Herpes labiale in gravidanza: ecco cosa c'è da sapere

Il virus dell'herpes è molto contagioso, ma se vengono messe in atto determinate misure è possibile evitare danni al bambino. Scoprite come affrontare l'herpes labiale in gravidanza.
Herpes labiale in gravidanza: ecco cosa c'è da sapere
Maria del Carmen Hernandez

Scritto e verificato da il dermatologo Maria del Carmen Hernandez.

Ultimo aggiornamento: 04 gennaio, 2022

L’herpes labiale durante la gravidanza può essere molto fastidioso e doloroso, oltre al fatto che in questa fase si manifesta più spesso del solito.

Fortunatamente, l’infezione nella bocca della donna incinta di solito non ha un impatto sullo sviluppo o sulla crescita del bambino nell’utero. Anche così, è importante prendere una serie di precauzioni durante il parto, per evitare il contagio del neonato. Ti diciamo tutto quello che devi sapere.

Che cos’è l’herpes?

L’herpes è un’infezione mucocutanea causata dal virus dell’herpes simplex (HSV) di qualsiasi tipo. In generale, l’ HSV-1 provoca l’herpes labiale, mentre l’HSV-2 provoca l’herpes genitale.

Dopo la prima infezione, il virus rimane in uno stato latente all’interno dei neuroni locali. Ma in determinate circostanze, come una diminuzione delle difese, germoglia di nuovo e provoca le stesse lesioni negli stessi luoghi.

Se non hai mai avuto un mal di freddo, puoi contrarlo solo attraverso il contatto diretto con i fluidi corporei di qualcuno che lo porta. Le vie di infezione più comuni sono le seguenti:

  • Baci.
  • Utensili condivisi, trucco o cibo.
  • Sesso orale

Il virus dell’herpes è molto contagioso, ma di solito non colpisce il bambino nell’utero. Tuttavia, può essere trasmesso al bambino durante il travaglio in determinate circostanze.

In generale, la fase di contagio culmina quando si forma una crosta sulle lesioni, a quel punto iniziano a guarire e il virus va in letargo.

Neonato con dermatite.

Manifestazioni di herpes labiale durante la gravidanza

Se il mal di freddo è già apparso sulla pelle, questo indica che il virus è nel corpo (in uno stato latente) e che può ricomparire in situazioni di stress o alterazioni ormonali. Circa il 50% della popolazione lo contrae prima dei 6 anni.

In generale, l’herpes labiale è un’infezione localizzata che tende a manifestarsi in alcune regioni intorno alla bocca. La storia naturale della malattia può essere riassunta nelle seguenti fasi:

  • Prodromo : prima che compaiano le vescicole, si manifestano prurito, bruciore e formicolio nell’area della lesione.
  • Infezione attiva: in poche ore compaiono minuscole vescicole a forma di bouquet sul vermiglio del labbro o all’angolo della bocca. Da loro può drenare un fluido sieroso, che contiene particelle virali.
  • Risoluzione : dopo 15 giorni, le vescicole scompaiono e si formano delle croste che cadono da sole.

Conseguenze della presenza di herpes labiale nel bambino in via di sviluppo

Quando c’è un’epidemia ricorrente di herpes labiale (cioè l’infezione non viene acquisita per la prima volta durante la gravidanza) è probabile che non ci sarà alcun impatto sulla crescita del bambino. In generale, trattandosi di un’infezione localizzata, il virus non attraversa la placenta e non raggiunge il bambino.

Al contrario, quando il virus viene contratto per la prima volta durante la gravidanza, la situazione è francamente diversa. Il corpo della madre non ha ancora generato anticorpi contro questo agente infettivo e quindi è possibile infettare il feto.

L’herpes acquisito alla nascita (o congenito) è una malattia potenzialmente grave e il rischio di contrarre è maggiore quando la madre acquisisce il virus nel terzo trimestre di gravidanza. Soprattutto la variante genitale, perché al momento del parto il bambino può essere infettato dal contatto diretto con la mucosa infetta.

Prevenzione e trattamento dell’herpes labiale durante la gravidanza

L’opzione di trattamento più comune per l’herpes labiale è una pomata per uso topico, composta da un farmaco antivirale. In generale, l’herpes labiale è più un fastidio per la donna incinta che un rischio per il bambino in via di sviluppo.

Se l’herpes labiale si manifesta nel terzo trimestre di gravidanza, o se il virus viene contratto per la prima volta durante questo periodo, il medico dovrà prescrivere alcuni trattamenti. Può anche indicare il parto cesareo.

La donna incinta che ha acquisito il virus nell’ultima fase della gravidanza può prevenire la trasmissione e il contagio al suo bambino attraverso le seguenti misure:

  • Garantire un corretto lavaggio delle mani, come una delle misure igieniche più importanti.
  • Effettuare controlli sierologici mensili o quindicinali.
  • Dopo la consegna, prendi estrema cura e misure igieniche.
Herpes labiale.

Il taglio cesareo è consigliato per l’herpes?

L’indicazione del medico per effettuare questo tipo di parto dipenderà dal momento esatto in cui si è verificata l’infezione.

  • Se la madre ha contratto l’HSV prima della gravidanza o prima del terzo trimestre e non ha sintomi, può partorire naturalmente. Questo perché si presume che tu abbia avuto abbastanza tempo per sviluppare anticorpi e trasmetterli al bambino.
  • Al contrario, se la donna incinta presenta i sintomi per la prima volta nella fase prossima al parto, dovrebbe essere eseguito un taglio cesareo.

L’importanza di riconoscere i sintomi durante la gravidanza

In conclusione, è abbastanza comune che le donne soffrano di herpes labiale durante la gravidanza, anche se non ce l’hanno da molto tempo.

Pertanto, è importante conoscere e conoscere il comportamento di questo virus e il suo metodo di trasmissione, per evitare infezioni accidentali che possono colpire il bambino.

Potrebbe interessarti ...
Herpes nei bambini: manifestazione e trattamento naturale
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Herpes nei bambini: manifestazione e trattamento naturale

L'herpes di solito compare per la prima volta nei bambini. In generale è fastidioso e doloroso, ma con una corretta gestione migliora.