Come avvicinare i bambini alla lettura

15 marzo, 2020
Iniziare i bambini alla lettura è un impegno che richiede tempo. L'obiettivo principale è farli appassionare ai libri e aiutarli così a sviluppare curiosità, immaginazione e capacità di immedesimazione.

Già da subito, praticamente a partire dal primo anno di vita, i più piccoli possono approcciarsi al mondo dei libri. Avvicinare i bambini alla lettura è un compito che richiede dedizione e impegno da parte degli adulti. Instaurare un buon rapporto con i libri precocemente farà nascere in loro un piacere che sicuramente manterranno per tutta la vita.

La lettura è un processo graduale a cui concorrono molti fattori individuali del bambino e di chi fa parte del suo ambiente. Tuttavia, esistono piccole strategie o trucchi per invogliarlo a prendere in mano un libro. Stimolarne l’attenzione è il modo migliore.

Trucchi per avvicinare i bambini alla lettura

Scegliere libri semplici, adatti all’età e al gusto personale

Sembra ovvio, vero? In molte occasioni però ce ne dimentichiamo. È fondamentale saper scegliere i libri, che devono essere adeguati all’età e al carattere del bambino.

Se il bambino è piccolo, uno, due o tre anni, dovrete cercare un formato piacevole da maneggiare, con molte illustrazioni e testi semplici e corti. Se si tratta di un bebè, la musicalità delle parole, le rime o i libri sonori sono i fattori che più cattureranno la sua attenzione.

Avvicinare i bambini ai libri, madre e figlio leggono nel letto

Attività complementari alla lettura

La manipolazione è una delle attività preferite dai bambini. Utilizziamola, quindi, per stimolarli dopo la lettura. Disegnare i personaggi del libro, creare pupazzi da animare sono solo alcune idee. In questo modo la loro attenzione si centrerà meglio sulla storia e capteranno più dettagli.

Altri consigli per avvicinare i bambini alla lettura

Mostrate entusiasmo verso i libri

Come abbiamo detto in altre occasioni, con i bambini occorre mostrare un atteggiamento positivo ed entusiasta. Solo in questo modo percepiranno nella lettura un’attività piacevole.

È importante, quindi, che il tempo quotidiano o settimanale che dedicate al libro sia davvero coinvolgente. Non possiamo, infatti, forzare il bambino a fare qualcosa che annoia noi stessi.

Sempre parlando di non forzare, occorre tenere conto che ci saranno giorni in cui vostro figlio sarà più recettivo e aperto, altri in cui proprio non vorrà leggere. Non è il caso di obbligarlo: non è così che acquisterà gusto per i libri.

Padre e figlia leggono sdraiati a terra

Parlare del libro per avvicinare i bambini alla lettura

Uno degli aspetti essenziali, quando si desidera avvicinare i bambini alla lettura, è capirne i gusti. Questo lo otteniamo attraverso discussioni sulle storie contenute nel libro. Oltre a conoscere le preferenze del bambino, parlare aiuta mamma e papà ad affrontare temi complessi, difficili da spiegare ai più piccoli senza l’aiuto di un libro.

Le illustrazioni sono una parte essenziale nei libri per l’infanzia. Già da sole possono creare una storia senza bisogno di testo. Ogni disegno contenuto nelle pagine trasmette emozioni e sentimenti ed è un importante spunto di conversazione con il bambino.

Il libro illustrato, inoltre, stimola la capacità espressiva dei più piccoli, così importante nel loro percorso personale e scolastico.

Rendete la lettura un momento speciale

L’obiettivo principale è fare in modo che con il tempo, sia il bambino stesso a voler l’aprire un libro. Questo si può motivare con piccole azioni.

Fare la tessera della biblioteca, segnare su un piccolo album tutti i libri che il bambino legge, regalargli un libro personalizzato sono alcuni dei modi che renderanno la lettura un momento speciale e divertente.