Infortuni sportivi nei bambini: tipologie e come affrontarli

Gli infortuni sportivi nei bambini rappresentano un evento piuttosto frequente. Spesso si verificano perché vengono trascurati alcuni elementi fondamentali per evitarli, come l'uso delle calzature sportive adeguate, un terreno di gioco in condizioni ottimali e l'impiego di protezioni.
Infortuni sportivi nei bambini: tipologie e come affrontarli

Ultimo aggiornamento: 07 giugno, 2021

Quando i bambini praticano uno sport, è del tutto normale che si verifichi un qualche infortunio, in particolar modo se lo praticano con una certa frequenza. Gli infortuni sportivi nei bambini sono diversi rispetto a quelli che colpiscono gli adulti, perché l’apparato locomotore dei piccoli presenta alcune caratteristiche peculiari, che comportano lesioni acute e subacute.

Tipi di infortuni sportivi nei bambini

Quando in casa è presente un bambino che pratica sport in maniera regolare, è fondamentale sapere quali tipi di lesioni possono presentarsi. Tra le più frequenti possiamo trovare le seguenti:

Lesioni acute

Tra le lesioni acute più comuni, troviamo le fratture e le lesioni traumatiche delle parti molli, che sono direttamente associate a qualunque genere di contusione che il piccolo possa ricevere durante il gioco. Secondo la Revista Médica Clínica Las Condes, quelle che seguono sono alcune delle lesioni acute più frequenti:

la pallacanestro è il secondo sport che presenta la maggior incidenza di infortuni sportivi nei bambini

  • Strappo dell’epitroclea.
  • Frattura del piatto tibiale.
  • Frattura da avulsione del bacino.
  • Avulsione della tuberosità anteriore della tibia.
  • Avulsione del polo inferiore della rotula.

Lesioni per overuse

Nota anche come lesione da sovraccarico, questo genere di patologia si riferisce ai carichi submassimali ripetitivi, che, se non vengono trattati in tempo, possono arrivare a danneggiare lo scheletro del bambino. Questo tipo di lesione presenta diverse possibili cause, tra le quali troviamo le seguenti:

  • Errori commessi durante l’allenamento.
  • Calzature inadeguate.
  • Alterazioni ortopediche preesistenti.
  • Terreno di gioco inadeguato.
  • Squilibrio muscolo-tendineo.

Studi sugli infortuni sportivi nei bambini

Alcuni sport possono presentare una propensione maggiore a provocare un qualche tipo di infortunio nei bambini. Sapere quali sono gli sport soggetti a un rischio maggiore di infortunio è fondamentale per fare in modo che i genitori possano stare all’erta.

Secondo una ricerca condotta dalla Revista Internacional de Medicina y Ciencias de la Actividad Física y del Deporte, tra gli sport nei quali i bambini maggiormente esposti al rischio di infortunio troviamo i seguenti:

Calcio

È uno degli sport più praticato dai bambini di tutto il mondo. Dal momento che si tratta di uno sport a contatto diretto, è maggiormente probabile che possa dare luogo a diversi tipi di lesione, soprattutto alle gambe e ai piedi. Inoltre, possono verificarsi infortuni anche a causa delle cattive condizioni del terreno di gioco, del tipo di calzature sportive indossate o di uno scarso controllo della palla.

Secondo i dati raccolti per l’indagine, questo sport è al primo posto nell’elenco degli incidenti scolastici, con un’incidenza del 41%. Le statistiche sportive, inoltre, definiscono il calcio come una delle attività che generano più infortuni sportivi nei bambini durante la fase scolastica.

Pallacanestro

La pallacanestro è uno sport particolarmente diffuso nell’infanzia. Anche l’incidenza degli infortuni è alta, a causa delle condizioni del terreno di gioco e dei movimenti che devono essere eseguiti nella pratica di questo sport. In questo caso, gli infortuni più comuni che possono verificarsi consistono in distorsione della caviglia, sovraccarico, lesioni alle articolazioni interfalangee e metacarpo-falangee.

anche la pallavolo può provocare numerosi infortuni sportivi nei bambini

La pallacanestro si colloca al secondo posto tra gli sport che generano il maggior numero di infortuni, con un’incidenza, secondo l’indagine, del 15%.

Altri sport

Nel caso della pallavolo, se la palla utilizzata non è quella adeguata, possono presentarsi degli infortuni agli avambracci. Anche la pratica della ginnastica e del judo non è esente da lesioni, per quanto siano meno frequenti. Tra le percentuali fornite dall’indagine, scopriamo che la ginnastica occupa il terzo posto con un 15% di incidenza, mentre quella degli altri sport si aggira intorno al 9%.

Come prevenire gli infortuni sportivi nei bambini

Spesso può risultare difficile evitare che si verifichino infortuni durante la pratica di un qualche sport, a causa del fatto che molti prevedono il contatto diretto e richiedono un gran numero di movimenti. Ciononostante, alcuni infortuni possono verificarsi per altre ragioni, che, grazie all’adozione di alcune misure preventive, possiamo evitare. Ecco quali sono le altre possibili cause:

  • Uso inadeguato delle attrezzature. In ogni sport bisogna fare uso di palle adatte, un terreno di gioco in perfette condizioni e alcuni dispositivi di protezione individuale.
  • Allenamento inadeguato.
  • Utilizzo delle calzature sportive scorrette. È necessario rispettare le taglie e altri aspetti, in base a quanto richiesto dalle condizioni del terreno di gioco.
  • Si raccomanda che il piccolo frequenti una scuola sportiva per imparare la tecnica e il gioco di squadra.
  • Se il bambino subisce un infortunio, deve recuperarsi completamente, prima di tornare a praticare sport.

È inevitabile che i bambini pratichino un qualche sport, che infatti, in generale, offre loro un gran numero di benefici. Ciò che conta è che i genitori siano prudenti e adottino le misure necessarie per ridurre i rischi dei bambini di subire un qualche tipo di infortunio.

Potrebbe interessarti ...
Benefici psicologici dello sport nei bambini
Siamo MammeLeggilo in Siamo Mamme
Benefici psicologici dello sport nei bambini

I benefici psicologici dello sport nei bambini stimoleranno questi ultimi a sviluppare una serie di capacità e abilità vantaggiose per la loro crescita.



  • Pérez Turpin, J. A., Cortell Tormo, J. M., Suárez Llorca, C., Andreu Cabrera, E., Chinchilla Mira, J. J., & Cejuela Anta, R. (2008). La salud en la competición deportiva escolar.
  • Guzmán, P. H. (2012). Lesiones deportivas en niños y adolescentes. Revista Médica Clínica Las Condes23(3), 267-273.
  • Fernández Fairén, M., & Busto Villarreal, J. M. (2009). Prevención de lesiones deportivas. Ortho-tips5(1), 93-105.