Fate addormentare i bambini con un libro, non con la TV

· 23 Novembre 2017

Far addormentare un bambino e accompagnarlo ogni sera nel mondo dei sogni con un libro è un regalo che si fa al suo benessere, sia fisico che emotivo. Infatti, non c’è niente di meglio che favorire il riposo attraverso un racconto, piuttosto che con la televisione.

Ormai è risaputo che leggere fa bene. Così, i bambini saranno più curiosi, più aperti verso nuove conoscenze e informazioni. Ma pur sapendolo, come mettete in pratica questo consiglio? Pensate forse che il bambino debba saper leggere per potre usufruire di un libro?

La lettura genera notevoli cambiamenti nel cervello dei più piccoli. Pertanto, prima che loro possano leggere, è compito dei genitori guidarli in questa esperienza. Sono i genitori il modello da seguire e l’immagine in cui i figli possono riflettersi per accendere la propria curiosità.

Un libro non va imposto. Nessuno si gode la lettura se viene obbligato e lo vede come un dovere. Un libro deve destare curiosità, deve piacere. Questo può accadere fin dalla prima infanzia e si può fare in modo che avvenga anche poco prima di andare a letto.

Vi spieghiamo come.

Un buon libro di racconti e una lettura rilassata

Inziamo con questa indicazione: dovete leggere anche ai neonati. Potete utilizzare un libro di racconti e sedervi a lato della culla. Lasciate che il piccolo vi guardi, vi ascolti e si addormenti poco a poco.

Se date il via a questa buona abitudine fin da quando il neonato ha 7-8 mesi, ricordate che dovrete farlo ogni sera. Non importa come è stata la vostra giornata, se siete stanchi o se ancora non avete cenato. Leggetegli un racconto per 15 o 20 minuti: sarà un momento magico e di complicità.

mamma e figlia leggono le fiabe

Un interessante studio, effettuato dal Cincinnati Children’s Hospital Medical Center in Ohio, afferma che leggere a voce alta ai bambini (lettura rilassata) stimola il loro sviluppo neuronale.

  • Si favoriscono i loro processi cognitivi, migliorando la loro attenzione e l’ascolto attivo.
  • La lettura rilassata si basa sull’uso di un tono di voce caldo e avvolgente. Questo permette una migliore connessione con il bambino da un’età precoce.
  • Le voci di mamma e papà generano un legame eccezionale con il neonato. Inoltre, favoriscono il linguaggio, l’inizio della comunicazione e stimolano l’immaginazione.
  • Leggere a voce alta stimola il lobo occipitale dei neonati. Questa è anche l’area dedicata alla vista. Tale scoperta ha subito attirato l’attenzione degli esperti.
  • Tutto ciò accade per una semplice ragione: i neonati immaginano ciò che gli viene letto. Visualizzano ciò che gli viene raccontato, favorendo la connessione neuronale di molteplici aree cerebrali, soprattutto quella visiva.
bimbo addormentato con un libro

Spegnete la televisione e leggete un libro

Vedere la televisione non fa male in assoluto. E nemmeno giocare ogni tanto al computer o con il telefonino di mamma e papà. La chiave sta nell’equilibrio e nella saggezza. La tecnologia deve essere un mezzo di conoscenza, comunicazione e distrazione. Mai uno stile di vita.

Quindi, che ruolo svolgono questi strumenti nell’educazione di un figlio? Sono dispositivi che vanno saputi controllare e gestire. Anzi, noi dobbiamo essere d’esempio. Difatti, non servirà a niente dire a un bambino che i cellulari non sono adatti a loro se ci vedono sempre presi da questi.

Vediamo ora quali linee guida seguire per favorire nei piccoli una precoce passione per la lettura.

Segreti per far addormentare e riposare i bambini grazie a un libro

  • Dopo cena e due ore prima di andare a dormire, la cosa migliore da fare è spegnere il computer o la televisione.
  • Dobbiamo tenere in considerazione che, secondo la American Academy of Pediatrics, i bambini tra i 2 e i 6 anni non dovrebbero essere esposti a televisione o altri dipositivi elettronici per più di un’ora al giorno. Dai 7 ai 12 anni non devono superare le 2 ore.
  • Un bambino di queste età che guarda la tv fino al momento di andare a dormire sarà sovraeccitato. Dovrete faticare molto per farlo addormentare. Inoltre, bisogna ricordare che una bambino necessita di crescere e l’ormone della crescita si attiva solo dopo 3 ore di sonno profondo.
leggere sotto alle coperte

L’ideale sarebbe portare il piccolo in camera mezz’ora prima di andare a letto, in modo che cominci a rilassarsi. Questo è un’ottimo momento per parlare con lui e leggergli qualcosa, o lasciarli scegliere un libro che possa leggere da solo.

  • Ricordate che i bambini seguono di più gli esempi, piuttosto che i suggerimenti. Se vi vedono leggere, la percepiranno come una cosa normale e vorranno provare anche loro.
  • Se sono abituati alla lettura fin da quando erano neonati, lo vedranno come un momento di magica complicità con i genitori.
  • Far addormentare i bambini con un libro accanto farà di loro persone più fantasiose, creative e curiose.

Vale proprio la pena fare un piccolo sforzo ogni giorno per loro, le persone che più amate.