la settimana.
  • Elencare i pasti della giornata, sia a pranzo che a merenda o a cena.
  • Ricordare quali sono i libri scolastici da mettere nello zaino, in base alle materie previste nei vari giorni della settimana.