Si può mangiare il paté durante la gravidanza?

Durante la gravidanza si raccomanda di evitare l'assunzione di paté di origine animale e vegetale, soprattutto per il loro rischio microbiologico.
Si può mangiare il paté durante la gravidanza?

Ultimo aggiornamento: 26 agosto, 2022

Durante la gravidanza è necessario adottare alcune precauzioni a livello dietetico, per evitare di mettere a rischio lo sviluppo del feto. Un errore nutrizionale potrebbe causare un aborto spontaneo o la genesi di alcune alterazioni neurologiche o metaboliche nel futuro bambino. Pertanto, è comune per molte donne avere numerosi dubbi, ad esempio se si possa mangiare il paté durante la gravidanza. In effetti, ci sono cibi che devono essere esclusi dalla dieta della donna incinta e oggi ti diremo se è consigliabile o meno mangiare i paté in questa fase.

Prima di tutto bisogna tenere presente che non tutti i paté hanno la stessa qualità. Mentre quelli a base di pesce contengono solitamente acidi grassi omega 3, quelli più tradizionali contengono additivi di dubbia sicurezza tra i loro ingredienti. Scoprite di più su questi prodotti nel seguente articolo.

Paté e i suoi pericoli in gravidanza

Il paté è una pasta commestibile e spalmabile a base di fegato, carne macinata e grasso. Viene generalmente preparato con pollame o carne di maiale. Questi possono essere mescolati con altri ingredienti come latte, farina o condimenti per ottenere il giusto sapore e consistenza.

Il modo in cui viene presentato è solitamente coerente ed è ideale da spalmare su pane, toast o cracker. Il più comune è mangiarlo così per uno spuntino o un antipasto, anche se può essere inserito anche in alcune ricette.

Data la natura dei suoi ingredienti, il paté fornisce alcuni nutrienti interessanti come proteine, vitamina D e del gruppo B, ferro e altri minerali. Tuttavia, è considerato un alimento di consumo molto sporadico.

Inoltre non è esente da rischi alimentari come la presenza di agenti patogeni. Ad esempio, potrebbe contenere Listeria monocytogenes, un batterio che si trova nel suolo e nell’acqua contaminati e che potremmo ingerire attraverso carne, latte crudo e verdure non lavate.

Un’infezione da listeria può causare sintomi lievi come vomito, mal di stomaco, vertigini, mal di testa, febbre o brividi. Chiunque può contrarre la malattia, ma è più comune nelle donne in gravidanza e nelle persone con un sistema immunitario debole.

Se colpisce una donna incinta, le conseguenze per il bambino possono essere più gravi: infezioni alla nascita, morte nel grembo materno o aumento del rischio di aborto spontaneo.

Evitate di mangiare paté durante la gravidanza

Alternative salutari per ottimi spuntini.

Durante il periodo di gestazione, tutti i prodotti animali crudi dovrebbero essere evitati, a causa del rischio microbiologico. Si tratta di carne, pesce e uova. Tutti devono essere cotti correttamente per garantire che i batteri che li colonizzano siano completamente distrutti.

Nel caso del paté, è meglio evitarlo durante l’intera gravidanza. Per la sua composizione a base di carne e fegato, è un prodotto a rischio di contenere microrganismi come la listeria.

Questa raccomandazione si estende anche ai paté di verdure. Questi sono proliferati negli ultimi anni come opzioni più sane. Tuttavia, essere preparato con verdure crude potrebbe anche comportare il rischio di un’infezione alimentare.

Altri rischi associati al paté in gravidanza

All’interno della gamma di prodotti noti come paté, quelli a base di fegato dovrebbero essere evidenziati in particolare perché sono un po’ più pericolosi durante la gravidanza.

Questo perché questo organo è incaricato di filtrare tutte le sostanze di scarto dal corpo dell’animale. Pertanto, può presentare tracce di antibiotici, ormoni o pesticidi, dannosi per la salute di qualsiasi persona. Soprattutto per la futura mamma e il suo bambino.

