Le sensazioni che aiutano i bambini ad essere felici

· 26 Aprile 2019
Un abbraccio, una carezza, un bacio. Il contatto con i vostri bambini può far nascere delle sensazioni molto positive che li aiutano ad essere felici.

Amare è tutto quando si è genitori, ma sfortunatamente ciò non basta a crescere un bambino. Quando arriva il momento di riempire il suo cuore, una madre e un padre devono sapere come fare. Ciò implica, da un lato, evitare certi comportamenti indesiderabili. Dall’altro, favorire quelle sensazioni che contribuiranno alla felicità del piccolo.

Per questo motivo, in questo articolo di “Siamo Mamme” vi sveleremo quali sono le sensazioni che dovrete risvegliare in vostro figlio, così come tutte le azioni che sarà meglio evitare e sradicare dalla vostra vita, se non volete innescare atteggiamenti tossici che potrebbero perdurare sin nell’età adulta.

Le sensazioni che aiutano i bambini ad essere felici

L’amore consapevole di ogni genitore sta proprio nell’immensa capacità di generare una sensazione di forte legame. Così unica e speciale, per chi ha provato la gioia di aver dato alla luce una nuova vita e, allo stesso tempo, così inspiegabile per chi ancora non ha voluto o non ha avuto la possibilità di sperimentarla.

Questo legame radicato e indissolubile tra madre e figlio avviene precisamente quando il piccolo si sente parte della famiglia, per la quale sente di essere importante. A tutti i bambini piace essere tenuti in considerazione e che i genitori li considerino, naturalmente, come unici e speciali. A prescindere da tutto e tutti.

Naturalmente, un’altra delle sensazioni che dovete risvegliare nel bambino, per aiutarlo a crescere sano e felice è l’accettazione. Ciò implica accettare le differenze e amarle per come arrivano e come sono, con tutte le loro virtù e difetti. Mettete da parte i confronti offensivi ed evitate le aspettative dolorose del cambiamento.

Bimbe giocano con bolle di sapone

Al contrario, il bambino dovrebbe sempre sentirsi stimato, per cui diventa essenziale dimostrare costantemente quanto sia importante nella vostra vita e ciò che vale come persona. Evidenziando i suoi punti di forza e le sue capacità.

Allo stesso tempo, il rispetto è un’altra delle sensazioni importanti per avere un bimbo felice. Non importa la sua età, il temperamento, i gusti o il comportamento personale: nulla lo rende inferiore o inficia il suo diritto di opinione, di scelta e di crescita. Solo così, si sentirà assolutamente libero.

Chiaramente, il bambino deve sentirsi contento in ogni momento, sapendo che le sue emozioni sono accettate e rispettate. Il dialogo e la comprensione sono pilastri fondamentali per poter accompagnare il bambino nei momenti più delicati e che dovrà affrontare, durante la fase più intensa della sua vita.

Sensazioni che parlano d’amore

Ma tutte quelle sensazioni che dovrete risvegliare nel vostro bambino, che abbiamo appena ricapitolato, non sono le uniche. Ce ne sono altre, ugualmente essenziali, che occorrerà tenere a mente. Ad esempio, il bambino deve sentire l’appoggio dei genitori quando vince e quando perde, in modo da favorire e l’interesse per ciò che fa, per ogni passo dato in avanti, a prescindere dai successi ed eventuali insuccessi.

È anche necessario che il bambino si senta amato in modo incondizionato e dinanzi a qualsiasi circostanza. Non importa gli sbagli né gli errori commessi: vostro figlio avrà sempre bisogno di sentirsi dire un “ti voglio bene” che restituirà calma e serenità. Affinché ciò sia possibile, non date mai nulla per scontato, nemmeno quando raggiunge la maggiore età.

Per questo motivo, i figli hanno bisogno di essere accarezzati, baciati, abbracciati, curati, osservati, tenuti in braccio ed allattati. Non importa quello che vi diranno, il contatto è fondamentale per la loro felicità, cura qualsiasi sconfitta, qualsiasi dolore.

L’obiettivo di un genitore non è creare un figlio perfetto, bensì un figlio felice.

Le sensazioni di un abbraccio del padre a un figlio

Azioni sbagliate che allontanano la felicità

Come abbiamo detto, i genitori devono imparare ad amare i propri figli e a farlo sempre. Pertanto, anche affrontando le migliaia di conflitti che la nostra vita quotidiana offre, dobbiamo fare del nostro meglio per essere presenti, amare i genitori e lasciare così un segno indelebile nei loro cuori.

Quindi, vi consigliamo di dare loro spazio, allontanandoli da una serie di atteggiamenti negativi o comportamenti tossici che potrebbero fargli pagare un alto prezzo, in futuro. Pertanto, dovreste considerare di evitare quelle azioni che, inevitabilmente, rischiano di creare una separazione netta tra genitori e figli:

  • Gridare, punirli con severità, colpirli e strattonarli con violenza.
  • Offenderli in pubblico.
  • Criticarli eccessivamente.
  • Ripetere costantemente confronti con altri bambini.
  • Etichettarli con parole inadeguate.
  • Non ascoltarli.
  • Non giocare con loro.

L’educazione di vostro figlio è nelle vostre mani e, quindi, anche il futuro di questa vita che avete forgiato con amore e sacrificio. Non basta la scuola, lo sport, l’educazione formale per aiutarlo ad essere felice. Dovrete imparare, ogni giorno, a trasmettergli quelle sensazioni positive che contribuiranno a renderlo un adulto equilibrato e sereno, consapevole di sé e del mondo che lo circonda.