Imparare l’inglese a casa facilmente

26 Novembre 2019
Imparare l'inglese a casa offrirà grandi benefici ai nostri bambini. Ecco come possiamo aiutarli a farlo.

In quanto insegnante e autrice del libro Aprender inglés en casa (imparare l’inglese a casa), una delle domande che mi viene posta più spesso dalle famiglie è proprio questa. La mia risposta è sempre affermativa. I vostri bambini possono imparare l’inglese a casa seguendo alcuni semplici consigli e usando le risorse alla portata di tutti.

È possibile imparare l’inglese a casa?

Grazie alla mia più che ventennale esperienza come insegnante di inglese per adulti e bambini, ho potuto verificare che insegnare l’inglese in modo isolato, semplicemente come una materia in più, non dà alcun risultato, in quanto i bambini hanno bisogno di vedere un senso in quello che fanno. L’inglese presentano in forma isolata, infatti, non risveglia in loro nessun interesse. Se però diamo all’insegnamento di questa lingua straniera un’utilità e un contesto, impareranno molto più in fretta.

Molti di noi, di fatto, hanno passato anni a studiare e memorizzare lessico per raggiungere un livello accettabile. Ma non solo, nessuno può negare che più cresciamo più ci risulta difficile imparare una nuova lingua. Nel caso dei bambini, imparare una lista di vocaboli o ripetere delle frasi li fa annoiare e non permette loro di avanzare.

Al giorno d’oggi i nostri figli godono di una grande opportunità che possiamo sfruttare. Si tratta dellapossibilità di imparare l’inglese sin da piccoli, senza stress, senza studiare, passando quasi inosservato. E, soprattutto, possono farlo a casa indipendentemente dal nostro livello di inglese.

Insegnare l'inglese ai bambini

È per questo motivo che, in quanto genitori, non possiamo farci scappare questa opportunità che permetterà ai nostri bambini di imparare senza sforzi e che aprirà loro molte porte a livello personale e professionale. 

Perché è meglio imparare a casa?

  • Si impara in modo naturale. Per iniziare, a casa i bambini possono imparare in modo naturale attraverso le loro routine, i loro giochi e le loro canzoni preferite. Di conseguenza, se introduciamo l’inglese tutte le volte possibili, da un lato lo includeranno in modo naturale nelle loro vite, dall’altro non si accorgeranno nemmeno di star imparando una seconda lingua.
  • Imparare divertendosi. Come detto, includendo l’inglese nelle attività preferite dei nostri figli, consentiremo loro di imparare divertendosi, il che faciliterà, e molto, l’accoglienza della nuova lingua.
  • Non si sentono forzati. In casa, inoltre, non si sentono forzati, perché non vedono l’apprendimento della lingua straniera come un obbligo o una materia. Semplicemente, la includono nella loro routine quotidiana con totale naturalezza.
  • Non si sentono inibiti. Allo stesso modo, i bambini non temono di sbagliare. Trovandosi in un ambiente sicuro e protetto, si sentiranno molto più liberi al momento di parlare, e potranno così formare frasi o memorizzare nuovo lessico.

Come posso aiutare i miei figli a imparare l’inglese a casa?

  • Ascoltare l’inglese. Fate in modo che i vostri figli ascoltino audio in inglese quando possibile. Va bene qualsiasi attività audio: ascoltare la radio, la televisione, le canzoni per bambini, etc. Inoltre, se sono molto piccoli o se sembrano non prestare attenzione, ascoltare li aiuta inconsapevolmente a imparare.
  • Storie, canzoni e giochi in inglese. Sfruttate qualsiasi opportunità per raccontare una storia in inglese, cantare in inglese o giocare in inglese. Grazie a internet, oggi abbiamo a disposizione molte risorse.
Bambina che memorizza parole inglesi

  • Dispositivi in inglese. Se i vostri figli usano tablet o smartphone, impostateli in lingua inglese.
  • Routine in inglese. Approfittate della routine giornaliera per introdurre l’inglese: l’ora del bagno, dei pasti, della messa a letto… Ogni occasione è buona.
  • Parlare in inglese. Create situazioni affinché i vostri figli possano parlare in inglese con gente madrelingua. Vi sono molte opzioni: dal viaggiare in un paese anglofono all’assumere una au-pair o cercare persone della nostra cerchia più intima che parlino inglese.

E se il mio livello di inglese non è molto alto?

Come potete notare, tutte le attività che propongo affinché i bambini possano imparare l’inglese a casa possono essere realizzate anche se i genitori non lo parlano. Ma c’è di più, se il livello dei genitori non è dei migliori, potranno sfruttare questa occasione per migliorare la loro padronanza dell’inglese. 

Se, invece, uno o entrambi i genitori hanno un buon livello di inglese e decidono di parlare con i loro figli in questa lingua, molto meglio. In questo caso, possiamo parlare di educazione bilingue.

È chiaro, dunque, che il livello di inglese dei genitori non ha motivo di rappresentare un limite affinché i bambini imparino la lingua in casa. Si tratta semplicemente di avere chiari i propri obiettivi e cercare tutte le risorse a propria disposizione. In fin dei conti, dobbiamo solo ricordare che in futuro i nostri figli ci ringrazieranno.

  • Corrales, Bego. (2018). Aprender inglés en casa: Consigue que tus hijos aprendan inglés sin darse cuenta mientras tú lo mejoras.