11 errori dei genitori nello sviluppo del linguaggio dei bambini

Il più delle volte i genitori influenzano positivamente lo sviluppo del linguaggio dei bambini. Tuttavia, esistono casi in cui provocano dei ritardi nel parlato.
11 errori dei genitori nello sviluppo del linguaggio dei bambini

Ultimo aggiornamento: 07 febbraio, 2022

Senza saperlo, noi genitori commettiamo una serie di errori che poi influiranno sui nostri piccoli. In particolare, questi fallimenti sono legati all’evoluzione dei bambini. In questo senso, oggi vogliamo informarvi dei principali errori che i genitori commettono nello sviluppo del linguaggio dei bambini.

Tenete presente, prima di tutto, che i bambini imparano a parlare durante i primi due anni di vita.

Errori nello sviluppo del linguaggio dei bambini da parte dei genitori

Diamo un’occhiata a questi errori nello sviluppo del linguaggio che inavvertitamente promuoviamo nei bambini. In realtà sono facilmente correggibili, quindi prendete nota dei nostri consigli per riuscire nell’intento.

1. Non ripetere ciò che il bambino dice male

Tendiamo spesso a ripetere le parole che dicono i bambini, anche se le pronunciano male. Questo è un errore. Il dovere del genitore è quello di correggere il figlio affinché impari la pronuncia corretta di ogni parola.

2. Non aggiungere al vocabolario le sue parole sbagliate

Anche se sembra ovvio, molti genitori si inteneriscono e finiscono per usare queste parole. Ma non bisogna ripeterle o addirittura incorporarle nel nostro vocabolario, altrimenti il bambino non capirà che è sbagliato.

3. Non usare diminutivi

Per quanto possibile, cerchiamo di usare il minor numero di diminutivi possibile. Ricordate che, anche se parliamo con un bambino, non tutto deve finire in -ino o -ina.

I bambini devono imparare a comunicare correttamente senza errori.

4. Parlare con il bambino come se fosse un adulto

Per quanto riguarda la costruzione grammaticale, parliamo al bambino come se fosse un adulto. Le costruzioni delle frasi devono essere le stesse e avere un senso. In questo modo imparerà anche a produrle correttamente.

5. Per non commettere errori nello sviluppo del linguaggio del bambino bisogna insegnargli a vocalizzare

Insegnare a nostro figlio a vocalizzare non richiede grandi gesti. Dobbiamo solo tenere a mente che è meglio che ci guardi parlare. Se gli parliamo faccia a faccia, vedrà come articoliamo le parole mentre parliamo. In questo modo imparerà i movimenti che devono essere eseguiti per pronunciarle correttamente.

6. Parlare solo con le parole giuste

In nessun caso bisogna parlare usando parole rare che non sono corrette. Nonostante siano tanti i genitori che inventano le parole, è meglio parlare bene. Ad esempio, non chiamiamo bibi la bottiglia. Affinché i nostri figli parlino correttamente, sarà essenziale che siamo noi in primis a fare lo stesso. 

7. Lasciare che il bambino si spieghi

A nessuno piace essere interrotto nel bel mezzo di una spiegazione, quindi non facciamolo neanche con nostro figlio. Cerchiamo di evitare di voler anticipare ciò che vuole spiegarci. Tenete presente che i bambini spesso balbettano; lo fanno perché stanno cercando di esprimersi con le parole giuste. Non abbiamo fretta che finisca la sua spiegazione e non interrompiamolo. Lasciamolo parlare e non condizioniamolo.

8. Incoraggiare i bambini a spiegarsi con le parole e non con i gesti

È importante che nostro figlio si spieghi con le parole e non usi, invece, i gesti. I bambini usano molto spesso il linguaggio non verbale, ma questa non è l’opzione più appropriata. Sebbene indichino oggetti quando vogliono prendere qualcosa, incoraggiamoli a chiederli.

errori nello sviluppo del linguaggio

9. Cercare di abolire il ciucco per evitare errori nello sviluppo del linguaggio

Il ciuccio ha la sua funzione, ma se il bambino ha già iniziato a parlare è meglio che non lo porti. Pensate che sarà solo un ostacolo che gli impedirà di dire le sue prime parole. Il ciuccio non lo aiuterà a spiegarsi come dovrebbe, né a vocalizzare o a farsi capire.

10. Ogni bambino ha il suo ritmo

Non tutti i bambini iniziano a parlare alla stessa velocità. Alcuni iniziano prima e altri dopo. Questo accade perché ognuno segue un processo diverso. Tuttavia, se dopo due anni il bambino non è in grado di dire una sola parola, sarà necessario recarsi da un logopedista. Potrebbe presentare un ritardo nel discorso e questo richiede un trattamento specifico.

11. Il ruolo del genitore è fondamentale per evitare errori nello sviluppo del linguaggio

Nel processo che avviene nello sviluppo del linguaggio del bambino, il nostro ruolo è fondamentale. Da genitori, il nostro intervento deve essere attivo. Questo perché, altrimenti, potremmo innescare un ritardo nell’acquisizione della parola o semplicemente promuovere cattive abitudini nel bambino.

In questo articolo abbiamo parlato di alcuni degli errori più classici nello sviluppo del linguaggio dei bambini. Quindi, adesso sappiamo che la soluzione è nelle nostre mani.

This might interest you...
Dislalia: mio figlio ha dei problemi a pronunciare le parole
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Dislalia: mio figlio ha dei problemi a pronunciare le parole

Un bambino tra i 3 e i 5 anni di età che pronuncia male le parole che presentano le s, le r, le l e le d, può avere la dislalia infantile.