Coliche dei neonati durante l’allattamento: cosa fare?

· 25 agosto 2017

Le coliche dei neonati si manifestano con pianti improvvisi e disperati, provocati da forti dolori all’addome, nelle prime due settimane di vita. Le coliche nei bambini durante l’allattamento ad oggi sono un mistero per i medici, in quanto non sì è ancora trovata una causa che le provochi.

Gli esperti indicano che circa il 15% dei bambini presenta, nei primi tre mesi di vita, crampi costanti nella parete addominale, conosciute come coliche del lattante. Questo provoca nel neonato un pianto inconsolabile, inspiegabile e ad intermittenza.

Solitamente le coliche che si presentano durante l’allattamento, nelle ore serali, con una durata approssimativa di 3 ore al giorno, a partire dalla terza settimana di vita. Hanno un’incidenza di 3 o più giorni a settimana, per i primi tre mesi di vita.

Il bambino soffre di spasmi intestinali intensi e veloci, che gli provocano un forte dolore. Flette le braccia e le gambe sull’addome, stringe i pugni, comincia ad essere irrequieto e ad espellere gas dal retto.

Quali fattori causano le coliche dei neonati?

Coliche dei neonati pianto

Secondo le ricerche svolte, le coliche durante l’allattamento sono un disturbo frequente nei primi mesi di vita (più del 40% dei neonati ne soffre). Molti sono i fattori che possono provocarle.

Immaturità del SNC (sistema nervoso centrale)

Durante le prime settimane di vita il neonato riceve stimoli eccessivi che provocano una relazione con il mondo di estrema sensibilità.

Immaturità digestiva 

Il bambino soffre di reflusso nel momento in cui ingerisce alcuni alimenti; questo provoca rigurgito e un dolore acuto nel tratto intestinale.

Intolleranza al lattosio 

Il bambino ha un’intolleranza alle proteine contenute nel latte di mucca, per cui si raccomanda di sostituirlo con il latte di soia ed altre proteine per evitare le coliche.

 

Alimentazione scorretta 

Il bambino trascorre molte ore senza mangiare o, durante l’allattamento al seno o con il biberon, ingerisce aria o mangia troppo velocemente.

Le coliche dei neonati producono uno stato d’ansia e nervosismo nei genitori che si riflette anche nei piccoli. Vi raccomandiamo di recarvi da un pediatra esperto di coliche nei neonati perché chiarisca ogni dubbio e vi dia le dritte necessarie a calmarle.

Come capire se il bambino soffre di coliche durante l’allattamento?

Coliche dei neonati

 

Esistono diversi sintomi che vi permettono di capire quando il vostro bambino soffre di coliche durante l’allattamento. Di seguito elenchiamo i principali:

  • Irritabilità, agitazione e fastidio. 
  • Indurimento del ventre in alcune ore della giornata.
  • Il fastidio è così forte che il bambino non riesce a tranquillizzarsi.
  • Presenta difficoltà ad evacuare o ad espellere i gas. 
  • Questi episodi iniziano ad essere frequenti, tutti i giorni alla stessa ora, dalle 17:00 in poi.
  • Piange e si lamenta per molto tempo. 
  • Ha difficoltà ad addormentarsi e il suo sonno è leggero. 

Come potete aiutare il vostro bambino?

Alcune tecniche potranno aiutarvi a calmare il pianto causato dalle coliche.

Utilizzate il calore: diffondetelo nella zona interessata attraverso borse d’acqua calda o con panni caldi.  

Praticate dei massaggi: fate un massaggio circolare in senso orario sul pacino, o sulla schiena, per alleviare il dolore.

Cambiate spesso la sua posizione: permetterà un migliore movimento intestinale, meno acidità di stomaco e l’eliminazione dei gas.

Mettete della musica. Nel frattempo tenetelo in braccio, vicino al petto; avrà immediatamente una sensazione di sicurezza e di sollievo.

Se avete già provato tutto ciò che di cui vi abbiamo parlato senza risultati, passate al piano B. Lasciate che il vostro bambino si calmi da solo, spegnete la luce e prendetevi del tempo per rilassarvi e calmare la vostra ansia. In questo modo, quando il bambino si sveglierà, potrete continuare a dargli quell’ amore così puro e meraviglioso che solo le madri sanno dare.