L'Accademia dell'Intelligenza di Augusto Cury

22 ottobre, 2020
L'Accademia dell'Intelligenza, basata sulla teoria dell'intelligenza multifocale di Augusto Cury, punta allo sviluppo cognitivo degli alunni attraverso l'educazione di mente ed emozioni.

Augusto Cury, psicologo e psichiatra brasiliano, è deciso a riaffermare il ruolo degli insegnanti. Il corpo docenti, secondo Cury, è il gruppo professionale più importante della nostra società, con la responsabilità di educare i bambini all’intelligenza e alla creatività. Ha creato, quindi, l’Accademia dell’Intelligenza” con l’obiettivo di rendere i giovani, protagonisti della propria storia.

In questo senso, Augusto Cury parla di fallimento generale dell’attuale sistema scolastico. I bambini e i giovani sono bombardati dalle informazioni (senza sapere perlopiù cosa farne) che comportano sforzo ed energie mentali enormi. La conseguenza è che gli studenti non imparano.

“Non esistono ragazzi difficili, ma un’educazione inadeguata”

-Augusto Cury-

Il punto di partenza: l’intelligenza multifocale

Il principio da cui parte l’Accademia dell’Intelligenza e, in generale, tutto lo scenario che la circonda, è la teoria di Cury sull’intelligenza multifocale. Si tratta di un’analisi incentrata sulla costruzione del pensiero da più punti di vista.

Per fare un esempio, se veniamo umiliati pubblicamente, ciò che definisce il nostro grado di dispiacere non sarà una sola dimensione o “focus”, come la definisce Cury. Dipenderà, invece, da molteplici fattori: la nostra personalità, lo stato d’animo in quel momento, il tipo di umiliazione, il luogo in cui si è verificata, etc.

Bambino e simboli di espressione creativa.

In breve, la teoria dell’intelligenza multifocale studia il funzionamento della mente e dei fenomeni che danno corpo alle emozioni. Fornisce tecniche utili per la formazione del pensiero e competenze per lo sviluppo personale, sociale e professionale.

Che cos’è l’Accademia dell’Intelligenza di Augusto Cury?

Nelle parole di Cury, l’Accademia dell’Intelligenza consiste in un tipo di pedagogia basata sullo sviluppo delle abilità socio-emotive, nonché sulla conoscenza della mente e del comportamento.

Essenzialmente, la metodologia della sua scuola, promuove il miglioramento del processo insegnamento-apprendimento e delle relazioni interpersonali attraverso l’educazione emotiva e della mente.

In questo senso, approfondendo la questione socio-emotiva, Cury sostiene l’importanza di educare gli studenti a una “emotività ricca”, la quale richiede creatività, nonché qualità come l’empatia.

“Essere capaci di mettersi nei panni dell’altro per percepirne il dolore e le necessità; avere la capacità di trasformare le crisi in opportunità costruttive”.

-Augusto Cury-

Accademia dell'Intelligenza, bambina e laboratorio di chimica.

Benefici dell’Accademia dell’Intelligenza

L’Accademia dell’Intelligenza, dunque, è un programma educativo che può offrire molti benefici. Questi possono essere tradotti solo attraverso buoni insegnanti, impegnati nel proprio lavoro. Quali sono, quindi, i vantaggi?

  • Gestione delle emozioni e sviluppo dell’intelligenza.
  • Capacità di costruire relazioni sane e buona gestione dei conflitti.
  • Prevenzione e lotta al bullismo e all’uso di droghe.
  • Miglioramento della resa scolastica e dell’apprendimento.
  • Spirito creativo.
  • Migliore qualità della vita per tutte le figure coinvolte nel processo: insegnanti, genitori e studenti.

L’Accademia dell’Intelligenza, in breve, è un programma ideato per essere ampliato nelle istituzioni educative. L’obiettivo è di avviare una cultura dello sviluppo dell’intelligenza emotiva e della salute mentale e sociale.

  • Escola da Inteligência. Escola da inteligência. Educaçao Socioemocional. Recuperado de: https://escoladainteligencia.com.br/escola-da-inteligencia/
  • Cury, A. (2016). El código de la inteligencia. Zenith. Buenos Aires: Argentina.
  • Cury, A. (2012). Padres brillantes, maestros fascinantes. Zenith. Buenos Aires: Argentina.