Il seno fa male durante l'ovulazione: perché?

Il corpo della donna manifesta alcuni sintomi durante il periodo mestruale, compreso il dolore al seno. Sapete perché succede? Ve ne parleremo di seguito.
Il seno fa male durante l'ovulazione: perché?
Nelton Ramos

Revisionato e approvato da il dottore Nelton Ramos.

Scritto da Naí Botello

Ultimo aggiornamento: 04 gennaio, 2023

Una delle domande che tutte le donne si sono poste ad un certo punto della loro vita è: perché il seno fa male durante l’ovulazione? Sebbene comprendano che parte della loro natura femminile dipende da cambiamenti ormonali ciclici, potrebbero non essere specificamente consapevoli degli effetti degli ormoni sul corpo.

Per rispondere ad questa e ad altre domande, in questo articolo esporremo tutte le informazioni di base sull’ovulazione e sui suoi cicli ormonali. Inoltre, esamineremo il grado in cui le sue alterazioni si manifestano nel corpo e, in particolare, nel seno della donna.

L’ovulazione come processo naturale, una delle chiavi per capire perché il seno fa male durante l’ovulazione

Innanzitutto è opportuno spiegare brevemente cos’è l’ovulazione. È un processo naturale che si sviluppa come parte del ciclo mestruale femminile; in esso, un follicolo ovarico si rompe e rilascia un ovocita nel sistema riproduttivo femminile, in modo che possa essere fecondato da uno spermatozoo.

All’interno di questo ciclo mestruale si verificano tre fasi:

  • Nella prima vengono rilasciate grandi quantità di estrogeni per il rilascio dell’ovocita.
  • Nella seconda fase vengono aumentate le quantità di progesterone per preparare l’endometrio all’impianto.
  • Infine, si verifica il sanguinamento mestruale, se non c’è stata fecondazione, o il processo di gravidanza.

Quindi, diventa chiaro che sia gli estrogeni che il progesterone sono gli ormoni responsabili del processo di ovulazione. Entrambi colpiscono con le loro variazioni varie parti del corpo, come i seni e i capezzoli.

Inoltre causano dolore al bacino, secrezioni vaginali, sbalzi d’umore o aumento della libido e un aumento della temperatura di 1 o 2 gradi.

Il reggiseno deve adattarsi alle esigenze di ogni donna.

Naturalmente questi sintomi non sono percepibili allo stesso modo da tutte le donne. In alcune si manifestano in modo più intesono e portano a una sofferenza maggiore soffrono; Tuttavia, salvo casi particolari, i disagi che si verificano a causa dell’alterazione del ciclo mestruale non interrompono lo svolgimento quotidiano della vita della donna.

Come spiegato, il processo di ovulazione e i cambiamenti ormonali funzionano da un periodo o ciclo ripetitivo. Lo stesso accade con i seni femminili, poiché cercano di assolvere a una funzione legata alla riproduzione.

Per questo il dolore che le donne provano e la sua successiva scomparsa, sintomo noto come mastalgia, non è altro che la loro preparazione ad affrontare una possibile gravidanza.

Sia gli estrogeni che il progesterone sono gli ormoni responsabili del processo di ovulazione. Entrambi colpiscono con le loro variazioni varie parti del corpo, come i seni e i capezzoli.

Dott.ssa Inés Bombí

Il progesterone e la moltiplicazione delle cellule mammarie

I seni di una donna sono costituiti da cellule mammarie —alveoli—, dotti, tessuto connettivo e tessuto adiposo. La sua funzione è quella di produrre il latte, che verrà poi scolato. Perché ciò avvenga, come per il ciclo di ovulazione, intervengono gli ormoni.

Come abbiamo esaminato in precedenza, l’ovulazione è innescata da un aumento di estrogeni. Quando ciò accade, i recettori del progesterone iniziano a moltiplicarsi nel torace.

La mastite non implica l'obbligo di interrompere l'allattamento al seno.

Successivamente, nel momento in cui passa la seconda fase del ciclo mestruale e i livelli di progesterone aumentano ancora di più, le cellule e le ghiandole mammarie iniziano ad espandersi, secondo varie ricerche. Il motivo è che il corpo si prepara in anticipo per una possibile gravidanza.

