Infondere ottimismo per crescere bambini capaci

10 Gennaio 2020
L'ottimismo è strettamente relazionato alla resilienza. Educare bambini ottimisti è pertanto sinonimo di educare persone capaci di affrontare le difficoltà.

Il nostro compito in quanto genitori non consiste solo nel fornire ai bambini cibo, sicurezza e affetto. Dobbiamo anche trasmettere loro determinati valori e aiutarli ad acquisire gli strumenti per destreggiarsi nella vita. Infondere ottimismo è una prioritàin questo senso, poiché si tratta di una capacità necessaria, ma spesso dimenticata, nell’educazione dei piccoli.

Molto spesso consideriamo questo valore secondario, di poca importanza. Associamo l’ottimismo alle tipiche frasi motivazionali trite e ritrite, come “Credi in te stesso” o “lotta per i tuoi sogni”. Le implicazioni psicologiche di questo concetto, tuttavia, vanno ben oltre e possono aiutare i bambini ad avere un’esistenza più felice e coronata dal successo.

L’ottimismo è la base della resilienza

La resilienza è la capacità umana più importante per affrontare le avversità, superarle e persino uscirne vittoriosi. Dato che tutti, prima o poi, dovremo superare delle difficoltà, possedere tale abilità può risparmiarci molta sofferenza nella nostra vita.

Dall’essere bocciati a un esame fino a essere traditi da un amico o dover affrontare una rottura o una perdita. Tutte queste situazioni quotidiane possono causare alti livelli di malessere a chi non dispone degli strumenti emotivi per gestirli. Alla luce di ciò, sforzarci di aiutare i nostri figli a sviluppare la resilienza è un compito che dovremmo realizzare tutti.

Bambina sorridente

Questa abilità, tuttavia, è associata ad altri valori che dobbiamo fomentare per costruirla. Tra tutti questi, infondere ottimismo può essere un buon punto di partenza perché è fortemente relazionato agli altri. In altre parole, se riusciremo a infondere ottimismo nei bambini, li avvicineremo anche alle restanti abilità importanti.

Cos’è l’ottimismo?

L’ottimismo è la tendenza a trovare gli aspetti positivi e favorevoli di ogni situazione. In questo modo, la persona può affrontare gli ostacoli con coraggio e perseveranza, consapevole di quello che va bene e disposta a migliorare tutto quello che non le apporta benefici.

Le persone ottimiste godono di innumerevoli vantaggi durante le loro giornate. Tendono a mantenere la speranza e ad avere un’autostima migliore, insieme a un sistema immunitario più forte. In aggiunta, portano a termine azioni di maggiore successo e si mostrano più attive davanti alle difficoltà, adottando le misure per munirsi di una rete di supporto efficace.

Viceversa, le persone pessimiste hanno un’autostima più bassa, perdono la speranza e si danno per vinte più facilmente. Dinanzi alle avversità tendono a deprimersi, a non prendere l’iniziativa e la loro salute ne risente. Oltre a ciò, provano con maggiore frequenza sentimenti di ira.

L’ottimismo, dunque, va ben oltre una tendenza ingenua o una frase motivazionale. È un’eccellente risorsa psicologia per fidarsi delle proprie capacità di successo e per superare le difficoltà. Visto ciò, sebbene in alcune occasioni possa tentarci l’idea di concentrarci di più sull’educazione intellettuale, non dobbiamo trascurare quella emotiva.

Bambina positiva

Come infondere ottimismo ed educare bambini capaci?

Infondere ottimismo è fondamentale per formare bambini in grado di affrontare la vita con fiducia e autonomia. È dunque importante seguire alcune linee guida per renderlo una qualità propria dei più piccoli:

  • Dare l’esempio:essere un modello di indole attiva e perseverante. Fate in modo che i vostri figli osservino il vostro atteggiamento positivo, sicuro e speranzoso davanti alle avversità, così che possano imparare da esso.
  • Trasmettere il valore della gratitudine: ringraziare per tutte le cose belle che ci circondano ci aiuta a tenere a mente che siamo fortunati e che possiamo aspettarci il meglio.
  • Quando si presenta una difficoltà, guidate i bambini affinché trovino gli aspetti positivi e le possibili soluzioni. Incitateli a prendere l’iniziativa invece di farsi bloccare dalla passività e dalla sofferenza.
  • Rinforzare i successi e premiare gli sforzi dei figli. L’ottimismo deve offrirci una sensazione di controllo interiore. A ben poco serve credere che le situazioni positive avvengano per fortuna o per caso. Aiutate i vostri figli a vedere che sono capaci di influire sulle circostanze della loro vita, che le loro azioni possono migliorarle e aiutarli a raggiungere il successo; che sono capaci di riuscirci se saranno determinati.
  • Amare i bambini e dimostrare loro amore. Sentirsi amati aumenta la propria autostima, un’auto-immagine positiva e la fiducia in se stessi. Contare su un sostegno incondizionato può essere anche la rete di sicurezza di cui i piccoli hanno bisogno per lanciarsi in esplorazione del mondo senza paura.
  • Bragagnolo, G., Rinaudo, A., Cravero, N., Fomía, S., Martínez, G., & Vergara, S. (2002). Optimismo, esperanza, autoestima y depresión en estudiantes de Psicología. Recuperado de http://www.fpsico.unr.edu.ar/congreso/mesas/Mesa_15/bragagnolo_optimismo. pdf
  • Martínez-Correa, A., Del Paso, G. A. R., García-León, A., & González-Jareño, M. I. (2006). Optimismo/pesimismo disposicional y estrategias de afrontamiento del estrés. Psicothema18(1), 66-72.