La cogenitorialità migliora il rapporto di coppia

Secondo la scienza, le coppie che condividono le responsabilità di crescere i propri figli hanno una migliore qualità della vita. Conoscete le chiavi per ottenerlo?
La cogenitorialità migliora il rapporto di coppia

Ultimo aggiornamento: 06 febbraio, 2022

Sappiamo tutti che quando arrivano i figli, il rapporto armonioso tra la coppia inizia un po’ a vacillare. Nonostante ciò, la ricerca ha dimostrato che la cogenitorialità migliora la relazione di coppia, ed è proprio di questo che parleremo oggi in questo articolo.

Dalla ricerca si deduce che le coppie che condividono le responsabilità di crescere i figli e le faccende domestiche sono più felici di quelle che non le condividono e tutto il peso ricade su un genitore soltanto. Questi compiti sono: creare e far rispettare le regole della casa, monitorare e supervisionare i bambini allo stesso modo, applicare punizioni quando le regole vengono infrante, giocare e premiare quando, invece, vengono rispettate.

Volete sapere perché la cogenitorialità migliora il rapporto di coppia? Continuate a leggere, perché vi racconteremo tutto noi.

La cogenitorialità migliora il rapporto di coppia: lo studio

Secondo un’indagine condotta dalla George State Unversity, il cui autore principale è Daniel L. Carlson, dividere i compiti di educazione dei figli allungherà il tempo trascorso insieme ad essi dalle coppie. Carlson afferma che quando entrambi i partner collaborano nell’allevare i propri figli, ciò ha un effetto positivo sulla coppia, rendendola più armoniosa e stabile.

Da questo studio è emerso che le coppie che dividono i compiti e le responsabilità genitoriali hanno anche espresso livelli di soddisfazione e intimità relazionale più elevata e hanno anche discusso meno. Nei casi in cui la donna ha dovuto gestire la maggior parte o tutta la genitorialità, hanno mostrato un livello di soddisfazione molto più basso e un maggiore conflitto nella coppia.

Anche se, secondo Daniel L. Carlson, questo studio ha alcune lacune, perché si basa su dei compiti che i genitori sono soliti svolgere (giocare, lodare, far rispettare le regole, ecc). In questo modo, non è del tutto chiaro se svolgessero anche lavori domestici come (cucinare, pulire, ecc).

Qual è l’aspetto più interessante di questa ricerca?

Lo studio mette in evidenza che le coppie che condividono il lavoro di crescere i propri figli hanno una relazione più armoniosa e una maggiore soddisfazione nella loro intimità sessuale e nella relazione, a cui possiamo anche aggiungere un calo delle discussioni di coppia.

“Essere soddisfatti riflette la stabilità della relazione, quindi questo prevede il fatto che le coppie staranno insieme”
– Carlson-

Ciò significa che una volta che una donna rimane incinta, non deve fare tutto il lavoro dopo la nascita del bambino. Inoltre, non è giusto che la mamma si occupi di tutto e poi, come ringraziamento, il papà le faccia un regalo per la festa della mamma. Quella non è genitorialità condivisa.

Un altro studio, condotto dalla ricercatrice Margaret L. Usdansky, della Syracuse University, mostra che, attualmente, gli uomini trascorrono più tempo con i propri figli, una media di 7 ore rispetto alle 3 ore che trascorrevano 3 decenni fa. Questo accade perché in molte famiglie è necessario il reddito di entrambi i genitori, quindi entrambi lavorano e condividono il tempo e l’educazione dei propri figli.

Raccomandazioni per raggiungere una cogenitorialità

Abbiamo già visto che il fatto di condividere l’educazione incide sulla felicità della coppia, sia nel rapporto che nell’intimità. Ma cosa possiamo fare per essere cogenitori? Ecco alcuni consigli:

  • Condividere un dialogo tra i due membri della coppia, in cui vengono stabilite le responsabilità genitoriali e come distribuirle equamente.
  • Rimanere sempre calmi al momento di prendere delle decisioni.
  • Se uno dei membri della coppia si sente sovraccarico di compiti e responsabilità genitoriali, deve esprimere ciò che sente all’altro per prendere la decisione migliore al riguardo.
  • Tutti e due devono capire che essere genitori è estenuante per entrambi, quindi lavorare in squadra allevierà la fatica e lo stress.
  • Mai discutere della cura e dell’educazione dei figli di fronte a loro, indipendentemente dalla loro età.
  • Quando viene data una punizione dopo un comportamento scorretto del bambino, è importante che entrambi i genitori siano d’accordo. Per questo motivo, è fondamentale che ci sia preventivamente un dialogo sulle regole e le conseguenze del loro mancato rispetto.
  • Lavorare come una squadra e, se uno dei due ha una brutta giornata e risponde male al bambino, l’altro può aiutarlo a regolare quella reazione in modo appropriato.
  • Essere pazienti, parlare in modo chiaro e concreto e, soprattutto, essere sicuri quando si giunge ad un accordo.

Sulla cogenitorialità e sul miglioramento della relazione di coppia

Secondo quanto visto in questo articolo, la cogenitorialità migliora la relazione della coppia, così come la soddisfazione sessuale. È importante che entrambi i genitori condividano responsabilità e compiti in modo che entrambi abbiano tempo per se stessi e per i propri figli. Questo, alla fine, porterà ad un rapporto più soddisfacente e armonioso, sia nella coppia che nella famiglia.

Pertanto, se ritenete di non condividere l’educazione dei vostri figli, potete iniziare a farlo da oggi. In questo articolo vi abbiamo dato alcune linee guida per poterlo fare al meglio.

Potrebbe interessarti ...
Fasi della genitorialità, tutte hanno il loro fascino
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Fasi della genitorialità, tutte hanno il loro fascino

Non tutti i genitori vivono lo stesso momento. In base all'età dei figli e alle caratteristiche di ogni famiglia esistono diverse fasi della genito...