È importante sottolineare che il dolore al seno coincide con gli ultimi giorni della seconda fase legata al massimo rilascio di progesterone. Quindi, entro 28 giorni dal ciclo, la presenza del disagio diventa evidente il giorno 21 o, nel caso di donne con cicli lunghi, tra 5 e 10 giorni prima delle mestruazioni.

Perché il seno fa male durante l’ovulazione?

Normalmente, secondo il seguente articolo pubblicato dalla National Library of Medicine, il dolore al seno di solito risponde a sintomi ciclici. Ecco perché di solito indica alcune cause come:

  • Menopausa (a meno che la donna non stia assumendo una terapia ormonale).
  • Mestruazioni e sindrome premestruale (PMS).
  • Metodi contraccettivi ormonali.
  • Gravidanza: la sensibilità tende ad essere più comune durante il primo trimestre.
  • Pubertà sia nei ragazzi che nelle ragazze.
  • Trattamenti per la fertilità.

Tuttavia, ci sono momenti in cui il dolore toracico dopo il ciclo può essere dovuto ad altri motivi, come:

  • Trauma al petto.
  • Un reggiseno di taglia inappropriata.
  • Mastite.
  • Cambiamenti fibrocistici del seno.
  • Distorsioni alla schiena, alla spalla o al collo.

Differenze tra dolore al seno come segno di gravidanza e dolore al seno dell’ovulazione

Dopo quanto detto, è chiaro che il dolore al seno durante l’ovulazione è il risultato dell’aumento del progesterone durante la fase finale del ciclo. Questo, a sua volta, svolge la funzione di espandere le cellule e le ghiandole mammarie in modo che la madre possa allattare.

Quando viene raggiunta la terza fase e se non c’è stata fecondazione, si verificano le mestruazioni. Pertanto, il dolore scompare in pochi giorni perché le ghiandole recuperano il loro stato naturale.

Tuttavia, se state davvero portando un bambino, molto probabilmente il dolore al petto rimarrà per almeno i primi tre mesi di gravidanza; È anche possibile che si estenda più marcatamente verso il capezzolo. Inoltre, le dimensioni del seno aumenteranno notevolmente.

Come sapere se il dolore al seno è ciclico?

In tutto l’articolo abbiamo menzionato che una delle caratteristiche principali del dolore al seno durante l’ovulazione è che è ciclico. Sebbene possa essere difficile identificare questo tipo di dolore, ci sono alcune caratteristiche che possono aiutare, tra le quali spiccano le seguenti:

  • Dolore che inizia 10 giorni prima delle mestruazioni.
  • Scompare con l’inizio del sanguinamento mestruale.
  • Dolore acuto e lancinante in tutto il seno.
  • Seni doloranti, pesanti e sensibili.
  • Seni che si sentono gonfi o grumosi nei giorni che precedono il ciclo.

Quando contattare il medico?

Contatta lo specialista se senti dolore al seno e capisci che potrebbe essere non ciclico. In particolare, nei seguenti casi:

  • C’è una secrezione sanguinolenta o chiara dai capezzoli.
  • Avete partorito nell’ultima settimana e il seno è gonfio o duro.
  • Avete notato un nuovo nodulo che non va via dopo il ciclo.
  • Percepite un dolore al seno persistente e inspiegabile.
  • Presentate segni di un’infezione al seno, inclusi arrossamento, pus o febbre.

Come alleviare il dolore al seno?

Come potete vedere, il seno fa male durante l’ovulazione a causa di molteplici cambiamenti ormonali, soprattutto a causa dell’aumento del progesterone. In questo senso, non esistono misure efficaci al 100% che facciano scomparire il dolore al di là dell’attesa che gli ormoni si regolino.

Tuttavia, ci sono alcune misure che consentono di alleviare il dolore e che non interferiscono con lo svolgimento delle attività quotidiane. Tra le misure che aiutano a ridurre la mastalgia, spiccano le seguenti:

  • Indossate reggiseni della taglia corretta.
  • Mettete impacchi caldi o freddi sul seno.
  • Massaggiate delicatamente il seno quando sentite dolore.
  • Assumete medicinali da banco come l’ibuprofene.
  • Riducete l’assunzione di grassi.
  • Praticate tecniche di rilassamento.
  • Riducete l’assunzione di bevande stimolanti come il caffè.

