Come insegnare ai bambini a rispettare i propri impegni

Per aiutare i bambini a mantenere i loro impegni, dobbiamo pensare a come farlo. Alcuni potrebbero dover annotare i propri obblighi, mentre altri potrebbero ricorrere agli allarmi.
Come insegnare ai bambini a rispettare i propri impegni

Ultimo aggiornamento: 18 ottobre, 2022

All’inizio, adulti e genitori fanno di tutto per i bambini. Preparano i loro zaini, separano i loro vestiti e organizzano il loro materiale scolastico. Col tempo arriva il taccuino delle comunicazioni e iniziano i primi appunti che dicono che devono iniziare a diventare responsabili e rispettare gli impegni.

Questo accade perché i bambini acquisiscono progressivamente autonomia ed è importante che li accompagniamo e siamo lì per aiutarli a sviluppare le loro potenzialità. Insegnare ai bambini ad adempiere ai propri impegni è essenziale per far loro apprendere nuove competenze e iniziare a inserirsi nella vita sociale. Vediamo come possiamo farlo.

Come insegnare ai bambini a rispettare i propri impegni

Ci sono diversi modi in cui possiamo insegnare ai bambini a mantenere i propri impegni. Successivamente, ve ne raccontiamo alcuni.

Renderli parte delle faccende domestiche

rispettare gli impegni
È una buona opzione assegnare a bambini e giovani alcuni compiti da svolgere a casa. Per questo, è importante tenere conto della loro età in modo che assumano un impegno adeguato.

Coinvolgere il bambino nelle faccende domestiche è un modo per esercitare la responsabilità. Tuttavia, dobbiamo tenere presente che gli impegni che gli assegniamo devono essere adeguati alla sua età. Quando ciò non accade, possiamo renderlo frustrato. Ad esempio, possiamo dirgli che ogni giorno deve rifare il letto e ogni giovedì deve riordinare la sua stanza.

Mostrare quali sono le conseguenze del mancato rispetto degli impegni

Vediamo questa situazione. Vostro figlio adolescente ha dovuto fare la doccia prima che i suoi fratelli più piccoli tornassero dalla lezione di calcio. In questo modo non ci sarebbero stati ritardi nell’uso del bagno e tutti sarebbero stati in grado di arrivare al film in tempo. Se non lo ha fatto, in quel momento, senza rabbia e con molta assertività, farete notare che potrebbero esserci dei ritardi e che arrivano quando il film è iniziato. In questo modo il giovane si accorgerà che non compiendo la sua parte, ci sarà una conseguenza che riguarderà gli altri e se stesso.

Essere un esempio per insegnare a rispettare gli impegni 

Questa è una misura semplice, ma fondamentale. In tenera età, gli adulti sono i principali riferimenti per i bambini. Pertanto, dobbiamo assumere quei comportamenti che vogliamo che si ripetano. Ad esempio, se ci vedono scusarci per il ritardo o per qualcosa continuamente, crederanno che sia la cosa giusta da fare e la imiteranno.

Adattare il modo in cui hanno bisogno dei genitori

Alcuni bambini troveranno un po’ più difficile appuntare e ricordare cosa portare alla lezione successiva. Pertanto, possiamo aiutarli con alcuni extra. Ad esempio, possiamo dire ai più piccoli che dovrebbero sempre tornare a casa con tre cose (o qualunque numero): lo zaino, il cappotto e il gioco o l’oggetto principale che hanno utilizzato per l’attività della giornata. Nel caso di adolescenti, possiamo suggerire loro di utilizzare sveglie o un taccuino.

Riconoscere i loro sforzi e risultati

Così come è importante attirare l’attenzione quando i minori non rispettano i propri impegni, è altrettanto importante quando lo fanno. Pertanto, è bene che congratularsi con loro per i loro successi e che si riconoscano i loro sforzi nello stesso modo in cui gli si fanno notare gli errori.

Congratularsi con i figli per i loro sforzi e risultati è importante per aumentare l’autostima e mostrargli che apprezzate il loro lavoro.

Vantaggi del rispetto degli impegni

C’è un momento in cui gli adulti devono presumere che i bambini crescano, sviluppino i propri gusti e debbano iniziare a essere responsabili dei propri obblighi e compiti. A volte, possiamo sentire che siamo meno importanti per loro, ma non è così. Cominciamo semplicemente ad occupare un altro ruolo nella loro vita e dobbiamo adattarci a queste nuove circostanze. Essere genitori iperprotettivi non li prepara alla realtà del mondo. Infatti li lascia senza ali e con enormi difficoltà a sapersi comportare quando sono soli.

Il fatto che i bambini e gli adolescenti siano responsabili e rispettino i propri impegni li rende persone affidabili. A livello interno, permette loro anche di sentirsi utili e preziosi, rafforzando così la loro autostima.

Il dialogo dovrebbe essere il primo passo

Quando i bambini non rispettano i loro impegni, è importante chiedere loro cosa è successo. È fondamentale non fermarsi sulle proprie posizioni. Ad esempio, considerando che è stato per pigrizia, perché sanno che c’è sempre qualcuno a fare i compiti, o perché sono molto disorganizzati. Queste etichette li bloccano e funzionano quasi come una profezia che si auto avvera. Se crediamo che non siano in grado di assumersi delle responsabilità, alla fine accadrà, perché in questo modo danneggiamo la loro autostima e facciamo credere loro di non essere capaci.

In questo senso, la prima cosa dovrebbe essere chiedere loro cosa è successo. Ad esempio, perché non hanno dato da mangiare all’animale o non hanno riordinato la loro stanza? Una domanda aperta, senza tono accusatorio, è un bel punto di inizio per capirli. Inoltre, le risposte potrebbero sorprenderci. Ad esempio, forse non capivano come si fa, non sapevano come organizzarsi, o semplicemente si sentivano spaventati. In questo modo, saremo in grado di sintonizzarci ed entrare in empatia con quella situazione e saremo in grado di offrire loro aiuto.

Spiegare il significato di rispettare gli impegni

Rispettare gli impegni a volte può essere noioso. Cioè, a volte abbiamo intenzione di alzarci presto per andare a lezione di tennis, ma quando arriva il momento, vorremmo restare a casa. È importante insegnare anche ai bambini a vedere l’altro lato. Ma allo stesso tempo, dobbiamo aiutarli a capire perché dovrebbero farlo. Ad esempio, quando arrivano alla lezione di tennis incontrano i loro amici e si divertono o quando vincono una medaglia si sentono a proprio agio con il loro sforzo.

Potrebbe interessarti ...
Quando i bambini prendono brutti voti, cosa fare?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Quando i bambini prendono brutti voti, cosa fare?

Quando i bambini prendono brutti voti, urlare contro di loro non è la soluzione. Aiutateli a riconoscere le difficoltà e a migliorarsi.



  • Goleman, Daniel. El cerebro y la inteligencia emocional: nuevos descubrimientos. B de Books, 2015.Bilbao, Alvaro (2015) El cerebro del niño explicado a los padres.Plataforma Actual.
  • Monsalvo, Eugenio & Sousa, Renata. (2008). El valor de la responsabilidad en los niños de educación infantil y su implicación en el desarrollo del comportamiento prosocial. Revista Iberoamericana de Educación, ISSN 1681-5653, Vol. 47, Nº. 2, 2008. 47.