D’altra parte, il fegato è una fonte di retinolo (vitamina a) che contiene in quantità elevate. Sebbene sia un micronutriente essenziale nella dieta, il suo consumo eccessivo può essere pericoloso durante la gravidanza. È stato collegato all’ipervitaminosi materna e all’aumento del rischio di malformazioni fetali.

Inoltre, è un prodotto che contiene elevate quantità di grassi saturi, il cui apporto dovrebbe essere moderato in qualsiasi fase della vita. Possono anche contenere additivi alimentari di bassa qualità come i nitriti.

la donna incinta dubita di mangiare la porta del frigorifero frutta verdura banana mela arancione sedia tavolo

Principali restrizioni alimentari in gravidanza

Il cibo e la dieta svolgono un ruolo molto importante durante la gravidanza. Da un lato, forniscono i nutrienti e l’energia necessari per la salute della madre e lo sviluppo fetale. Ma non solo ha un ruolo positivo in quanto ha anche pericoli associati.

Oltre ai prodotti non raccomandati o ai nutrienti che potrebbero essere dannosi, uno dei rischi più importanti è l’intossicazione alimentare. Per questo motivo, è opportuno tenere conto di alcune delle seguenti raccomandazioni:

  • Non consumare prodotti a base di carne cruda, pesce e uova come sushi, sashimi, carpaccio o maionese.
  • Evitare salsicce di carne cruda o stagionata e latticini a base di latte non pastorizzato.
  • Cuocere molto bene carne, pesce e uova. Fare attenzione ai pezzi grandi, in modo che non diventino crudi all’interno.
  • Lavare accuratamente le verdure e la frutta che andranno consumate crude.
  • Conservare carne e pesce crudi in condizioni di conservazione adeguate, ben confezionati e separati dagli altri alimenti. È inoltre essenziale prendere in considerazione e rispettare le misure igieniche nella cottura e nella manipolazione degli alimenti.

Evitare di mangiare paté durante la gravidanza

In conclusione, è importante evitare il consumo di paté durante la gravidanza per tutti i rischi che abbiamo citato. Inoltre a livello nutrizionale potrebbe essere dannoso anche per il feto, poiché possiede quantità piuttosto elevate di vitamina A.

Infine, tenete presente che i cibi animali crudi o poco cotti non devono essere consumati durante la gravidanza. Sebbene sia vero che sono ammessi insaccati sottoposti a processi termici, non è consigliabile inserirli regolarmente nella linea guida. È meglio limitare il più possibile questi e altri prodotti industrializzati, per evitare di ingerire gli additivi in essi presenti.

Potrebbe interessarti ...
Si può mangiare pancetta o bacon in gravidanza?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Si può mangiare pancetta o bacon in gravidanza?

Mangiare pancetta e bacon dovrebbe essere limitato in gravidanza per salvaguardare il feto, in quanto sono alimenti di scarsa qualità.



  • Bastos Maia S, Rolland SouzaA. S, et al. Vitamin A and pregnancy: a narrative review. Nutrients. Marzo 2019. 11 (3): 681.
  • Karwowska, M., & Kononiuk, A. (2020). Nitrates/Nitrites in Food-Risk for Nitrosative Stress and Benefits. Antioxidants (Basel, Switzerland)9(3), 241. Disponible en: https://doi.org/10.3390/antiox9030241
  • Madjunkov, M., Chaudhry, S., & Ito, S. (2017). Listeriosis during pregnancy. Archives of gynecology and obstetrics296(2), 143–152. Disponible en: https://doi.org/10.1007/s00404-017-4401-1
  • Mayo Clinic. Infección por listeria. Febrero 2022.
  • Medline Plus. Infecciones por listeria. Biblioteca Nacional de Medicina de Estados Unidos.
  • National England Health Service. Foods to avoid in pregnancy. Abril 2020.