Rimedi naturali per il dolore al petto

Come regola generale, i rimedi naturali per qualsiasi condizione hanno poche prove scientifiche e la loro efficacia può essere piuttosto aneddotica. Sono generalmente sicuri e non rappresentano un rischio, ma è consigliabile informarsi bene e consultare un medico in caso di dubbio. Riassumiamo alcune delle terapie più utilizzate per il dolore toracico:

  • Trigger salice ( Vitex agnus-castus ) e semi di lino ( Semi di lino ). Uno studio clinico effettuato nel 2016 ha dimostrato l’efficacia degli integratori di queste sostanze per il trattamento a breve termine della mastalgia ciclica. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi al riguardo.
  • Enotera e vitamina E. Un altro studio ha rivelato la possibile efficacia delle capsule di entrambi i componenti (separatamente) nel trattamento del dolore al seno associato alle mestruazioni. È stato anche confrontato con i semi di lino, ottenendo in quest’ultimo caso risultati positivi più marcati.
  • Estratto di camomilla ( Matricaria chamomilla ).

L’importanza di sapere perché il seno fa male durante l’ovulazione

Tutti questi sintomi durante il ciclo riproduttivo possono aiutare non solo a riconoscere se il corpo di una donna funziona bene, ma servono anche come indicatori per le coppie che vogliono rimanere incinte e utilizzare metodi contraccettivi alternativi.

D’altra parte, assicurati di consultare il tuo medico se avverti sintomi alternativi che non sono correlati al ciclo mestruale. È importante rivolgersi allo specialista in questi casi per risolvere qualsiasi tipo di dubbio e prevenire in anticipo.

Potrebbe interessarti ...
Come rilevare l’ovulazione con il muco cervicale
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Come rilevare l’ovulazione con il muco cervicale

Il test del muco cervicale può dirci se siamo nel periodo dell'ovulazione oppure no, e quindi aiutarci a rimanere incinte.



  • Agostini, G. (2002). Síndrome premenstrual. Medwave, 2(10). doi:10.5867/medwave.2002.10.755.
  • Dolor de mamas. (s. f.). Recuperado 17 de diciembre de 2021, de Medlineplus.gov website: https://medlineplus.gov/spanish/ency/article/003152.htm.
  • Esteban, F. (2014). Síndrome premenstrual: síntomas, causas y tratamiento – Unidad de la mujer.
  • Hilton HN, Clarke CL, Graham JD. Estrogen and progesterone signalling in the normal breast and its implications for cancer development. Mol Cell Endocrinol. 2018 May 5;466:2-14.
  • Saghafi N, Rhkhshandeh H, Pourmoghadam N, Pourali L et al. Effectiveness of Matricaria chamomilla (chamomile) extract on pain control of cyclic mastalgia: a double-blind randomised controlled trial. J Obstet Gynaecol. 2018 Jan;38(1):81-84.
  • Mirghafourvand M, Mohammad-Alizadeh-Charandabi S, Ahmadpour P, Javadzadeh Y. Effects of Vitex agnus and Flaxseed on cyclic mastalgia: A randomized controlled trial. Complement Ther Med. 2016 Feb;24:90-5. doi: 10.1016/j.ctim.2015.12.009. Epub 2015 Dec 29. PMID: 26860808.
  • Jaafarnejad F, Adibmoghaddam E, Emami SA, Saki A. Compare the effect of flaxseed, evening primrose oil and Vitamin E on duration of periodic breast pain. J Educ Health Promot. 2017 Oct 4;6:85. doi: 10.4103/jehp.jehp_83_16. PMID: 29114553; PMCID: PMC5651668.
  • Saghafi N, Rhkhshandeh H, Pourmoghadam N, Pourali L, Ghazanfarpour M, Behrooznia A, Vafisani F. Effectiveness of Matricaria chamomilla (chamomile) extract on pain control of cyclic mastalgia: a double-blind randomised controlled trial. J Obstet Gynaecol. 2018 Jan;38(1):81-84. doi: 10.1080/01443615.2017.1322045. Epub 2017 Oct 26. PMID: 29072514.

Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.