La crescita nei maschi: fino a che età crescono i ragazzi?

26 Luglio 2018
Poche cose riescono a soddisfare un padre o una madre tanto quanto vedere come il loro figlio cresce e supera ogni tappa della vita. Oggi parliamo del modo in cui crescono i maschi a seconda dell'età.

La crescita nei maschi, proprio come per le bambine, si svolge in maniera ininterrotta dalla nascita fino all’adolescenza. Sono molti i fattori che possono influire sul loro sviluppo. Diversi aspetti della vita determinano fino a quale età crescono i ragazzi.

In primo luogo, è necessario chiarire che, anche se, quando si parla della crescita nei maschi, la statura è un elemento fondamentale (e, forse, il più rilevante), non è però l’unico. Possiamo prendere in considerazione anche l’aumento di peso, l’incremento della massa muscolare e i cambiamenti fisici, come quelli che si verificano durante la pubertà.

Tenendo conto di questo chiarimento, elencheremo ora i motivi per i quali un maschio cresce fino a una determinata età. Inoltre, approfondiremo ognuna delle fasi di questo sviluppo.

Fattori che determinano la crescita nei maschi

Come è già stato detto, sono numerose le caratteristiche innate e acquisite che modellano lo sviluppo di un bambino o di un adolescente. Naturalmente, possono avere carattere positivo oppure negativo. Nelle righe che seguono, elenchiamo gli aspetti più determinanti che influiscono sulla crescita nei maschi.

Sesso

La crescita nei maschi si svolge in maniera diversa rispetto a quella delle bambine. La ragione ha a che vedere con questioni genetiche: le differenze ormonali fanno sì che alcune fasi (come la famosa crescita repentina durante la pubertà) si presentino prima di altre.

In concreto, la regola generale dice che i bambini arrivano ad essere più alti delle bambine. Ciononostante, le femmine raggiungono la fase definitiva della crescita prima dei maschi.

Genetica

I geni sono i grandi protagonisti di questo processo. Per questa ragione, è molto probabile che determinate etnie o persone appartenenti a una particolare regione geografica (come, per esempio, chi vive ad alte quote) presentino caratteristiche innate che favoriscono o, al contrario, ostacolano, la loro crescita.

La crescita nei maschi segue un andamento rispetto a quella delle bambine

Alimentazione

Naturalmente, un’alimentazione sana ed equilibrata, priva di eccessi, risulta fondamentale per la crescita. Nei paesi in cui le condizioni di vita non sono adeguate, i bambini possono presentare quadri di denutrizione che compromettono seriamente il loro sviluppo fisico.

Riposo

Sapevate che l’ormone della crescita, chiamato somatotropina, viene secreto durante il sonno? È per questo motivo che dormire è così importante. È anche la ragione per la quale i piccoli hanno bisogno di dormire più degli adulti. Si tratta di una necessità del corpo, in modo che possa portare a termine i processi base caratteristici della crescita. Pertanto, si consiglia caldamente di soddisfare nel modo dovuto questo requisito.

Sport e salute

L’attività fisica, che sia svolta attraverso il gioco o lo sport, favorisce la generazione delle cellule e stimola la crescita e il rafforzamento dei muscoli. Alcune malattie, invece, che possono arrivare a essere croniche (come, per esempio, cardiopatie, celiachia o deficit dell’ormone della crescita), esercitano l’effetto contrario. In altre parole, un bambino che soffre di queste patologie vedrà compromessa la propria crescita.

“La crescita dei bambini si svolge in maniera diversa rispetto a quella delle bambine. La ragione ha a che vedere con questioni genetiche.”

Fino a che età crescono i ragazzi?

Quando tutti i fattori che sono stati citati si trovano in condizione ottimale, esiste un’età considerata “normale” che stabilisce un limite massimo alla crescita nei maschi. Questo processo di sviluppo si conclude, di solito, tra i 18 e i 21 anni di età. In questa fase della vita, oltre alla crescita repentina che avrà determinato in maniera quasi definitiva la sua statura, il corpo del giovane avrà ormai sperimentato le seguenti alterazioni fisiche:

  • Cambiamenti nella voce.
  • Aumento di peso.
  • Muscoli più grandi e forti.
  • Comparsa della peluria corporea, pubica e facciale.
  • Maturazione degli organi sessuali, accompagnata dai primi desideri sessuali.

Fasi della crescita dei bambini

Naturalmente, la crescita nei maschi si svolge in maniera graduale. Durante i primi anni di vita, si verifica soprattutto uno sviluppo di carattere motorio e cognitivo: il bambino impara a muoversi, a esprimersi e a relazionarsi con il mondo. Nel corso dell’infanzia, si alternano periodi di “stasi”, che provocano spesso preoccupazione nei genitori, ad altri di crescita rapida. Ad ogni modo, si tratta di un fenomeno del tutto naturale.

La statura non è l'unico parametro nella valutazione della crescita di un bambino

La fase in cui i cambiamenti si fanno più marcati arriva durante la pubertà, che nei bambini si presenta tra i 10 e i 15 anni. È a questo punto che iniziano ad avere luogo alcuni dei cambiamenti fisici descritti nel punto precedente. Il primo passo verso l’età adulta è già stato compiuto.

Infine, verso la fine dell’adolescenza, lo sviluppo inizia a essere sempre più lento. Una volta arrivati ai 20 o 21 anni, il processo di crescita del giovane sarà ormai giunto alla conclusione. Naturalmente, questo processo può essere in parte anticipato o ritardato, dal momento che non esistono due organismi che siano del tutto uguali.

In ultima analisi, non si deve sottovalutare l’aspetto psicologico ed emotivo del processo. La maturazione susciterà alcuni dubbi nei giovani: è importante che le sagge parole dei genitori portino tranquillità e fiducia, in questa fase così ricca di incertezze e trasformazioni.