La congestione nasale nei bambini

· 15 giugno 2018

Sapete che cos’è esattamente la congestione nasale? Nelle prossime righe, vi raccontiamo in che modo colpisce i bambini e vi diamo alcuni consigli che vi aiuteranno ad arrestarla.

La congestione nasale nei bambini è un fatto molto comune, perché i piccoli sono le persone più indifese contro gli attacchi sferrati da influenza o catarro. Un naso tappato è il sintomo di un’infezione virale molto comune, come può essere una nasofaringite o un raffreddore. Se il problema persiste, è possibile che sia dovuto a un’allergia.

Nel corso di un raffreddore dovuto a un’infezione virale, l’ostruzione nasale, solitamente, inizia con la congestione, seguita dalla comparsa di secrezioni liquide di colore chiaro che possono poi addensarsi.

Maggiore è la forza dell’infezione, maggiormente giallastre possono diventare queste secrezioni, che, a volte, possono anche apparire verdastre. Il loro colore non è indice della gravità dell’infezione. Nel caso in cui le secrezioni del piccolo siano più grandi, si raccomanda di recarsi da un medico.

Quali sono le cause della congestione nasale nei bambini?

L’ostruzione del naso è un fatto comune nel bambino, soprattutto perché non sa ancora come espellere le secrezioni soffiandosi il naso da solo. Generalmente di lieve entità, l’ostruzione può diventare preoccupante se persiste per diversi giorni. Può essere causata da:

1. Cattiva igiene del naso

La cattiva igiene del naso costituisce, spesso, la causa dell’ostruzione. Il piccolo respira esclusivamente attraverso il naso; di conseguenza, un lavaggio accurato è fondamentale per eliminare tutte le impurità che non possono fuoriuscire da sole.

Questa azione quotidiana contribuisce a diminuire il rischio di contrarre malattie infettive, come i raffreddori e la rinite allergica. Inoltre, limita l’esposizione dei bambini piccoli alle minacce di sovrainfezione.

La congestione nasale nei bambini può essere l'inizio di un raffreddore

2. Infezione virale

I raffreddori sono molto comuni nei bambini. Anche se non rappresentano un pericolo, causano un’ostruzione nasale che provoca un disturbo respiratorio importante.

3. Una patologia malformativa

Esistono patologie che possono causare l’ostruzione del dotto nasale. Può essere unilaterale (il neonato riesce a respirare solo dal lato che non è bloccato) o bilaterale (l’ostruzione è completa).

I piccoli sono le persone più indifese contro gli attacchi sferrati da influenza o catarro.

Quali sono i sintomi della congestione nasale nei bambini?

Quando è persistente, la congestione nasale costituisce motivo di preoccupazione per i genitori. È spesso causa di visite dal pediatra, dal medico o dall’otorinolaringoiatra, allo scopo di garantire la buona salute del bambino.

La singolare anatomia della laringe infantile la rende particolarmente sensibile alla difficoltà respiratoria. Di conseguenza, è necessario fare molta attenzione. I seguenti segnali sono sintomi di un’ostruzione nasale e richiedono una visita medica:

  • Difficoltà nel mangiare.
  • Perdita di peso.
  • Abbassamento della qualità del sonno.
  • Respirazione che provoca russamento.
  • Secchezza orale.
  • Pianto frequente.

Consigli pratici per combatterla

Di seguito, mettiamo a vostra disposizione i seguenti suggerimenti che vi aiuteranno a combattere la congestione nasale nei bambini.

Umidificare l’ambiente

L’aria secca può aggravare la congestione. La maniera più semplice di umidificare l’ambiente consiste nell’utilizzare un vaporizzatore o un umidificatore. Entrambi i dispositivi sono progettati per aggiungere umidità all’aria.

Gli aerosol fanno bollire l’acqua per liberare vapore, mentre gli umidificatori producono vapore freddo.

Umidificare il suo naso con soluzioni saline

Le soluzioni saline sono la prima scelta per alleviare in modo naturale la congestione nasale e incoraggiare la fuoriuscita delle secrezioni. Si possono trovare sotto forma di aerosol, gocce, nebulizzatori e ampolle monodose.

La congestione nasale nei bambini è, di solito, solo un disturbo

Prevenire la disidratazione

Una buona idratazione evita le secrezioni e agevola la loro espulsione. Dovete dare a vostro figlio molta acqua e altri liquidi come succhi di frutta, latte o minestre durante tutta la giornata, per mantenerlo ben idratato.

Tenete sollevata la testa del bambino mentre dorme

Infine, vi suggeriamo di fare in modo che il bambino tenga la testa sollevata a un’altezza superiore a quella del resto del corpo. Questa postura potrà rendergli più facile respirare mentre dorme, quando è affetto da congestione nasale.

Per bambini e bebè, potete collocare un piccolo asciugamano sotto la loro testa. Anche il letto del bambino può essere inclinato in modo che la sua testa rimanga in alto per agevolargli la respirazione. Quando i bambini sono coricati, la congestione nasale si intensifica e la respirazione diventa più difficile.

In definitiva, la congestione nasale nei bambini è, di solito, solo un disturbo. Ciononostante, in qualche occasione può provocare delle difficoltà all’udito e allo sviluppo della parola. Vi raccomandiamo di seguire i consigli che sono stati esposti in questo articolo, in modo da porre fine in maniera completa al raffreddore del piccolo ed evitare future complicazioni.