Dermatite da contatto nei bambini: curatela con alcuni pratici consigli

La dermatite da contatto è una condizione della pelle più comune di quanto si creda. Sebbene non sia grave, è necessario sapere come evitare e trattare il problema.
Dermatite da contatto nei bambini: curatela con alcuni pratici consigli

Ultimo aggiornamento: 01 luglio, 2022

La dermatite da contatto è una malattia comune, ma molto spesso non viene diagnosticata. È una reazione esagerata della pelle allo stimolo provocato da determinate sostanze quando queste vengono a contatto con la pelle.

Sebbene eliminare il fattore scatenante sia la strategia principale per evitarlo, esistono altre raccomandazioni per gestire al meglio questa condizione. Vi interessa conoscerle? Nello spazio che segue vi diciamo tutto al riguardo.

Cos’è la dermatite da contatto?

Come abbiamo anticipato, questo tipo di dermatite parte dal contatto della pelle con determinate sostanze chimiche o prodotti naturali a cui è sensibile. Il più delle volte queste reazioni non sono gravi, ma possono essere scomode e spiacevoli a causa dell’intenso prurito che provocano.

I sintomi e i segni della dermatite da contatto dipendono dalla causa e dalla sensibilità del bambino a quella sostanza. Secondo una pubblicazione dell’American Academy of Dermatology Association, le manifestazioni principali sono le seguenti:

  • Arrossamento della pelle (eritema).
  • Pelle secca o squamosa.
  • Prurito intenso.
  • Screpolature della superficie della pelle.

Esistono tre tipi di dermatite da contatto: allergica, irritante da contatto e fotocontatto. Tuttavia, quest’ultimo è uno dei meno frequenti.

dermatologia pediatra medico donna lente d'ingrandimento dermatoscopio piega del braccio ragazza eczema lesione eritema
L’aspetto della pelle della dermatite da contatto è simile a quello di molte condizioni atopiche. Tuttavia, migliora quando ti allontani dalla sostanza che lo innesca.

Suggerimenti per il trattamento della dermatite da contatto nei bambini

La maggior parte dei casi di dermatite da contatto di solito scompare da sola una volta che la pelle si è allontanata dalla sostanza irritante. Tuttavia, ci sono alcune raccomandazioni da mettere in pratica nel caso in cui i sintomi e i segni si perpetuino.

1. Evitate che il bambino si gratti

L’ American College of Allergy, Asthma & Immunology raccomanda di evitare di graffiare la pelle irritata e rotta, poiché può peggiorare la situazione. O con una maggiore irritazione o con un’infezione aggiuntiva sulla superficie della pelle che richiede un trattamento con antibiotici.

Inoltre, il graffio cronico può portare a prurito ancora maggiore a causa del rilascio di istamina, che è una sostanza che aumenta nel contesto dell’infiammazione.

2. Eliminate i trigger

Si raccomanda di interrompere l’uso del prodotto che causa la condizione della pelle o di stare lontano dalla sostanza che scatena i sintomi.

Infatti sulle pelli sensibili è consigliabile fare uno spot test su una zona della pelle esposta ogni volta che si deve utilizzare un nuovo prodotto.

3. Applicate antistaminici topici

Una delle misure efficaci per ridurre il prurito è l’applicazione di lozioni lenitive contenenti calamina o glucocorticoidi a bassa concentrazione, come l’idrocortisone. Se il quadro clinico non è alleviato, il medico può prescrivere creme steroidee più potenti.

Idratare la pelle con prodotti emollienti aiuta anche a ridurre la secchezza e il prurito della pelle irritata.

4. Considerate l’assunzione di antistaminici per via orale

In alcune occasioni, le misure igieniche proposte non sono sufficienti per ridurre il prurito e sono necessari antistaminici orali, come la difenidramina o la cetirizina.

Gli steroidi sistemici sono riservati ai casi gravi, ma dovrebbero essere gradualmente ridotti per prevenire recidive o altri effetti indesiderati.

5. Scegliete un abbigliamento adatto, per prevenire la dermatite da contatto

Un’altra strategia molto appropriata è la scelta di indumenti neutri, che forniscono protezione contro le sostanze irritanti in casa o nell’ambiente di lavoro. In questo senso, l’abbigliamento realizzato con fibre di cotone al 100% è uno dei migliori consigli. Inoltre, sono da evitare i capi con tessuti sintetici o tinti all’anilina.

6. Utilizzare prodotti cosmetici corretti

L’attrito dovrebbe essere evitato durante l’asciugatura o il lavaggio, così come l’uso di profumi, saponi e coloranti. A loro volta, nella scelta dei prodotti per l’igiene, è importante che siano ipoallergenici e non contengano agenti chimici in grado di provocare una maggiore irritazione.

I saponi cremosi sono ideali per mantenere il pH della pelle vicino ai livelli normali sulla superficie della pelle.

7. Includere farmaci immunomodulatori nei casi in cui è necessario

L’unguento Tacrolimus e la crema al pimecrolimus sono farmaci che regolano la risposta del sistema immunitario e sono molto utili nel trattamento della dermatite da contatto.

Entrambi i farmaci sono per uso topico e forniscono gli stessi benefici dermatologici dei corticosteroidi, ma senza provocarne gli effetti negativi.

8. Idratate la pelle ogni giorno

L’idratazione è uno dei pilastri più importanti della cura della pelle, per mantenerla sempre funzionale e sana. Si consiglia di optare per creme che contengono vitamina E, vitamina A, karitè e allantoina, tra gli altri componenti.

Madre che applica la protezione solare a suo figlio.
Per curare al meglio la pelle sensibile, gli emollienti dovrebbero essere applicati ogni giorno e più volte al giorno.

9. Utilizzate antibiotici topici o orali

In alcune occasioni, la dermatite da contatto progredisce verso forme più gravi. Ad esempio, con infezioni su lesioni esistenti. Pertanto, in queste occasioni, l’uso di antibiotici orali o topici è una strategia necessaria.

10. Applicate impacchi freddi

Applicare impacchi freddi e umidi più volte al giorno sulle aree della lesione può aiutare ad alleviare l’irritazione e il prurito. Inumidire un panno morbido con acqua fredda e posizionarlo per qualche minuto.

Dermatite da contatto e sua evoluzione

Sebbene la maggior parte delle volte la dermatite da contatto non sia motivo di preoccupazione, deve essere trattata rapidamente per evitare un’evoluzione sfavorevole.

Tuttavia, la prognosi della patologia dipende in definitiva dalla causa e dallo stile di vita di ogni persona. In casi isolati, si risolve anche quando l’esposizione all’agente scatenante viene interrotta.

Potrebbe interessarti ...
Dermatite atopica nei bambini: come prevenire i focolai
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Dermatite atopica nei bambini: come prevenire i focolai

Se vostro figlio presenta delle eruzioni cutanee rosse sulla pelle, accompagnate da prurito, può trattarsi di dermatite atopica nei bambini. Ecco c...